Continuità: una bella parola

Alcuni giocosi e inclusivi momenti di reale continuità in Fabrizio De Andrè nella giornata dedicata alla Festa della Primavera:

Diapositiva2 Diapositiva3 E una bella percezione di ‘continuità’ reale e quotidiana è espressa nelle parole di maestra Renata che ci racconta:

Cara Maria Giovanna, ti invio copia della lettera che i ragazzi e le docenti della prima media ci hanno letto il giorno della festa della primavera per ringraziarci della<<continuità>> che abbiamo fatto loro vivere durante quest’anno. Non abbiamo parole per ciò che ci hanno detto: ci è sembrato normale proporre anche a loro le nostre iniziative.

Anche da parte nostra un affettuoso GRAZIE.

Ecco di seguito la lettera che le colleghe della scuola secondaria hanno offerto alle colleghe della scuola dell’infanzia e della scuola primaria:

Diapositiva1 Non ci resta che dire

Buona continuità a noi