Forme e movimenti

forme e movimenti

“Questo libro è rivolto ad insegnanti di Scuola dell’ Infanzia ed Elementare e in generale a educatori che, consapevoli delle notevoli potenzialità e del desiderio di apprendere dei bambini, cerchino spunti per aiutarli a pensare”.

Si descrive una proposta didattica per l’introduzione di alcuni concetti topologici nella scuola dell’ Infanzia,corredata da osservazioni metodologiche e considerazioni psicopedagogiche sul processo di apprendimento.

“L’oggetto della proposta è di tipo matematico, perché la Matematica, per sua struttura, ben lontana dall’essere solo la disciplina del <<far di conto>> , offre una quantità di argomenti assai idonei a favorire il processo di astrazione e ad avviare alla creatività”.

A pag. 5 vengono accennati alcuni prerequisiti teorici essenziali di Topologia intuitiva nel piano e si descrive la Topologia come la Geometria che studia le proprietà delle figure che si conservano operando sul piano con movimenti elastici. 

Nel complesso,il progetto proposto presenta diversi concetti di linea aperta, linea chiusa, esternointerno, frontiera e si trattano anche concetti di proprietà ed equivalenza topologica nel piano, nonché un tipico problema topologico: la colorazione di mappe piane  (vengono proposti diversi giochi: “Gioco del tappeto di Arlecchino”, “Gioco della pavimentazione”,” Ricostruisci il pavimento”, che rimandano al problema matematico della Tassellatura del piano.

In Appendice si dedica spazio alle Geometrie e gruppi di trasformazioni , quali, la geometria euclidea, la geometria affine,la geometria proiettiva e la Topologia.

Un bel libriccino 🙂

Articoli a tema…

1IL PAESE TOPOLOGICO  IL NASTRO DI MOEBIUS  eulero e le reti  PROBLEMA DEI 4 COLORI

Stats

Piccole storie di Grandi matematici

Il 2013 è l’ Anno della Matematica del Pianeta Terra!

Mpe

Si tratta

di un progetto mondiale che invita per il prossimo 2013 l’intera comunità matematica
e scientifica in genere a un grande impegno in termini di attività di ricerca e
insegnamento, attraverso workshop e convegni accademici, mostre, seminari
d’approfondimento nelle scuole, come pure di una valida comunicazione
scientifica, attraverso conferenze a carattere divulgativo, media e blog per
aumentare la consapevolezza del pubblico generico“.

Tratto da MATEpristem

Anche noi di Pintadera vogliamo esserci con piccolissimi e modesti contributi dedicati ad alcuni matematici che nel corso dei secoli della storia dell’uomo hanno percorso questa lunga e faticosa via con il desiderio di ordinare e di chiarire scoperte e  invenzioni, ponendo le basi per la crescita della Matematica,

serva e regina di tutte le scienze”.

 Buona matematica e buona storia, quindi 😉
Map