Libriamoci, giornate di lettura nelle scuole.

1410532283718libriamoci-slide

Nei giorni 29, 30 e 31 ottobre 2014 si svolgerà Libriamoci, la nuova iniziativa promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) – con il Centro per il libro e la lettura – e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR). L’obiettivo sarà quello di diffondere il piacere della lettura tra i bambini e di sottolinearne l’utilità per la crescita sociale e personale, sia grazie all’esperienza diretta con i testi che attraverso l’ascolto e il confronto con insegnanti e compagni.

Anche il nostro plesso parteciperà all’iniziativa: nelle cinque classi si svolgeranno: letture di testi classici, slogan ed acrostici, gare di lettura, drammatizzazione di testi in prosa e di brani poetici, lettura ed analisi di testi di canzoni, ascolto di brani musicali e tante altre attività volte a promuovere il piacere e l’interesse per la lettura, l’educazione all’ascolto e la motivazione alla scrittura, l’avvicinamento affettivo ed emozionale ai libri, lo sviluppo della creatività.

La nostra partecipazione all’iniziativa è segnalata anche sul sito de “Il maggio dei libri”!

 

Buona lettura a tutti!

12 pensieri su “Libriamoci, giornate di lettura nelle scuole.

  1. Secondo me questa è un iniziativa interessante e infatti sono sempre molto contenta quando leggiamo nella nostra classe o nelle altre.
    La maestra Marilena insieme alla maestra Debora ogni mattina ci fanno leggere un capitolo del libro cuore e uno del diario di Anne Frank.
    SONO FELICISSIMA!!!!!

  2. Cari bambini, avete partecipato a “Libriamoci” con entusiasmo ed impegno! Noi insegnanti siamo molto fiere di voi. Proseguiremo quest’iniziativa nel corso dell’anno scolastico! Vi ricordo che la biblioteca di plesso vi attende! Un abbraccio, Imma

  3. Amo leggere. Il mio viaggio di andata verso la nostra scuola e qualche volta di ritorno verso casa (quando il sonno non prende il sopravvento!) leggo libri. Mi piacerebbe dirvi com’è bello il mondo in cui mi immergo, le cose interessanti che scopro e anche le avventure simpatiche che fanno iniziare bene una giornata! Anche se all’inizio (quando si è bambini) può sembrare faticoso sfogliare e vivere un libro, vale la pena affrontare le prime fatiche perchè i tesori che si scoprono nel farlo hanno la capacità di far dimenticare ogni sforzo iniziale. E, dopo aver gustato i primi introvabili sapori, colori ed odori di ambienti, personaggi e storie, non potrete fare a meno di smettere di leggere. Parola di maestra.
    Debora

  4. Io ho letto un libro, "Brividi e paura". Parla di un bambino normale, di nome Jonathan Valentina. lui diceva che la sua famiglia era speciale. Lui teneva un pennello per disegnare, e questo bambino diceva che il suo pennello era magico. il 14 febbraio per il bambino Jonathan era un incubo, suo padre lavorava in un negozio antico. Questa famiglia abita in Massachusetts, era un paesino che quando la gente non aveva che fare, andava a comprare le cose. Questa storia inizia un pomeriggio d' estate, quando ad un tratto, si alza il vento e arriva una pioggia fortissima. Ci sono tanti cimiteri in Massachusetts. Alcuni cimiteri hanno più di 300 anni. La madre del ragazzo, fa questo lavoro: va cercando per il cimitero lapide e incisioni. In quella città stava succedendo di più e di più ancora, il temporale, il vento e anche la tempesta. Questo bambino mentre stava andando a letto, senti dei strani rumori. Era la tempesta, il vento e le finestre che si aprirono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.