A scuola di legalità

Il 3 e 21 marzo si sono svolte, presso l’aula magna della Scuola Fabrizio De Andrè, due importanti giornate sulla legalità promosse dal Rotary Club di Sassari Nord.

Durante la prima giornata con l’ausilio del personale della Polizia di Stato, messo gentilmente a disposizione dal Questore di Sassari Dott. Pasquale Errico, i ragazzi hanno affrontato il tema del bullismo e cyberbullismo.

All’incontro sono intervenuti il Dott. Cristiano De Palmas e come rappresentanti del Rotary Club di Sassari Nord, il Presidente Gianni Fois e l’Avv. Pier Giorgio Poddighe del Tribunale dei Minori di Sassari.IMG_0117 (FILEminimizer)

È stato posto l’accento sui pericoli che i ragazzi possono incontrare navigando su internet e attraverso l’utilizzo dei social network.IMG_0122 (FILEminimizer)

Il dott. De Palmas ci ha mostrato alcuni filmati tratti da  videogames, cartoni animati e pubblicità carichi di scene di violenza.

Ciò che ha maggiormente catturato la nostra attenzione è stato il tema dei videogiochi. In alcuni casi al giocatore viene chiesto di raggiungere certi obiettivi seguendo particolari regole, che  possono anche “imporre” di uccidere persone, distruggere cose ed immedesimarsi in personaggi immorali, compiendo gesti criminosi.

Un discorso molto interessante dal quale è scaturito un dibattito che ha coinvolto in egual maniera alunni ed insegnanti.

Chiediamoci.

Questa esposizione alla violenza può generare delle conseguenze? Se sì, quali?

Ci sono dei soggetti più esposti e più vulnerabili?

I videogiochi violenti fanno sembrare la violenza un po’ meno violenza?

Ma anche: quali i limiti per definire violenta una modalità di comunicazione?

Il dibattito anche fra gli esperti è sempre aperto.

IMG_0121 (FILEminimizer)

Alcuni momenti della discussione.

Molti di noi per un momento hanno rimpianto il buon vecchio Pac Man.pacman_game

rotary2 (FILEminimizer)Durante la seconda giornata il tema del bullismo e cyberbullismo è stato ripreso dall’Avv. Piergiorgio Poddighe, del Tribunale dei Minori di Sassari, che ha evidenziato le conseguenze legali di tali gesti.IMAG0403k (FILEminimizer)

L’avvocato Poddighe ha illustrato degli episodi di bullismo (di fantasia ma sicuramente verosimili) riflettendo insieme agli alunni e coinvolgendoli nella loro analisi:

Quali conseguenze legali possono avere queste azioni?

chi le compie è consapevole che si tratti di un reato?

I ragazzi hanno potuto conoscere l’esatto iter che segue una pratica che riguarda i reati commessi da minori, quali leggi vengono applicate e le pene previste.

La discussione, molto coinvolgente, ha stimolato tutti.

Alcuni momenti del dibattito.IMAG0400k (FILEminimizer)

L’avvocato ha mostrato dei video con lo scopo di sensibilizzare i ragazzi che subiscono gesti di bullismo a denunciare queste situazioni, a chiedere aiuto e a non subire in silenzio.

La persona più forte o “toga”, come sono soliti dire i più giovani, non è colui che fa il prepotente con i deboli ma chi li difende.

Abbiamo poi assistito all’intervento dei ragazzi delle terze che hanno raccontato la loro esperienza e le loro emozioni durante la simulazione del processo che si era tenuto qualche giorno prima proprio al Tribunale dei minori.f5cddc767d4e69fce053b61b20876d60 (FILEminimizer)

Al termine della mattinata il Presidente del Rotary Club di Sassari Nord Gianni Fois ha donato alla nostra Preside il gagliardetto del Club.rotary (FILEminimizer)

Un gesto che rimarca la proficua collaborazione tra il Club e la nostra scuola. Il Rotary è sempre molto sensibile a tutte le proposte che riguardano la promozione della legalità e le iniziative che possono offrire situazioni di crescita e maturazione per i ragazzi.

Concludo questo racconto con delle significative immagini realizzate da alcuni alunni che hanno così interpretato il tema del bullismo.alessandra (FILEminimizer)

irene (FILEminimizer)stefano (FILEminimizer)Ringraziamo tutto il Rotary Club Nord Sassari ed il suo Presidente Gianni Fois, il Dott. Cristiano De Palmas  e l’Avv. Pier Giorgio Poddighe e la nostra Dirigente Scolastica prof.ssa Patrizia Mercuri.

Grazie al prof. Antonio Manca e alla prof.ssa Antonella Mancaleoni che hanno organizzato le due giornate.

Buona legalità a tutti.

Articolo curato dalla prof.ssa Rita defalchi

Silenzio in aula! Parlano i ragazzi

“Dal caso giudiziario alle regole attraverso la simulazione di processi”.

Il 19 marzo, presso il Tribunale dei Minori di Sassari, gli alunni delle classi terze della Scuola Media hanno vissuto un’interessante ed emozionante esperienza.aula

Dal caso giudiziario alle regole attraverso la simulazione di processi”.

La proposta, accolta con grande entusiasmo, è arrivata dal gruppo giuridico Norberto Bobbio che da anni propone nelle scuole attività legate alla diffusione dell’idea di legalità, alla conoscenza del sistema giudiziario, all’approfondimento di temi costituzionali e di cittadinanza.

Gli alunni, nei giorni precedenti, hanno immaginato una situazione di bullismo all’interno della scuola e assegnato i ruoli dei protagonisti. La vicenda è stata poi tradotta “in caso giudiziario” dagli avvocati e giudici del tribunale dei minori.

IMG_2316

Il Giudice, dottor Vecchione, il Pubblico Ministero, dottoressa Pischedda e l’avvocato difensore, dottor Campus, rispondono alle domande dei ragazzi e illustrano le fasi del processo.

Dopo qualche attimo di emozione iniziale eccoci…

silenzio in aula,

a voi i nostri speciali protagonisti.www.kizoa.com_collage_2016-03-21_20-04-52pubbliciavvocatitestimoniimputataaleila

I ragazzi hanno affrontato con grande serietà i loro ruoli.

Grazie alle spiegazioni del giudice, del P.M. e dell’avvocato hanno potuto conoscere e comprendere le dinamiche giudiziarie legate ai reati minorili.

Non avremmo potuto immaginare modo migliore per guidare i nostri ragazzi alla scoperta di tematiche così delicate.

Un ringraziamento al Gruppo Norberto Bobbio, alla prof.ssa Mena Pipicelli, al  dottor Vecchione, alla dottoressa Pischedda e al dottor Campus, per averci permesso di vivere questa intensa esperienza.

Per sfogliare l’album fotografico di questa particolare mattinata cliccate sull’immagine

silenzio in aula 

Buona legalità a tutti/e noi

dalle classi terze della scuola media

Articolo curato dalla prof. Rita Defalchi

FLPP: il ritorno! Incursione in Consiglio Comunale

abbatterebarrierearchitettonicheLa ciurma del FLPP ha fatto gli auguri di Natale al Sindaco e a tutta la giunta e ha approfittato  di questa circostanza per chiedere un regalo di Natale importante e utile…

Grazie alla guida di Tamalacà, che accompagna il Fronte in tutte le iniziative, ha escogitato una silenziosa ma efficace comunicazione:

Nessuna parola, solo cartelli.

I rappresentanti del FLPP hanno ricordato alla giunta che l’anno scorso, durante la Scarrozzata Extrapedestre loro stessi in prima persona avevano potuto constatare che l’ingresso della Scuola Media n.7 non fosse accessibile a tutti (per esempio a carrozzine e passeggini).

Cliccate sulla foto per leggere l’articoloimage2 (FILEminimizer)In questa occasione la giunta aveva promesso la realizzazione di una rampa che rendesse agevole l’ingresso per TUTTI.

Il FLPP non dimentica le promesse fatte.

MantenerePromesseFatte3 (FILEminimizer)MantenerePromesseFatte1 (FILEminimizer)MantenerePromesseFatte2 (FILEminimizer)Grazie all’alleanza consolidata con la consigliera Pizzinna Pizzona Francesca Arcadu, e alla complicità degli altri Efrem Carta, Lalla Careddu, Maurilio Murru (e sperando nell’attenzione del sindaco Pizzinnu Pizzone Nicola Sanna) subito dopo alcuni rappresentanti del FLPP hanno incontrato l’assessore ai Lavori Pubblici, Ottavio Sanna, che ha promesso di realizzare la rampa entro il mese di gennaio.

MantenerePromesseFatte5 (FILEminimizer)Se volete leggere l’articolo apparso sulla Nuova Sardegna cliccate sulla seguente immagine

imageIl FLPP aspetta.

Tutti e tutte, Pizzinni e Pizzoni, ci auguriamo di poter condividere nel nostro blog Pintadera, entro gennaio, l’inaugurazione della rampa!

   Diapositiva81

 

 

Articolo curato dalla prof. Rita Defalchi

da quel di San Donato

La statistica

Anche questa documentazione – portata avanti nella classe 3^ della scuola secondaria di primo grado – è  all’interno del progetto – “Iniziative didattiche di prevenzione e di contrasto della dispersione scolastica ai sensi del D.M. 7 febbraio 2014 e del DDG 7 febbraio 2014” –   guidato dall’ Associazione Nazionale dei Pedagogisti Italiani (ANPE)

La statistica Una descrizione più completa delle attività condotte nella classe la potrete visionare sfogliando il libricino online
Statistica dai ragazzi, dalle ragazze e dalla prof. Marras

buone statistiche

Lo spazio vissuto

Questa documentazione portata avanti in una classe prima della scuola secondaria di 1° grado è all’interno del progetto – “Iniziative didattiche di prevenzione e di contrasto della dispersione scolastica ai sensi del D.M. 7 febbraio 2014 e del DDG 7 febbraio 2014” –   guidato dall’ Associazione Nazionale dei Pedagogisti Italiani (ANPE) e dall’Associazione Manes,  per l’Educazione dell’Adulto e una Pedagogia dei Talenti;

progetto che coinvolge il nostro IC.

“Il presente progetto si basa sull’ idea di educazione per una nuova cittadinanza, intesa come la costruzione di un’alleanza educativa tra scuola e famiglia, scuola e territorio nella ri-definizione di nuove e rinnovate dimensioni relazionali  e comunicative tra alunni e insegnanti, genitori e figli, genitori e genitori, genitori e scuola” , così come descritto nella scheda progetto allegato.

per visualizzare i file incorporati nell’immagine, cliccate sui tondini.

E questo è il diario che descrive l’esperienza:

Relazione conclusiva corsi di recupero_def

dai ragazzi e dalle ragazze e dalle professoresse Mariella & Tiziana

Piazza in Festa

Diapositiva3 

 

Il 19 aprile 2015 il Rotary club Sassari Silki in collaborazione con i docenti della Scuola Media ha organizzato la manifestazione Piazza in festa, una giornata di raccolta fondi per la scuola.

 

 

I ragazzi e le ragazze, guidati/e dalle loro insegnanti, hanno allestito un mercatino a dir poco speciale  in una delle piazze storiche più caratteristiche di Sassari, dedicata a Pasquale Tola.

Diapositiva2 Anche il quotidiano La Nuova Sardegna informa di questa iniziativa con questo articolo

Diapositiva12 Curiosiamo un po’ nel mercatino

Diapositiva4 Diapositiva5 Diapositiva6 Diapositiva7 Diapositiva11

I protagonisti di questa giornata hanno presentato al folto gruppo di persone presenti  manufatti diversi, messi a disposizione dal club rotariano e dipinti realizzati da loro stessi  e da artisti locali  che hanno voluto contribuire così solidarmente per la riuscita dell’iniziativa.

E non è cosa da poco. Si parla di attenzione per la  scuola. Sapevate vero che San Donato è la scuola più ‘vecchia’ di Sassari e che l’anno passato si è festeggiato il centenario?

Tranquilli,  però. Non dimostra 100 anni;-)

Adesso è  il momento dell’asta 😀

Diapositiva9Diapositiva8     Diapositiva10

E i nostri giovani stanno imparando a organizzarsi per migliorare la loro vita scolastica e – e non è poco – da cittadini.

Complimenti a tutti/e

da San Donato a noi

 

ps. per visualizzare le immagini ingrandite cliccateci sopra

Sardegna e Francia: I paesaggi dell’anima

Il 9 aprile 2015 presso la Scuola Media via Satta si è svolta la mostra d’arte

Sardegna e Francia, i paesaggi dell’anima”.

Le due locandine in PDF sulla mostra:

LOCANDINA MOSTRA PITTURA (2)    LOCANDINA MOSTRA PITTURA

Gli alunni delle classi terze, guidati dalle professoresse di Arte e Immagine Tiziana D’Ascanio e Antonella Contini  e dalla professoressa di francese Antonella Mancaleoni, hanno realizzato delle rielaborazioni dei più rappresentativi artisti isolani e d’oltralpe tra la fine dell’800 e del ‘900.

Diapositiva1 Diapositiva3 Diapositiva4 Diapositiva5 Diapositiva6 Diapositiva7 per visualizzare le immagini ingrandite, cliccateci sopra

E adesso mettetevi comodi e godetevi questo bellissimo filmato che documenta questo percorso di studio e l’abilità espressiva raggiunta dagli alunni e alunne

 

La qualità del filmato non è al meglio. Con la collega Rita Defalchi – insegnante della scuola secondaria – abbiamo pensato di proporre il lavoro  anche con un altro taglio.

Eccole

La mostra della 3 A
Classe terza A
La mostra della 3 B
Classe terza B

Complimenti a voi tutti/e e alle vostre professoresse che vi hanno guidato in questo percorso – dell’anima? – affascinante e formativamente potente.

Obiettivo: Differenziare con qualità

Gli alunni delle classi 1aBe 2a B della Scuola Media di via Satta (ex n.7), guidati dalla prof.ssa Foddis Maria Antonietta,  partecipano al concorso  “Obiettivo: differenziare con qualità”, proposto dal Comune di Sassari con l’assessorato alle Politiche agro-ambientali e verde pubblico.

Diapositiva2 Diapositiva3 Diapositiva4 Diapositiva5

Vincono il primo premio nella categoria Scuola Secondaria di primo grado.

Alcune immagini della premiazione.

Diapositiva7 Diapositiva8 Diapositiva6

Gli alunni hanno poi scritto una lettera allo storico Manlio Brigaglia che cura una rubrica nel quotidiano La Nuova Sardegna

Diapositiva9Grandi complimenti ai ragazzi, alle ragazze e alla professoressa 😀