Tutela dell’ambiente? Noi ci crediamo!

La nostra Scuola è sempre molto attenta a tutte le iniziative che riguardano la tutela dell’ambiente e l’importanza di una corretta raccolta differenziata. Ecco perché accogliamo sempre con grande entusiasmo i progetti di sensibilizzazione verso questi temi.

Lo scorso anno la 1a e 2a B della Scuola Media hanno vinto il primo premio del concorso “Differenziare con qualità”.

Quest’anno, le stesse classi hanno seguito un percorso di educazione ambientale proposto dalla Cooperativa Sealand Asinara: “No littering”.

Il progetto mirava a far acquisire agli alunni spirito critico rispetto alle questioni ambientali e contribuire alla formazione di cittadini consapevoli e responsabili. Le docenti Falchi, Foddis, Lai e Scanu hanno partecipato alla realizzazione delle varie attività, suddivise in 4 fasi.

1.Presentazione del progetto e creazione di cartelloni sul littering.miniFotoJet1

Ma voi sapete cosa è il littering?

Con il termine littering si intende l’abitudine incivile di gettare piccoli rifiuti dove capita, senza curarsene e senza utilizzare gli appositi contenitori.

2. Interviste nel territorio accanto alla scuola.

Il questionario prevedeva questo genere di domande: “Lei sa cosa è il littering?”, “Secondo lei Sassari è una città pulita?” , “Quali le possibili soluzioni per migliorare la situazione?miniFotoJet 2

3. Uscita nella spiaggia di Platamona. I nostri ragazzi armati di guanti, sacchi e palette si sono occupati della pulizia di una piccola zona della spiaggia e della pineta.

Ecco la seconda B in azione…miniFotoJet Collage3

…e la terza B…miniFotoJet Collage4miniFotoJet5

4. L’incontro finale è stato un momento di riflessione e condivisione tra operatori e ragazzi circa l’esperienza fatta. Dalle interviste è emerso che i cittadini considerano la loro città abbastanza sporca. Pensano che se ci fossero più cestini forse sarebbe più pulita, ma alcuni di loro hanno ammesso di aver gettato dei piccolissimi e insignificanti rifiuti per terra nonostante ci fosse un contenitore vicino.

I ragazzi hanno potuto constatare in prima persona che il gesto di abbandonare un piccolo pezzetto di carta o il chewing-gum è un atto grave e dannoso per l’ambiente e per il decoro urbano.

Basterebbe un po’ più di senso civico e attenzione.

Noi siamo certi che tutte queste iniziative stiano contribuendo a formare dei cittadini virtuosi ed attenti all’aspetto ecologico.

6 Maggio 2016

miniFotorCreated2

Gli alunni delle classi 1a e 3a A, accompagnati dalle professoresse Oggiano e Santona, si sono recati a Palazzo Ducale per partecipare alla conferenza stampa sulla presentazione delle nuove misure a sostegno dello sviluppo della raccolta differenziata di carta e cartone nel Comune di Sassari.

Durante l’incontro è stato comunicato che finalmente verranno distribuiti, nelle scuole e negli uffici delle amministrazioni comunali, 5.000 salvacarta, appositi contenitori per effettuare la raccolta differenziata di carta e cartone. Noi siamo pronti!

Emergenza ambiente chiama, San Donato risponde!

Articolo curato dalla professoressa Rita Defalchi.

Buone sensibilità ecologiche a noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *