“BASTA CON QUESTO GIOCO ALLA GUERRA”

Condivido con tanta voglia di PACE nel cuore e con la convinzione che ognuno di noi ha la possibilita’ di contribuire ogni giorno a creare percorsi di PACE, in famiglia, sul posto di lavoro (quando questo c’e’), nella societa’.
Linda 

“BASTA CON QUESTO GIOCO ALLA GUERRA”

Questo è un appello urgente per la pace. Un appello alla civiltà suprema del dialogo, della sua umanità, della sua intelligenza. Leggiamo e apprendiamo di bombe, di grandi eventi nucleari, di raid preventivi. Un irresponsabile e impressionante gioco alla guerra che deve essere subito fermato. Chiediamo con forza alle Istituzioni internazionali, ai Governi del mondo che si metta a tacere l’assurdo di queste intenzioni che porterebbero a effetti disastrosi e di morte già tragicamente vissuti.
Facciamo appello alle cittadine e ai cittadini affinché si mobilitino per diffondere il piu’ possibile voci e iniziative di pace, anche in nome della nostra Costituzione che sempre ci ricorda che “l’Italia ripudia la guerra””.

Carlo Smuraglia – Presidente Nazionale ANPI
Francesca Chiavacci – Presidente Nazionale ARCI
Susanna Camusso – Segretario generale CGIL
Annamaria Furlan – Segretario generale CISL
Carmelo Barbagallo – Segretario generale UIL
Roberto Rossini – Presidente Nazionale ACLI

Roma, 15 aprile 2017

La carovana dei pacifici

Carissime/i,
sempre in tema di progetti per la PACE, condivido l’invito che viene dalla collega Bertinato che da anni collabora con noi. Fatemi sapere se siete interessate/i. L’iniziativa potrebbe essere collegata all’evento di fine anno (rif. progetti eTwinning ambiente ed arte, ENO Day, Percorso Soave, Soave Kids) che vedra’ -indicativamente- il volo di palloncini in cielo con messaggi di pace e la piantumazione delle piantine grasse. Ovviamente, nel nostro caso, la sede dell’evento potra’ essere il cortile del nostro istituto
Buona giornata, Linda 

Alle scuole, alle maestre e ai genitori dei bambini che hanno partecipato al percorso sui conflitti e sulla pace inviando i loro Pacifici come segno di volontà di Pace

LETTERA ALLE SCUOLE
Vi scriviamo in un momento molto delicato per la Pace.
Comunicazioni e azioni che danno segnali di guerra ci spingono a pensare che, ora più che mai, sia un dovere testimoniare la volontà di sostenere chi desidera risolvere i conflitti con azioni pacifiche e il lento ma costante lavoro sulle coscienze e sulla diplomazia.
Ottomila bambini e bambine di tutta Italia hanno lavorato con le loro maestre e i loro maestri sulla comprensione dei meccanismi che portano ai conflitti, anche piccoli tra compagni, e trovato soluzioni per superarli. Avete tutti aderito con gioia al progetto lanciato dalla Rete di Cooperazione educativa “C’è speranza se accade @” e proposto modi creativi per formare consapevolezza.
Vi proponiamo ora di partecipare a una giornata, da voi scelta prima della fine della scuola, durante la quale i bambini e gli insegnanti che hanno aderito alla Carovana dei Pacifici si riuniscano nel cortile della scuola, davanti al Municipio o in un luogo significativo e visibile del paese o della città, a recitare la poesia “I giusti” di Luis Borges o a intonare una canzone di pace. L’invito è aperto a tutti coloro che vorranno aggiungersi al nostro cammino.
Vi proponiamo di richiamare l’attenzione dei giornali, dei media in generale sul futuro dei bambini e sul loro diritto di vivere in una logica che non sia quella di lucrare sulle armi, sui confini, sulle grandi migrazioni causate dalla guerra. La cultura della non violenza, il ripudio della guerra come soluzione dei conflitti va coltivato giorno per giorno, in ogni momento, drammatico o di festa che sia.

Chiediamo di aderire a questa richiesta, scrivendo a: sequestoaccade@gmail.com indicando

  • il nome della classe
  • il nome dell’insegnante
  • il luogo della scuola.

Potete inviarci una documentazione video o fotografica del momento della giornata.

Grazie e un grande abbraccio di Pace a tutti.
Rete di Cooperazione educativa-“C’è speranza se accade @”
www.retedicooperazioneeducativa.it
e Comune-info: http://comune-info.net/

19 Aprile 2017

La documentazione del blog Segni di Segni

ARCHIVI DELLA DOCUMENTAZIONE
RIFERITA SOLO A SEGNI DI SEGNI

Sitografie utile

BRIKLINK
costruire con i LEGO al computer
URL: https://studio.bricklink.com/v2/build/studio.page

BUILD WITH CHROME
Un interessante esperimento realizzato ad hoc per il browser di Big G. Da qui si possono esplorare edifici in tutto il mondo fatti con i famosi mattoncini.
URL: http://www.buildwithchrome.com

BRICK STREET VIEW
E se Google Street View venisse trasformato in un mucchio di mattoncini LEGO? Che cosa potrebbe accadere? Probabilmente e’ questa la domanda che si sono posti gli ideatori di questo curioso sito in cui tutto il mondo e’ stato trasformato in una maxi costruzione di mattoncini. Come in Google Street View e’ possibile esplorare il mondo virtuale proposto.
URL: http://brickstreetview.com/map/

LEGO CITY GIOCHI
In questa area del sito LEGO e’ possibile trovare diversi giochi fruibili gratuitamente e direttamente online con gare e missioni di costruzione molto divertenti. Il tutto in perfetta grafica LEGO. Un buon sistema per trascorrere qualche minuto in allegria.
URL: http://www.lego.com/it-it/city/games/

LEGO DIGITAL DESIGNER
Progettare al computer modelli 3D di costruzioni con mattoncini LEGO puo’ diventare realta’ grazie a questo programma gratuito per PC e Mac. Il software risulta piuttosto semplice da usare oltre che divertente, anche se al momento manca la possibilita’ di ordinare i pezzi per realizzare cio’ che si disegna.
URL: http://ldd.lego.com/it-it/

LEGO GIOCHI
Sul sito Internet ufficiale di LEGO sono presenti numerosi giochi divertenti, tutti fruibili direttamente dal browser e catalogati per genere.
URL: http://www.lego.com/it-it/games

MINIFIGURE CREATOR
Gli appassionati di mattoncini LEGO alla ricerca di un valido sistema per realizzare semplici “opere grafiche” a tema saranno senz’altro ben felici di sapere che grazie a questo sito e’ possibile creare cartoline e ambientazioni usando gli omini delle celebri costruzioni. La soluzione perfetta per ricreare se stessi e la propria famiglia in uno scenario personalizzato.
URL: http://legoimaginenationtour.com/minifigure-creator/

Buona Pasqua – Happy Easter [scuola infanzia Cilea Latina]

Grazie e Buona PACE a tutte/i,
Linda, Debora, Angela, Silvia ed i bambini e le bambine della Scuola dell’infanzia di Via Cilea, Latina

Fabio recita la poesia
http://www.descrittiva.it/calip/1617/audio/poesiaFabio.mp3

Buona Pasqua – Happy Easter [scuola infanzia Cimarosa Latina]

Tanti auguri da dai bambini della sez. D della scuola dell’infanzia di Via Cimarosa di Latina e dalle maestre Anna, Silvana, Nicoletta e Silvia

UN MONDO DI PACE
Ogni bambino della Terra
vuole la pace e non la guerra,
allora proprio non riesco a capire
perche’ tanti popoli debbono soffrire.
Se tutti i bambini che vivono nel mondo
facessero un grande girotondo
insieme alle mamme e ai loro papa’,
sarebbe certo la felicita’.
Per questo per Pasqua
ho un augurio speciale,
vorrei che la pace potesse regnare,
che non esistesse mai piu’ il dolore
e che ovunque regnasse l’Amore.
Sarebbe una Pasqua universale,
senza dolori, senza piu’ male,
solo con gioia e tanto affetto,
allora sarebbe un mondo perfetto.

 

Buona Pasqua – Happy Easter [scuola sec. primo grado Latina]

Tanti auguri attraverso le cartoline virtuali realizzate da ragazze/i della classe 3B dell’IC don Milani di Latina: Aurora Alagna, David Dragomir, Martina Forte, Sara Iacovacci, Gianluca Pasqual. Un caro augurio anche dalla prof.ssa Paola Serangeli e i suoi figli Martina, Riccardo e Sofia

Creato con Padlet

Buona Pasqua – Happy Easter dalla Polonia

Tanti auguri di serenita’, di gioia e che queste Sante Feste portino ogni bene a voi e alle vostre famiglie.

Con affetto,
Agnieszka Boczkowska, Norbert Boczkowski, Julia Korenkiewicz

RICICLO DI CLASSE [IC don Milani Latina]

Gentile maestra Linda,

Come promesso le invio il materiale in pdf legato al progetto *RICICLO DI CLASSE*, in maniera tale che possa ugualmente partecipare al concorso e avere le schede delle attivita’ da proporre alle sue classi. Le ricordo che le schede con i suggerimenti delle attivita’ sono divise per tematica (AMBIENTE / CITTADINANZA / RICICLO), cosicche’ possa scegliere piu’ facilmente cosa utilizzare con i suoi bimbi.

La prova di *concorso educativo* chiede di immaginare di avere a disposizione, come gli abitanti di Riciclonia, sei grandi contenitori di imballaggi di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro correttamente differenziati e una ideale centrale di trasformazione.

*Che progetto con materiale riciclato piacerebbe realizzare ai bambini?*

Trova tutte le informazioni sul concorso (che scade il 10 marzo 2017) nel materiale allegato (folder concorso); per qualunque necessita’ non esiti a chiamarci

Inoltre la invito anche a visitare il sito http://www.corriere.it/scuola/riciclodiclasse/ , ricco di ulteriori approfondimenti utili per la didattica.

*Se dovesse avere problemi ad aprire l’allegato mi faccia sapere.*

La informo che il kit e’ stato spedito, tramite posta ordinaria, il 17 novembre 2016, dunque sarebbe dovuto arrivare al massimo una settimana fa. Siamo pero’ nel periodo natalizio, le spedizioni sono intasatissime e noi ci siamo fidati troppo delle poste. In ogni caso non si preoccupi, il kit che le avevamo inviato e’ identico a quello che le ho allegato, per cui nel frattempo utilizzi pure questo.

Un caro saluto e buona guarigione!

Rossella Barberio
Centro Coordinamento RICICLO DI CLASSE
Centro Coordinamento La Fabbrica

RICICLO DI CLASSE [IC don Milani Latina]

Gentile dott.ssa Barberio,
per quanto riguarda i concorso da lei citato (che come sa e’ anche stato pubblicizzato nella mailing list dell’IC don Milani di Latina), e’ giunto all’ins. Linda Giannini, referente del progetto eTwinning ambiente ed arte, oltre che del progetto Pinocchio 2.0 Micromondi, Microscopi, Mondi attivi e Microrobot, solo quanto trovate pubblicato nel blog Segni di Segni

EUROPEAN ROBOTICS WEEK 2016
Il padlet di alcune foto ricordo scuola infanzia plesso di Via Cilea
https://padlet.com/LindaGiannini/roboticsWeek2016
http://blog.edidablog.it/edidablog/segnidisegni/2016/11/22/european-robotics-week-2016-ic-don-milani-latina/

Una bee bot tra i Riciclo Robot Artistici scuola infanzia plesso di Via Cilea
https://www.youtube.com/watch?v=bVXjJ7c1uCc&feature=youtu.be

e ancora… proprio del 15 marzo 2017: RomeCup 2017 http://blog.edidablog.it/edidablog/segnidisegni/2017/03/15/

… altri link specifici di riferimento:
il padlet Riciclo Robot artistici nello spazio espositivo
https://padlet.com/LindaGiannini/RomeCUP_2017esp#

Il Riciclo Robot Artistico di Roberto realizzato a casa (uno dei molti esempi della nostra istituzione scolastica, di collaborazione scuola famiglia)
http://blog.edidablog.it/edidablog/segnidisegni/files/2017/03/roberto-500×287.jpg
rif. Scuola infanzia plesso di Via Cilea: docenti Scuola infanzia Via
Cilea Latina:
– Linda Giannini
– Debora Zorzan
– Alessandra Ventriglia
– Silvia Sagnelli

il padlet delle foto ricordo della sez. D della scuola dell’infanzia
plesso di Via Cimarosa
https://padlet.com/LindaGiannini/RomeCup2017robotCimarosa
docenti Scuola infanzia Via Cimarosa IC don Milani di Latina sez. D Latina:
– Anna Palazzo
– Silvana Falco
– Nicoletta Palombi

il padlet delle foto ricordo https://padlet.com/LindaGiannini/gattoEfata
docente Scuola infanzia plesso di Via Cimarosa sez. E Latina:
– Daniela Baldisserri

Modelli atomici realizzati da Valeria Marin, Massimiliano Petronio, De Bono, Maggi e Astolfo (2B secondaria primo grado rif. Prof.ssa Paola Serangeli)
http://blog.edidablog.it/edidablog/segnidisegni/2016/10/24/modelli-atomici-2b-scuola-sec-primo-grado/

Alberi di Natale in riciclo Scuola infanzia plesso di Via Cilea (sotto la guida dell’ins. Debora Zorzan)
http://www.descrittiva.it/calip/1617/alberelli-dono.jpg

E, per quanto riguarda le scuole collegate in rete con i nostri progetti, ecco anche il Robottino “Ciclope2 Distruggi-tutto” di Matteo (6 anni), dal D.H. di Onco-Ematologia dell’Ospedale Pediatrico “G.Gaslini” (rif. maestra Nappi Loretta)
http://blog.edidablog.it/edidablog/segnidisegni/2017/03/15/robottino-ciclope2-distruggi-tutto-di-matteo-6-anni-dal-d-h-di-onco-ematologia-dellospedale-pediatrico-g-gaslini/

Grazie per la disponibilita’.
ins. Linda Giannini 

Concorso per mega costruttori su Creatubbles

Mega Bloks è un prodotto di Mattel ideato per stimolare la fantasia dei bambini accompagnandoli nelle diverse fasi di crescita. I mattoncini colorati propongono diverse attività di gioco in base allo sviluppo cognitivo del bambino che viene così stimolato a creare con le sue mani nuove possibilità di interazione. Mega Bloks si propone come un utile strumento anche per le scuole e gli insegnanti per conciliare il gioco all’apprendimento.

Mega Bloks ha invitato gli insegnanti di tutta Italia a creare insieme ai propri studenti nuove opere creative e a caricarle sulla piattaforma Creatubbles, e ha messo a disposizione una scatola di mattoncini Mega Bloks “First Builder” per i primi 50 insegnanti e classi che ne hanno fatto richiesta.

La gara all’ultimo mattoncino si svolgerà da Febbraio a Giugno 2017 e si rivolgerà alle scuole dell’infanzia e al primo anno della scuola primaria. Tutte le creazioni, condivise su Creatubbles nelle gallerie dedicate alle Mega Opere saranno poi valutate da una speciale giuria Mattel che selezionerà il progetto che più dimostrerà l’utilizzo creativo dei mattoncini Mega Bloks.

Gli studenti con l’aiuto delle maestre potranno pubblicare le loro idee e progetti, collaborare e ispirarsi gli uni con gli altri insieme a studenti di altre scuole, scambiare feedback sulle loro creazioni in uno spazio sicuro e aperto a creatori e scuole da ogni parte del mondo.

Ad ispirare a guidare il calendario delle attività nei prossimi mesi sarà la maestra Cristiana Zambon, insegnante della primaria, animatrice digitale e blogger per Fondazione Mondo Digitale per il Blog “Righe quadretti e bite”.

Ogni 3 settimane verrà proporrà un’attività creativa e condivisa in una una galleria aperta all’interno della pagina @CrescereAllaGrande su Creatubbles per lanciare un’idea e raccogliere creazioni ispirate ad essa. Nelle classi si svolgeranno le attività creative con le costruzioni Mega Bloks per creare delle vere “mega opere”!

La prima attività proposta: Inventa animali fantastici

Durante il concorso bambini e maestre partecipanti potranno:

  • prendere ispirazioni,  direttamente dalle gallerie di Creatubbles, @CrescereAllaGrande, e partecipare aggiungendo le proprie creazioni sul tema del mese, nella galleria dedicata
  • potranno inviare i loro progetti, idee e le creazioni su nuove attività creative e didattiche con i Mega-bloks e aggiungerle alla galleria @Mega Opere.

Per condividere le vostre idee per nuove iniziative ispirate dai mattoncini Mega Bloks e da Creatubbles o se siete insegnanti con classi di giovani creativi e volete partecipare alle prossime edizioni dell’iniziativa, scriveteci a support@creatubbles.com.

E non dimenticate di aggiungere le vostre bolle e commenti alle creazioni di altri giovanissimi creatori con i mattoncini di Mega Bloks sulla pagina di ‘Crescere alla grande’ in Creatubbles: http://ctbl.es/crescereallagrande

Buon divertimento e buon lavoro alle classi di Mega costruttori!

Concorso per mega costruttori su Creatubbles

[partecipazione 01]

Audiolibri ed ebooks in lingua inglese da scaricare gratis: Loyal Books

[]

Segnaliamo un’ulteriore risorsa per la lingua inglese, sia per esercitarsi sia per l’insegnamento: si tratta di Loyal Books, una raccolta di oltre 7000 audiobooks ed eBooks liberamente scaricabili in lingua inglese (e non solo. Vedi dopo).

Dal Mago di Oz al Ritratto di Dorian Gary, da Peter Pan alle avventure di Sherlock Holmes: romanzi, storie e racconti scaricabili su pc, tablet e smartphone in pochi click.

Avvalendosi della colonna di sinistra è possibile effettuare la ricerca per genere, per ambiti di interesse e per fasce d’età, oltre che secondo la top 10 dei più scaricati.

In fondo alla colonna, inoltre, sotto “languages” si può accedere ad altre raccolte di romanzi e libri in altre lingue straniere: cinese, tedesco, francese, spagnolo, giapponese e … italiano!

La risorsa è davvero utile! Buon lavoro e buono studio!

Vai su Loyal Books

Dottor Sorriso [scuola in ospedale S.Carlo Milano]

Cari colleghi,
ecco gli ultimi aggiornamenti sul lavoro in Ospedale.
Il secondo convegno sulla clown terapia si e’svolto lunedi’ scorso presso il liceo Rebora di Rho e ha ottenuto il consenso piu’ che positivo degli studenti e dei docenti dell’istituto.
Dottor Sorriso ha proposto al nostro Ospedale di dipingere i soffitti del percorso che i piccoli pazienti fanno per andare in sala operatoria: ho inviato la richiesta alla responsabile della comunicazione e all’ufficio tecnico dell’ospedale, che si sono subito resi disponibili ad attuare l’™iniziativa.
Venerdi’  24 marzo terminera’ la prima tranche degli stage di alternanza, ma da lunedi’ ci sara’ una studentessa di Scienze della Formazione che iniziera’ il suo percorso, rivolto in modo particolare alla scrittura creativa.
Il progetto ‘Orto-giardino per il benessere’ ha un calendario fitto si incontri, che in parte si svolgeranno presso la scuola di Lamennais e in parte in Ospedale, con il supporto della facolta’ di Agraria e dell’Accademia di Brera.
A tale proposito e’uscito giovedi’ scorso l’articolo sul quotidiano Il giorno intitolato Bimbi e natura al San Carlo, che vi allego, dove viene descritto il progetto.
Per Pasqua ci sara’ una festa alle ore 15.00 di mercoledi’ 12 aprile, mentre giovedi’ 13 aprile con un gruppo di volontari ed ex pazienti faremo il giro di alcuni reparti dell’Ospedale portando gli auguri a chi e’ricoverato. La direzione del San Carlo ha accolto con entusiasmo di questa iniziativa.
Buon lavoro a tutti voi, a presto
Alessandra

[ l’articolo: 20170316-G-MMI-25]

RomeCup 2017: la nostra proposta [IC don Milani Latina]

Dal pensiero computazionale ai robot
CO-COSTRUENDO E GIOCANDO VI RACCONTIAMO LA NOSTRA ESPERIENZA

15 marzo 2017

Tipologia di robot presentati (allegare foto e piccola descrizione)

robot artistici (infanzia e primaria)
bee bot + blue bot (infanzia – primaria – sec. primo grado)
cubetto (infanzia – primaria – sec. primo grado)
dash & dot (infanzia – primaria – sec. primo grado)
robot creati con kit wedo (infanzia – primaria – sec. primo grado)
robot creati con kit mindstorm (sec. primo grado)

[la scheda dell’IC don Milani di Latina]

docente referente: Linda Giannini

http://www.romecup.org/

[video 01]

Il cartellone realizzato dalla maestra Debora insieme a bambine/i della scuola dell’infanzia di Via Cilea

LO SPAZIO ESPOSITIVO
La scuola dell’infanzia di Via Cilea e di Via Cimarosa viene presentata da 3 mamme , 1 papa’ ed un gruppo di bambine/i di infanzia e primaria insieme a ragazze/i della scuola secondaria. Primo grado. Grazie
Qui il padlet delle foto ricordo
https://padlet.com/LindaGiannini/RomeCUP_2017esp#

Creato con Padlet

IL LABORATORIO
il padlet delle foto ricordo
https://padlet.com/LindaGiannini/RomeCUP_2017_lab

Creato con Padlet

La RomeCup 2017 dal racconto di papa’ Tommaso [scuola infanzia e primaria Latina]

RomeCup 2017 una inaspettata sorpresa
di papa’ Tommaso De Luca, scuola infanzia e primaria IC don Milani di Latina

È proprio vero che la vita riserva mille e più sorprese. Quando meno te l’aspetti ti porta a vivere, a conoscere persone, luoghi e situazioni che non avresti immaginato. È il mio caso. Ho avuto l’opportunità di vivere una esperienza, come dire, entusiasmante!!! Mesi fa ho avuto l’ occasione di conoscere telefonicamente la maestra Linda Giannini della scuola dell’infanzia di Latina “don Milani” frequentata da mio figlio Andrea. Avverto che il “suo” essere maestra va oltre le caratteristiche che il protocollo le richiede ed il tempo mi darà ragione. Mi fa piacere, mio figlio ne trarra’ vantaggio ad avere una guida, empatica e umana, come lei. Mi coinvolgo anch’io dal suo entusiasmo. In sostanza, io, romano de Roma, ho avuto il privilegio di vivere un’esperienza pazzesca presso l’università Tor Vergata con i miei figli di 5 e 8 anni.
Sono stato rappresentante dei papà della scuola dell’infanzia di Latina…. a Roma.. Che privilegio!!!
La “cibernetica” maestra, in concerto con la scuola tutta ha aderito alla Rome Cup. Giunti all’università, allestiamo il nostro stand: uno ad uno posizioniamo i robot che i bimbi ed i loro genitori hanno costruito, ovviamente diretti e controllati da vigili e severi “cinquenni “. L’impatto visivo è fantastico, sale la mia ansia dovuta soprattutto ad un senso di responsabilità… poi, intorno alle 9… pronti… partenza e…. successone!!
I robot dei bimbi raccolgono un sacco di apprezzamenti -.in maniera trasversale- da addetti ai lavori, semplici avventori o da studenti più grandi. I bimbi sono appagati per i complimenti conquistati dalle decine e decine di persone che “le piccole” opere catalizzano.
Senza paura di smentita, una folla incredibile esalta “la piccola” creatività. E io nel frattempo mi godo complimenti che se non fosse per “attente e sensibili” maestre non meriterei. Evviva quindi l’innovazione, evviva la scuola, evviva la fantasia, evviva i bambini e nel mio caso evviva la sensibilità della maestra Linda e della scuola frequentata dai miei figli.!!!

Il padlet delle foto ricordo https://padlet.com/LindaGiannini/RomeCupRicordo2017

Creato con Padlet

RomeCup 2017: UN GIORNO ALLA ROMECUP 2017 vissuto da mamma…. [scuola infanzia IC don Milani Latina]

UN GIORNO ALLA ROMECUP 2017 vissuto da mamma….
di Valentina Randich, una mamma non troppo tecnologica scuola infanzia IC don Milani di Latina

Spinte dall’entusiamo delle maestre della nostra scuola d’infanzia partiamo con i nostri bambini di 5 anni alla volta di questo evento, ignare di cosa avremmo vissuto e fatto vivere ai nostri figli ma certe che sarebbe stata una giornata diversa e altrettanto faticosa… Arriviamo all’università di Tor Vergata, facoltà di ingegneria, ancora ingnare del fatto che da lì in avanti non avremo fatto altro che rispondere ad un’ondata di domande dei nostri piccoli, a partire da “cosa è l’università?” Domande semplici ma vai a spiegare ad un bambino di 5 anni che cosa è l’università e che cosa rappresenta per il proprio percorso formativo! Però andiamo avanti, sempre più consapevoli che sarà faticoso molto faticoso e non più perché siamo a Roma, in una “scuola dei grandi” -che agli occhi dei nostri figli è una città-, ma perché dovremmo essere in grado di rispondere a domande difficili alle quali non potremmo sottrarci…
Entriamo con i nostri robot costruiti con materiale di riciclo tutti colorati ed alcuni anche con qualche lampadina, quelle prese dagli alberi di natale. Una folla di gente invade le aree espositive. Intimiditi entriamo quasi pensando “cosa c’entriamo noi” ma al passare dei nostri figli ci fanno largo, ci guardano ci sorridono ed i nostri bimbi cominciano a sentirsi “grandi”.
Allestito il nostro stand con l’aiuto dei ragazzi delle medie, cominciamo il nostro percorso tra mani robotiche che si muovono da sole, droni di ogni tipo, elicotteri, robottini che giocano a pallone, fanno percorsi… insomma un mondo fantastico!
Negli stand ci parlano, ci spiegano, noi mamme non capiamo questo strano gergo scientifico ma pare che i nostri figli sì, mah chissà come fanno? erano piccoli bambini della scuola d’infanzia fino a qualche ora prima ed ora li troviamo come “piccoli ingegneri” ad interessarsi a cose di cui noi mamme non sapevamo nemmeno l’esistenza…
La giornata continua: siamo immersi nella tecnologia, nella robotica, nell’elettronica e non sappiamo nemmeno cosa sia, sappiamo solo che i nostri piccoli bimbi hanno trovato le loro risposte altrove. Hanno trascorso un giorno in un modo fantastico e per un giorno hanno vissuto da grandi.
Ad inizio giornata qualcuno mi aveva chiesto se non erano troppo piccoli per queste cose; ora con certezza posso rispondere che forse siamo noi mamme troppo piccole per non capire che questo è il presente ed i nostri figli sono molto più in gamba di noi, più predisposti, più pronti al coding e ad acquisire un linguaggio di programmazione -già dalle scuole d’infanzia-. Basta trovare le “parole giuste” e le giuste maestre.
Torniamo a casa dopo poche ore non potendo pretendere di più dai nostri piccoli ingegneri, certe di aver vissuto un’esperienza indimenticabile che ha aperto gli occhi a noi mamme e fatto accrescere curiosità ed interesse per i nostri bambini, rimasti affascinati da questo mondo, fatto non più di robot lancia missili spaziali -come quelli dei cartoni animati- ma robot in grado di salvare vite umane.
Al ritorno dalla manifestazione i bimbi dormono in macchina comunque distrutti da queste ore di “studio” immersivo e mi viene da pensare che queste sono giornate formative, che valgono quanto un mese di aula tradizionale, non dovrebbero essere a discrezione della scuola, della maestra o del genitore volenteroso… dovrebbero essere obbligatorie perché oggi i nostri bambini hanno frequentato l’università e sono sicura che se lo porteranno dentro per sempre…
Grazie maestre per averci “spronato” e grazie alla nostra scuola che crede in questi progetti.

Documentazione della RomeCup 2017 sul blog Segni di Segni di Linda Giannini
docente referente progetto Pinocchio 2.0
Micromondi, Microscopi, Mondi attivi e Microrobot
IC don Milani di Latina
http://blog.edidablog.it/edidablog/segnidisegni/2017/03/15/
uno dei molti padlet di alcune foto ricordo
https://padlet.com/LindaGiannini/RomeCUP_2017esp#

docenti Scuola infanzia Via Cilea Latina:
Linda Giannini
Debora Zorzan
Alessandra Ventriglia
Silvia Sagnelli

docenti Scuola infanzia Via Cimarosa sez. D Latina:
Anna Palazzo
Silvana Falco
Nicoletta Palombi

docente Scuola infanzia Via Cimarosa sez. E Latina:
Daniela Baldisserri

Le mamme che hanno curato lo spazio espositivo dell’IC don Milani di Latina:
Elisa Dell’Uomo, Gabriella Fusco, Valenina Randich … e papa’ Tommaso De Luca

Articolo sulle news di MondoDigitale

IMG-20170315-WA0010-500x375.jpg (500×375)

https://twitter.com/ing_torvergata/status/841966524382474240/photo/1?ref_src=twsrc%5Etfw

ROBOTICA EDUCATIVA A SCUOLA….alla Don Milani di Latina si può!

ROBOTICA EDUCATIVA A SCUOLA….alla Don Milani di Latina si può!
di Luisa De Matteis *

Di robotica si parla da tempo in vari ambiti: viene considerata la scienza del futuro, l’evoluzione tecnologica per eccellenza che potrà semplificare la vita a tutti in ogni settore, pubblico o privato che esso sia.
Di recente se ne sono occupati anche giornali e reti televisive in occasione dell’evento che ogni anno riunisce a Roma l’eccellenza della robotica: “Rome Cup”.
Tuttavia, sono forse in pochi a sapere che nel comune di Latina esiste una scuola, l’Istituto Comprensivo Don Milani, che da tempo partecipa a questa importante manifestazione e che ha fatto della robotica educativa uno dei fiori all’occhiello della propria offerta formativa.
In questo Istituto, unico nella nostra città, vive e cresce da molti anni un’ attività finalizzata alla conoscenza e al potenziamento delle competenze informatiche attraverso il coding e la robotica. Il progetto, uno dei primi a promuovere la verticalizzazione, ha avuto origine nella scuola dell’infanzia, grazie all’impegno costante e infaticabile della docente Linda Giannini. Da lì si è ampliato nel tempo fino a coinvolgere diverse classi di scuola primaria e secondaria di I grado.
A monte c’è stata la formazione degli insegnanti con la collaborazione di docenti della Scuola di robotica di Genova con cui è sempre stata attiva una proficua collaborazione.
La motivazione didattica che sorregge il progetto è la divulgazione della cultura matematica e tecnico scientifica attraverso le ICT e la robotica in quanto tecnologie in grado di coinvolgere gli studenti e di favorire sia la cooperazione che la motivazione allo studio attraverso un approccio interdisciplinare in grado di:
– agevolare la cooperazione e gli scambi culturali attraverso la “peer education”;
– divulgare e creare cultura matematica, scientifica e tecnica nell’istituto;

Iniziare un percorso di orientamento verso studi a carattere tecnologico.
Le attività vengono svolte nelle classi o in laboratori dedicati. Partono dalla scuola dell’infanzia con disegni, racconti, la costruzione di robot artistici con materiale di riciclo e l’utilizzo di modelli come Bee Bot, Blue Bot, Cubetto, Dash & Dot, robot creati con kit Wedo. Queste attività vengono poi condivise con la scuola primaria e con la scuola secondaria. Quest’ultima, in particolare, utilizza i kit Lego Mindstorm per la progettazione, la costruzione e la programmazione di modelli.
Come è facile immaginare, si tratta di attività capaci di coinvolgere e appassionare molti alunni che con competenza e grande creatività riproducono o elaborano modelli sempre diversi, sviluppando abilità accompagnate da forte motivazione, al punto tale che alcuni ex studenti continuano a partecipare a laboratori e manifestazioni in qualità di tutor, contribuendo ad una straordinaria continuità che così coinvolge anche la scuola superiore. A giudicare dai risultati e dal successo che ogni anno la scuola registra nel corso di ROME CUP non è difficile prevedere che di alcuni alunni si sentirà sicuramente parlare negli anni futuri…

RomeCup 2017: I Riciclo Robot Artistici nell’articolo ANSA

La mamma Valentina Randich ci segnala questo articolo ANSA:
I ragazzi inventori dei robot di domani, alla RomeCup
Dai droni agli esoscheletri, la robotica parte dalle scuole
http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/ragazzi/news/2017/03/15/i-ragazzi-inventori-dei-robot-di-domani-alla-romecup-_7d1706d3-d931-480e-a594-07fa4129998e.html

GRAZIE!!!

RomeCup 2017: Riciclo Robot Artistici [scuola infanzia Cimarosa Latina]

Il padlet delle foto ricordo della sez. D della scuola dell’infanzia di Via Cimarosa https://padlet.com/LindaGiannini/RomeCup2017robotCimarosa

Creato con Padlet

RomeCup 2017: Riciclo Robot Artistici .. ed una storia [scuola infanzia Cimarosa Latina]

LA FATA E IL GATTO:
storia della sez. E di scuola dell’infanzia di Via Cimarosa Latina

C’era una volta un gatto furbo che girava per il bosco con la macchina della polizia. Qui incontrò una fata bella che con la sua bacchetta preparava una pozione.
Questa pozione serviva a trasformarsi in orco per sconfiggere la strega cattiva che andava in bicicletta nel bosco e schiacciava tutti i fiorellini.
Il gatto, dopo aver bevuto la pozione, si trasformò in orco e insieme alla fata affrontarono la strega cattiva nel bosco e la sconfissero.
La missione era stata compiuta.
Vissero tutti felici e contenti.

Il padlet delle foto ricordo https://padlet.com/LindaGiannini/gattoEfata

Creato con Padlet

RomeCup, l’eccellenza della robotica a Roma: 15 marzo 2017. Un’edizione straordinaria!

Carissimi amici,
vi ricordiamo le date dell’undicesima edizione di RomeCup, l’eccellenza della robotica a Roma! La formula e’ quella che conoscete: convegni e area espositiva, ma quest’anno sono previste grandi novita’ a cominciare dalla sede! Saremo infatti ospitati dal dipartimento di Ingegneria civile e Ingegneria informatica dell’Universita’ degli Studi di Tor Vergata a Roma, che sara’ coinvolto attivamente e aprira’ i propri laboratori agli studenti maggiormente interessati a visitare una delle piu’ grandi universita’ della Capitale. Per i ragazzi delle superiori, e non solo, si tratta di una grande opportunita’: si potra’ assistere a brevi lezioni pratiche di varie discipline, in cui docenti e professori accademici mostreranno casi d’uso e di studio delle materie ingegneristiche. Una sorta di open day quindi, in cui la robotica di alto livello e la ricerca in ambito di sensoristica, domotica, internet of things e automazione saranno le vere protagoniste dell’evento. Inoltre gia’ da adesso, vi invitiamo a sottoporci eventuali idee per realizzare voi dei laboratori nelle aule di TorVergata, anche per i piuì piccoli! Abbiamo deciso poi, dati i grandi e nuovi spazi messi a disposizione dal Dipartimento, di valorizzare l’area espositiva per dare a tutti l’opportunita’ di mostrare e raccontare i propri prototipi e robot. Saranno presenti con gli stand molti centri di ricerca, altre universita’ e aziende all’avanguardia nel campo della robotica multisettoriale!

Seguite le pagine facebook e twitter, dove pubblichiamo video, contenuti e le vostre interviste:

Si preannuncia una grande #RomeCup2017!

Un caloroso quanto robotico saluto a tutti con il video della precedente edizione: https://www.youtube.com/watch?v=RdLEMwIbjhc

Vi aspettiamo!
Fiammetta e Francesca
Fondazione Mondo Digitale

RomeCup, l’eccellenza della robotica a Roma: 15 marzo 2017

Carissimi amici,
dopo la bellissima edizione di marzo vi comunichiamo la data per l’anno prossimo di RomeCup, l’eccellenza della robotica a Roma: 15 marzo 2017! Stiamo lavorando all’organizzazione della giornata di divertimento all’insegna della robotica, con l’area espositiva ed i laboratore: www.romecup.org – video della decima edizione:

Queste le pagine facebook e twitter, dove pubblichiamo video, contenuti e le vostre interviste:
https://www.facebook.com/RomeCup2016-leccellenza-della-robotica-a-Roma-226163571052952/?fref=ts
https://twitter.com/i/notifications?lang=it

Fiammetta e Francesca
Fondazione Mondo Digitale

La settimana del Rosadigitale

La seconda edizione de “La settimana del Rosadigitale”
quest’anno partirà il 4 e terminerà il 12 Marzo 2017.

Festeggiamo così la giornata delle donne
anche in ambito della tecnologia

Il sito ufficiale
http://rosadigitale.it/it/

Linda Giannini, referente per il Lazio

Esperienze e scoperte a scuola

Esperienze e scoperte di Laura e Silvia a casa… con il papa’

[video 01] – [video 02]

Webinar CampuStore: “#womeninstem education edition – Donne straordinarie a scuola”.

#womeninstem education edition
Una conferenza online sull’approccio femminile alla scuola
L’8 marzo alle 16:00 inauguriamo il mese delle STEM con un webinartenuto da donne straordinarie, professioniste attive e innovative del mondo della scuola.

In occasione della settimana del RosaDigitale e proprio nel giorno internazionale dedicato a celebrare le donne, vi invitiamo a ripensare alla scuola come primo luogo in cui si creano gli esempi positivi e le possibilità di autodeterminazione, oltre alle eccellenze in campi come innovazione didattica, tecnologia, scienze, robotica, e non solo.

Attraverso due ore in cui illustreremo esempi didattici, osservazioni ed esperienze tenteremo di ragionare sui modi per coinvolgere maggiormente le studentesse nelle discipline STEM, sugli approcci, i divari, i vantaggi e gli svantaggi di adottare specifiche politiche di genere a scuola. Ciascuna relatrice ci proporrà un punto di vista personale e una chiave di lettura differente sul tema. Un piccolo assaggio di cosa ci aspetta! Ad aprire la danze è un enfant prodige ed è l’unica presenza non italiana. 35enne, ha fondato nel 2011 una startup divenuta oggi un’azienda mondiale: littleBits. Considerata uno dei leader del movimento maker, Ayah Bdeir è stata da poco nominata tra le 50 donne più influenti d’America. E sogna un presente in cui bambine e bambini possano inventare il mondo in cui desiderano vivere… Donatella Solda, Dirigente dell’Ufficio di Gabinetto del Ministro dell’Istruzione Laura Biancato, dirigente scolastica attualmente distaccata all’Ufficio VI DGEFID, Innovazione Digitale del Ministero dell’Istruzione ci illustrerà come “Guidare il cambiamento nella scuola del XXI secolo” Carla Gobbo, docente di matematica al liceo scientifico, al grido di “Un capitano c’è solo un capitano! Gestione al femminile della squadra come Team” parlerà di teambuilding e collaborazione al femminile Tullia Urschitz, ambasciatrice Italiana Scientix, docente di scienze nella scuola secondaria di primo grado, ha collaborato a progetti con European Schoolnet, INDIRE e la DG Connect della Commissione Europea, si e ci chiederà: “Matematica e scienze sono cose da ragazze?” Stefania Bassi, animatrice digitale, docente di scuola primaria e sostenitrice del motto “Yes, we STEAM!” ci presenterà esperienze ed idee pratiche concrete da sottoporre alle classi nel mese delle STEM. Anna Mancuso proporrà il paradosso “Che genere di STEM?”, riflettendo su un mondo scientifico troppo spesso pensato e immaginato a misura di maschietti… come modificare questa percezione a partire dalla scuola? Paola Lisimberti, docente di lettere al liceo, si concentrerà sulla sua esperienza con la robotica proponendoci la riflessione: “Girls do it better. Perché le ragazze sanno parlare con le macchine meglio dei maschi” Paola Mattioli che insegna cinese e lavora principalmente nella scuola primaria ci racconterà la sua didattica fatta di inclusione e motivazione in modo ludico: “Il gioco serio: coinvolgere nell’apprendimento” Fiorella Operto, tecnovisionaria, presidente e co-fondatrice di Scuola di Robotica, si focalizzerà su pericoli e fondamenti dei pregiudizi, proponendoci l’approfondimento “Donne etecnologia: non scoraggiare le bambine con gli stereotipi. Non sei portata per la matematica”. Linda Giannini, docente di scuola dell’infanzia, ambasciatrice eTwinning (sino al 2016), SamsungEducational Ambassador, premiata dal Presidente della Repubblica per i suoi progetti didattici, ci parlerà del potere della tecnologia quando incontra la didattica. Antonella Saponaro, docente alla scuola d’infanzia, ci illustrerà le sue osservazioni e percezioni sulle bambine, nate dal suo lavoro quotidiano a scuola tra coding e tecnologia.
Presenterà l’incontro Lisa Lanzarini, che per CampuStoresi occupa di robotica educativa, elettronica e approcci didattici innovativi. Ma soprattutto gioca un sacco con i LEGO… Education!

la locandina
http://mediadirect.mailupnet.it/f/rnl.aspx/?ikk=r_rwyr3.ali=y_el&=ur2_/:a8ba=04dbe&x=pp&xzh9ck8jo-087biNCLM

“#womeninstem education edition – Donne straordinarie a scuola”.
Perché nel 2017 nei Paesi occidentali le donne ricercatrici in campo scientifico o tecnologico sono meno del 30%? Perché le start up italiane fondate dalle donne sono solo il 12% del totale? A Cosa serve per cambiare questo mondo troppo limitato? Cosa ci stiamo perdendo tagliando fuori a priori dalle posizioni dirigenziali metà della popolazione?

“In estate si studiano le STEM”, in occasione della settimana del RosaDigitale e proprio nel giorno internazionale dedicato a celebrare le donne, un webinar speciale: parleremo dell’eccellenza nell’education delle donne italiane in campi come innovazione, tecnologia, scienze, robotica, …

Anzi: parleranno.

Perché lasceremo la parola alle vere eroine italiane del mondo della scuola e una special guest straniera d’eccezione. Donne che ogni giorno lavorano con l’innovazione per formare non solo bambine e ragazze capaci di credere di più in sé stesse e nella loro capacità di cambiare il mondo, ma anche ragazzi che diventeranno uomini desiderosi di aspettarsi un mondo alla pari.

[il webinar] – [le slide utilizzate durante il webinar] – [l’innovazione di Linda Giannini]

Rosadigitale Free Webinar sulla parità di genere nel digitale [Teleskill, in collaborazione con Digiconsum]

8 marzo, ore 15. Teleskill, in collaborazione con Digiconsum, organizza un webinar gratuito per aderire alla settimana del Rosadigitale.

In tutta Italia, in Europa e all’estero, dal 4 al 12 Marzo 2017, si svolgerà la seconda edizione de “La settimana del Rosadigitale” in occasione della giornata internazionale della donna. Organizzata da Rosadigitale, movimento nazionale di pari opportunità in ambito tecnologico, la settimana, è un insieme di eventi divulgativi e pratici basati su argomenti quali: la programmazione, web marketing, robotica, elettronica, graphic e web design, giornalismo online, digital painting, fotografia digitale e altro ancora.
Teleskill, in collaborazione con Digiconsum, organizza un webinar gratuito per aderire alla settimana del Rosadigitale. Durante il seminario online interattivo saranno condivise opportunità e testimonianze che riguardano le figure femminili e il mondo dell’innovazione digitale. https://www.facebook.com/events/948764128588550/

[ascolta il saluto e la poesia recitata da Linda Giannini, referente RosaDigitale Lazio]

W IL CARNEVALE [scuola infanzia Latina]

Ecco le foto ricordo della festa di Carnevale in classe, coloratissima e piena di allegria!!!

Il padlet delle foto https://padlet.com/LindaGiannini/Carnevale2017

Creato con Padlet

Mario Lodi in libreria…[Scuola dell’Infanzia di Via Cimarosa, Latina]

Ecco la nuova libreria ricevuta grazie al progetto “Alessia e i suoi angeli”.

La libreria si trova nell’atrio del plesso di via Cimarosa. In questo angolo dedicato, trova spazio, nell’ambito del progetto Soave Kids, il ricordo di Mario Lodi.

http://www.latinacorriere.it/2017/04/03/latina-nel-plesso-via-cimarosa-nasce-villaggio-della-lettura/

 

In ricordo di Mario Lodi…(Scuola Primaria di Latina)

Il padlet dei pensieri per Mario Lodi da parte delle classi quarte di scuola Primaria IC don Milani di Latina https://padlet.com/LindaGiannini/MarioLodi2017_quarteLT#

Creato con Padlet

Open Day [IC don Milani Latina]

IL GIORNALINO DEL NOSTRO ISTITUTO
https://madmagz.com/magazine/946581?utm_source=m3&utm_medium=email&utm_campaign=fuop#/page/1