La scatola magica e l’enigma di San Valentino, di Frederique Papy

Questa è la storia di un bambino che ha molta molta immaginazione.

[…Lui usa la sua immaginazione per creare meravigliosi giocattoli dalle cose più semplici e ordinarie.

Ogni giorno lui inventa un nuovo gioco.

Ogni nuovo gioco gli sembra più eccitante del precedente.

Quando sua madre rientra a casa, si concede sempre del tempo per ascoltarlo nonostante sia molto stanca.

Loro amano condividere le sue nuove idee.

Lei lo incoraggia sempre e spesso offre buoni suggerimenti per quanto lui farà le prossime volte].

E’ la seconda storia matematica di Papy che leggiamo e che ci consente di continuare a giocare con la matematica.

Non inserisco tutta la storia – tradotta anche questa dalla specialissima collega Tiziana Roggero – ma solo una parte che capita nel momento più adatto; come si usa dire: “cade a fagiolo”. In questa storia infatti si parla della giornata di San Valentino.

Si tratta di un altro lavoro integrato che coinvolge la matematica e le relazioni, l’inglese, l’italiano e l’immagine.

The magic box

[Domani è il giorno di San Valentino pensò il nostro piccolo amico mentre stava rientrando da scuola. “Io devo preparare un biglietto per mia mamma, per i miei amici e i miei nonni”.

Lui fece tanti disegni e mise il più bello di tutti nel bigliettino per la madre. Il giorno dopo fu eccitante. A scuola i bambini fecero una festa per San Valentino e scelsero il piccolo ragazzo per organizzare uno spettacolo. Lui ebbe così tante interessanti idee che loro lo applaudirono a lungo.

Alla fine della festa i bambini si scambiarono i loro “Valentine” ].

Diapositiva18Diapositiva19Diapositiva20

Diapositiva21

Diapositiva4Diapositiva9

Quando sua madre rientrò a casa lui le spiegò:

Questa freccia rossa significa che

Diapositiva11

[ “Tu vedi chi ha ricevuto il maggior numero di Valentine?” chiese

“Sì” – disse sua madre dopo aver guardato a lungo il disegno.

“Sei tu?” – aggiunse – “Sì” rispose lui orgoglioso

“Hai ricevuto 5 Valentine” disse sua madre “Sono orgogliosa che i bambini della tua classe ti apprezzano”.

“Riesci a vedere i 3 bambini ai quali ho inviato un Valentine? chiese il bambino “ Due di loro sono veramente i miei migliori amici. Il terzo è una timida bambina che non parla mai con nessuno. Io ero quasi sicuro che tutti gli altri si sarebbero dimenticati di lei”.

“ E’ stato un pensiero gentile” disse sua madre ].

[ ” Guardo i miei due migliori amici” disse il bambino. “ Cosa pensi di loro?” chiede alla madre.

“ Uno di loro è selettivo, ha inviato un Valentino a te ma a nessun altro” rispose la madre.

“ E’ vero” risponde il bambino.

“ L’altro ha un carattere diverso” aggiunge la madre “ Sembra sia veramente generoso. Ha inviato il maggior numero di Valentine”.

“ E’ la verità. E’ un bravo compagno” risponde il bambino ].

[Il piccolo bambino indicò il puntino con il cappio e chiese alla madre:

“ Cosa pensi di questo bambino?”

“ E’ strano” rispose sua madre “ Questo bambino deve essere molto triste. Ha inviato un Valentino a se stesso e a nessun altro”.

“ Non piace a nessuno in classe” osservò il piccolo ragazzo.

Rimase silenzioso per un momento mentre guardava il disegno, poi aggiunse:

“ Mi sento un po’ colpevole. Due miei amici hanno inviato un San Valentino a me e a nessun altro e sfortunatamente io mi sono dimenticato di loro”.

“ Queste cose succedono” osservò la madre “Tu potrai avere un’altra occasione per mostrare loro la tua amicizia”.

Il piccolo ragazzo e sua madre continuarono a guardare il disegno per un lungo tempo, discutendo dell’amicizia tra bambini ].

I Valentine

Diapositiva14

Si continua con la storia

Diapositiva16

Diapositiva17

Alcuni personaggi descritti da Alessio

e alcuni disegni dei piccoli:

Diapositiva6

Diapositiva7

Diapositiva8

Alla prossima storia matematica:-)

I bambini e le bambine insieme a m.stra Maria Giovanna

da quel di Caniga

4 pensieri su “La scatola magica e l’enigma di San Valentino, di Frederique Papy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *