E’ martedì. La prof  Bernasconi  entra in classe. Siamo in attesa perché ci porterà  nuove sorprese che ci piaceranno e faranno divertire tutti.

Quest’anno abbiamo organizzato le ore di lettere con dei laboratori in tutte le discipline, molto interessanti e collaborativi perché lavoriamo spesso in gruppo e questo serve molto alla socializzazione e alla collaborazione oltre che ad imparare concretamente.

Oggi vi vogliamo presentare i laboratori di lettura e scrittura.

Volete sapere cos’è lo “stuzzica libri” ? Oppure ” il testo del 15” o “lo scrivere è pensare e ripensare sulla carta?”. Adesso vi spiegheremo.

Nel laboratorio di lettura, a turno, presentiamo un libro che abbiamo letto e ci è piaciuto e   “stuzzichiamo” i compagni a leggerlo attraverso una presentazione in PowerPoint o con delle citazioni  e con la lettura di alcuni passi. Insomma, dobbiamo invogliare i compagni a leggere quel libro e spesso ci riusciamo. Leggiamo silenziosamente e aggiorniamo le tabelle delle letture perché abbiamo un compito quotidiano che è quello della lettura. Teniamo così traccia dei libri che leggiamo o che abbandoniamo.

La prof. Bernasconi per approfondire la nostra lettura perché leggere è scrivere, ogni 15 del mese ci  assegna un lavoro  sul libro che abbiamo letto o stiamo leggendo. Non si tratta di sola scrittura, ma possiamo scegliere  un’attività tra un enorme quantità di proposte una più  creativa dell’altra.

C’è da dire, inoltre,  che prima di ogni lezione prendiamo “un vascello”, come dice Emily Dickinson, che ci porta in luoghi lontani. Ora stiamo accompagnando Samia, la ragazza protagonista del libro  “Non dirmi che hai paura”, nel suo Viaggio dalla Somalia verso l’Europa. E ogni giorno, la lettura ci porta nel suo mondo.

Dovete sapere anche che  noi, oltre che lettori, siamo degli scrittori o almeno ci stiamo allenando per diventarlo. Infatti, ogni martedì, quando c’è il laboratorio di scrittura, scriviamo dei testi su diversi argomenti alcuni personali, alcuni  per il blog e tanti altri, la prof ci fa delle proposte e noi cominciamo a scrivere. E siccome “scrivere è pensare e ripensare sulla carta” modifichiamo il nostro testo più e più volte riscrivendolo fino a quando non pensiamo che sia il migliore possibile. Abbiamo introdotto anche l’attività lettore/scrittore in cui a coppie impersonando a turno il ruolo di scrittore e lettore ci confrontiamo e accogliamo i suggerimenti dei compagni per il nostro testo.

L’esperienza dei laboratori di lettura e scrittura è un’esperienza che ci coinvolge e ci sta entusiasmando.

 

Sara e Annalisa