Sapete una cosa?

Siamo tutti dei poeti.

Ci credete? No vero ?

Neanche noi lo sapevamo e credevamo di poterlo essere.

E’ una capacità da scoprire, assaporare, inseguire e portare avanti con gioia e dolore. Ma visto che non siamo veri  poeti vi sveleremo un piccolo segreto che dovrete diffondere per scrivere poesie. È la tecnica  del CAVIARDAGE: così semplice e creativa che ha portato alla luce il poeta nascosto  che è in ciascuno di noi.

Per praticarla è necessario avere un testo, tanta creatività e  concentrazione a disposizione.

Leggi il testo. Trova delle parole che ti sono singolarmente piaciute e che ti hanno colpito vivamente suscitando in te emozioni diverse. Combinale in modo creativo“dando  vita” alle parole. Questo il modo per scrivere una poesia.

Il risultato è una combinazione di parole in modo creativo.

Quando ci è stata proposta questa attività, ci sentivamo incapaci di scrivere una poesia e allo stesso tempo entusiasti di intraprendere un nuovo argomento e di sperimentare il nostro talento poetico, ci sentivamo attratti, ma allo stesso tempo timorosi

Dopo aver scritto la poesia eravamo molto sorpresi di averla composta, in quel momento ci sentivamo dei veri poeti in grado di sorprendere gli altri con una tecnica  avanzata. E le poesie che abbiamo ascoltato dai nostri compagni avevano forme di letteratura diverse.

Il cartellone con le nostre poesie

Il tema della nostra poesia è stato per lo più la letteratura perché il testo da cui abbiamo tratto le “nostre” parole  era “I  fantastici  libri  volanti  di Mr. Morris  Lessmore”.

Mouba  Francesca e Thinari