Giovedi’ musicali al Niguarda

Cara Linda ed amici, “Allegro Moderato” ha ripreso, nei nostri reparti di Pediatria, la sua attività musicale, momento felice che si rinnova ogni giovedì della settimana e che vorremmo condividere con voi. La musica è un linguaggio interiore universale, non c’è bisogno di nessuna comunicazione esteriore, è sufficiente che il nostro cuore si unisca al cuore della musica e in questa unione si diventa una cosa sola. Suonando insieme si raggiunge un risultato condiviso e inaspettato che stupisce sia chi vi partecipa, sia chi ne fruisce l’ascolto. Musica è emozione, evocazione, ritmo,silenzio,allena all’ascolto, all’empatia,aiuta ad ascoltare l’altro e di conseguenza se stessi. Fare musica dà la possibilità di esprimere il proprio mondo interiore e di condividerlo con profondità.

Eugenia

Ciao, siamo Rebecca, Nicolò e Kai, vogliamo raccontarvi una giornata speciale che abbiamo trascorso in ospedale. Nel reparto Pediatria dove siamo ricoverati c’è una sala giochi, al giovedì si trasforma e diventa una sala musica. I maestri Alessio, Maria e Lucilla mettono a disposizione per noi bambini tanti strumenti musicali. Noi abbiamo suonato: il violino, il violoncello, il contrabbasso, l’arpa, i timpani, la grancassa e i piatti. Ci è piaciuto il suono degli strumenti e il fatto di aver suonato insieme tra e con gli amici. Insieme a noi c’erano anche:il contrabbassista Riccardo e il violoncellista Matteo. Il pianoforte era il re degli strumenti perché la sua musica trascinava tutti gli altri. Abbiamo suonato i pezzi classici. Insieme a noi c’erano anche le mamme, c’era nonna Rita, mamma Manuela e la maestra Eugenia che suonava il violoncello. E’ stato molto bello provare degli strumenti nuovi, ma soprattutto suonare con gli amici è stato uno spasso.
Ciao a tutti! Nicolò, Rebecca, Kai

LE FOTO RICORDO
http://www.kizoa.it/programma-per-fare-video/d26869491k6889729o1l1/2016-musicami

2 pensieri su “Giovedi’ musicali al Niguarda

  1. Che splendida esperienza la musica in corsia con AllegroModerato. Ho ricordi bellissimi ed emozionanti. Le lezioni rallegrano e danno forza ed entusiasmo a chi fa parte dell’orchestra e a chi ascolta e osserva. Ancora adesso molti pazienti che ritornano al San Carlo chiedono se c’è ancora la musica!
    Buona continuazione al Niguarda.
    Alessandra

  2. Cara Linda, ringrazio Alessandra per il suo commento e mi auguro che presto la musica riecheggi dall’uno all’altro ospedale. Eugenia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *