The Future Box

  •  Un foglio
  • Degli obbiettivi
  • Un solido geometrico
  • Spago

 

La The Future Box è un’ attività che la prof ci ha mostrato, ed è nata da una nostra attività che avevamo fatto in precedenza cioè la mashmellow challenge, in cui bisognava costruire una torre  più

alta possibile,questa costruzione aveva lo scopo di  rappresentare  le cose che sappiamo già e le cose che dobbiamo fare per raggiungere il nostro obbiettivo che è il mashmellow.

L’attività della The Future Box consiste nel:

Scrivere su una facciata di un foglio, gli obbiettivi di quest’anno,le paure i punti di forza e le nostre debolezze.

E nell’altra facciata gli obbiettivi della scuola superiore.

Bisogna chiudere il foglio senza farlo leggere a nessuno.

Poi bisogna costruire un solido a nostra scelta, e inserire il foglio all’ interno.

La prof ci ha dato dello spago e noi lo abbiamo legato, al solido e lo abbiamo appeso al muro.

Alla fine dell’anno lo dobbiamo aprire e vedere se è cambiato qualche cosa.

Penso che questo lavoro ci sia molto utile per le nostre scelte, e vedere i nostri obbiettivi se sono cambiati.

Mi è piaciuta questa attività, perché è diversa dalle solite che facciamo, ho fatto un po’ di fatica ha scrivere i miei obbiettivi perche non ci avevo mai pensato, e non mi ero mai posta la domanda cosa volevo essere quando sarei cresciuta un po’.

Non vedo l’ora della fine dell’anno per riaprire la “The Future Box” e vedere i miei obbiettivi e che scuola superiore avevo inten

zione di fare, anche se quando ci ha detto di scrivere della scuola superiore ero molto spaventata perché come ho detto non sapevo proprio cosa fare.

Molte mie compagne vogliono fare il liceo, anche a me piace molto ed ero interessata alla scienza, perché è una delle mie materie preferite, e vado anche bene, ma la c’è molta matematica e io non sono portata, quindi ci sono rimasta molto male..

Pensavo di fare il liceo scientifico ma ho cambiato completamente direzione e ho optato per un istituto tecnico.

VITTORIA MARCHESE

Young

I miei piedi corrono uno davanti all’altro come se stessi camminando su una linea retta, le persone mi spingono, i miei occhi […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti