Chiesa della SS. Annunziata

                   Chiesa SS. Annunziata

La fabbricazione della chiesa risale al 1505, data incisa su di una lastra murata in una parete esterna del campanile.
L’imponente facciata è in stile neo-classico mentre il campanile è di forma rettangolare, composto da due campane.
All’interno invece le pareti dell’unica navata sono adornati da altari dedicati per la maggiore parte alla Madonna. La chiesa infatti è del tutto mariana, tema che appare anche se si osserva l’ altare maggiore, sul quale è posta una tela raffigurante proprio la scena dell’ Annunciazione. Nella Chiesa si celebra la festa in onore della Madonna del Carmine (il 16 luglio). La Vergine del Carmelo concede la sua protezione ai carbonai (nel giorno della festa i carbonai di Capracotta spegnevano la carbonaia e si recavano in pellegrinaggio ad Agnone) e ai muratori, salvaguardando anche dal terremoto e dagli smottamenti in genere.

L’edificio è adiacente all’ Oratorio dei Padri Filippini, che utilizzavano questa chiesa per svolgere le loro cerimonie religiose. In questo antico monastero è stata costruita una cappella che ricorda San Francesco Caracciolo, che morì proprio in questo luogo nel 1608, dopo ripetute sue richieste di voler fondare la loro comunità. All’interno della cappella è custodita una pietra che si presume abbia fatto da cuscino al santo sul letto di morte. Secondo una leggenda agnonese, il cuore di San Francesco Caracciolo è nascosto all’interno della Chiesa dell’Annunziata, sotto il pavimento, fin dal 1608.

Le altre ricerche sono leggibili al seguente  link !