Storie di continuità

 😀 Salve a tutti!  😀

Oggi siamo qui per raccontarvi la prima di una serie di attività di continuità didattica dell’Istituto Comprensivo San Donato. Questo è solo l’inizio di un percorso che si svilupperà durante tutto l’anno scolastico tra la primaria e la secondaria.

 

Salite a bordo con noi, cliccate qui! 

Come avrete notato ci sono dei problemi tecnici nella piattaforma che non consentono l’inserimento di immagini. Speriamo si risolvano al più presto.

Intanto andate a curiosare nel nostro muro virtuale.

Articolo curato dalla prof. Rita Defalchi (degustatrice raffinata di dolcetti rigorosamente sardi)

La Protezione Civile a scuola

La  Protezione Civile ha organizzato nella Scuola dell’Infanzia di Caniga  un percorso formativo  che orienta l’attività didattica alla sensibilizzazione e formazione dei bambini sui rischi in cui possono incorrere mentre sono a casa e sulla strada , sottolineando i relativi comportamenti corretti da adottare.

 

La Protezione Civile

Le Insegnanti della Scuola dell’Infanzia di Caniga

I bambini di 3, 4, 5 anni

Articolo a cura di Maestra Stefania

Open day Scuola Primaria San Donato…benvenuti piccolini =)

Il giorno 2 febbraio la scuola di San Donato ha festeggiato il suo Open Day.

A partire dalle 16.30 è stato possibile visitare gli spazi e conoscere i bambini e le insegnanti che la frequentano ogni giorno con tanto entusiasmo.
Un piccolo gruppo di “apprendisti ciceroni” ha avuto il compito di accogliere e accompagnare, nella visita alla scuola, i futuri compagnetti provenienti dalla scuola dell’Infanzia e i loro genitori.
ciceroni blog
Ogni gruppo classe ha presentato un’attività e la prima lezione proposta si è svolta in palestra.
I bambini della 2^A hanno proposto due giochi: “Il semaforo” e “Il ragno e i moscerini”.
Nel primo gioco due “vigili” chiamavano, in inglese, i colori e le “macchine” dovevano effettuare i movimenti assegnati ad ogni comando.
Nel secondo, il “ragno” poteva muoversi soltanto sulla sua “ragnatela” cioè la linea di metà campo e i “moscerini” dovevano riuscire ad arrivare dall’altra parte del campo senza essere presi pena…la trasformazione in ragni.
Anche i più piccolini sono stati coinvolti nelle attività e hanno risposto con entusiasmo e allegria.

2^A
Terminata la mini-lezione in palestra, i nostri ospiti hanno proseguito la visita. Sono stati accompagnati al secondo piano dove sono ospitate le nostre aule.seguiteci blog
La prima classe visitata è stata la 1^A. E’ stata proposta una lezione di animazione alla lettura che ha impegnato i bambini in una prima fase di ascolto di una storia seduti in cerchio.
In seguito il compito era quello di scegliere, tra tante, solo le immagini riguardanti la storia ascoltata.

L’attività è stata svolta utilizzando il libro “W i calzini verdi”. 1^A tris
In seguito i nostri nuovi compagnetti e i loro genitori sono stati accolti in 3^A.
Gli alunni sono stati coinvolti in un percorso didattico sulla comprensione del testo attraverso attività con l’ausilio della LIM.
I bambini hanno gestito in autonomia il gioco dell’oca, lanciando i dadi, facendo intervenire i compagni che ad ogni casella-attività dovevano rispondere ad una domanda per identificare il messaggio, l’idea centrale e le informazioni esplicite interpretando informazioni e concetti.
Anche i piccoli ospiti hanno partecipato all’attività attraverso il “gioco” con la LIM.3^A
La 4^A è stata l’ultima classe visitata dal folto gruppo di attentissimi ospiti.
Le insegnanti hanno predisposto un laboratorio intitolato “Storiarteggiando”. Durante le attività tutti i bambini hanno avuto modo di sperimentare l’utilizzo dell’argilla per creare delle piccole statuine raffiguranti la Dea Madre della Sardegna. Anche i bambini della scuola dell’Infanzia hanno partecipato attivamente e con entusiasmo nel realizzarle. 4^A
Al termine della visita è stato previsto un momento di scambio e confronto tra genitori. Abbiamo aperto la nostra biblioteca e i gli attuali rappresentanti di classe hanno risposto alle domande dei genitori ospiti.
La serata si è conclusa con una piccola festa durante la quale è stato possibile conoscerci meglio.
biblioteca
E adesso i complimenti ai bambini della Scuola Primaria: si sono mostrati molto abili nel gestire le attività e nel guidare gli ospiti. Hanno messo via la timidezza e con grinta e simpatia hanno superato anche questo piccolo esame.
Come avete potuto vedere dalle immagini, tutte le attività proposte hanno coinvolto i piccolissimi futuri alunni che hanno partecipato attivamente ai laboratori sotto gli occhi emozionati e divertiti dei loro genitori e dei loro futuri insegnanti.
Da San Donato è tutto…vi aspettiamo a Settembre per una nuova avventura nella nostra scuola =)

P.S. Per vedere meglio le foto basta un “click” su ognuna di esse.

Articolo curato dalla maestra Rossella Dettori.

Il Natale matematico

Nuovo Presentazione di Microsoft Office PowerPoint

Vi presentiamo un’interessante attività che lega la matematica al Natale. E’ stata realizzata nelle diverse classi del nostro Istituto Comprensivo, con diversi gradi di difficoltà.

Ecco quello che abbiamo proposto nelle classi 1° e 2° della Scuola Media n°7 di via Satta. Abbiamo festeggiato il Natale con degli alberi molto originali. Questa la consegna:

page0001

IMG_9123

Per vedere i ragazzi a lavoro, cliccate qui

L’attività è stata coordinata dalle prof. Santona, Defalchi e Acca.

L’articolo è stato curato dalla prof. Rita Defalchi

 

 

 

 

 

 

IMPORTANTE RICONOSCIMENTO PER IL FLPP

flpp1

Il 2 dicembre presso la sala conferenze dell’infermeria San Pietro, Assessorato allo Sviluppo Locale e alle Politiche Culturali, è stato presentato il Global Public Space Toolkit, un vademecum di buone pratiche per gli spazi pubblici realizzato da un-habitat (l’agenzia ONU che ha il compito di favorire un’urbanizzazione socialmente e ambientalmente sostenibile e garantire il diritto di tutti a una casa dignitosa).toolkit_cover-890x395_cUn vero e proprio manuale che raccoglie principi, strumenti operativi e casi studio a disposizione di amministratori locali e governi per appoggiarli e indirizzarli sulla strada migliore per creare e gestire spazi pubblici di qualità nelle città di tutto il pianeta.
Fra i 60 casi (scelti A LIVELLO MONDIALE) di buone pratiche sulla riattivazione e l’uso corretto degli spazi pubblici c’è anche il progetto del

FRONTE DI LIBERAZIONE DEI PIZZINNI PIZZONI
flpp3
CARMELA NOCE, referente del progetto del Fronte di liberazione dei Pizzinni Pizzoni e VALENTINA TALU, di Ta.ma.la.cà ripercorrono le tappe più importanti della nostra storiaflpp4flpp6flpp7E ribadiscono le loro richieste
– liberare gli spazi pubblici e restituirli ai cittadini
– partecipare attivamente a tutte le decisioni che riguardano i bambini ed i ragazzi
– rendere gli spazi accessibili
Insomma…flpp8 (2)flpp9flpp10 (2)Si passa poi alla presentazione del libroflpp11La pubblicazione – scaricabile gratuitamente in pdf http://unhabitat.org/wp-content/uploads/2015/10/Global%20Public%20Space%20Toolkit.pdf – è un importante riconoscimento per la scuola e il quartiere di San Donato, per Sassari e il suo territorio, ma soprattutto per gli sforzi che i nostri Pizzinni Pizzoni compiono dal 2008 per salvare la città. Il FLPP a pagina 72.

 La stampa parla di noi

flpp12Bellissima soddisfazione per l’I.C. SAN DONATO

flpp13

Articolo curato dalla prof. Rita Defalchi

Giocando con gli anagrammi

Se si prendono le lettere che formano una parola e si sistemano in modo diverso per ottenere una parola differente, si è fatto un anagramma.

Come esempio partiamo dalla parola CIMA. Facilmente si vedrà che le lettere possono essere disposte in modo da formare la parola MICA:

MICA è perciò un anagramma di CIMA; e viceversa.

In classe – è un inizio – si gioca senza tante regole; così tanto per scaldarci:-)

Gli anagrammi sono un tipo assai conosciuto di giochi con le parole, e se ne possono trovare diversi esempi – alcuni facili, altri assai difficili – in riviste enigmistiche e in giornali.

Proviamo a presentare alcune semplici parole su cui esercitarsi: in ciascun caso sono date le parole e la definizione per l’anagramma.

  1. Ira (cattiva)
  2. Mare (metallo)
  3. Corte (sicura)
  4. Coste (canestro)
  5. Rito (hanno le corna)
  6. Mole (in testa al corazziere)

Domani in gruppo proverete a risolvere:-)

Buoni giochi linguistici dalla classe terza di Caniga e dalle maestre Tiziana e Maria Giovanna

 

Continuità: una bella parola

Alcuni giocosi e inclusivi momenti di reale continuità in Fabrizio De Andrè nella giornata dedicata alla Festa della Primavera:

Diapositiva2 Diapositiva3 E una bella percezione di ‘continuità’ reale e quotidiana è espressa nelle parole di maestra Renata che ci racconta:

Cara Maria Giovanna, ti invio copia della lettera che i ragazzi e le docenti della prima media ci hanno letto il giorno della festa della primavera per ringraziarci della<<continuità>> che abbiamo fatto loro vivere durante quest’anno. Non abbiamo parole per ciò che ci hanno detto: ci è sembrato normale proporre anche a loro le nostre iniziative.

Anche da parte nostra un affettuoso GRAZIE.

Ecco di seguito la lettera che le colleghe della scuola secondaria hanno offerto alle colleghe della scuola dell’infanzia e della scuola primaria:

Diapositiva1 Non ci resta che dire

Buona continuità a noi