La notte di Halloween

 

I giorni si accorciano. Alle quattro del pomeriggio fa già buio. Tutte le vetrine delle botteghe di via Vespucci hanno in mostra qualche enorme zucca ghignante o una strega dal naso storto che cavalca una scopa di crine.

All’emporio c’è un gigantesco scheletro che ballonzola sulle pile delle scatole di conserve. Lì, all’emporio, io e zia Gùdula abbiamo comprato due grosse zucche: una per la crostata di zia Alice, una per decorare la finestra che dà sul viale.

La vigilia di Halloween ci mettiamo tutte insieme a tagliare le zucche. Prima tagliamo la polpa arancione nella quale si annidano decine e decine di semi. Zia Beatrice li fa asciugare in forno e zia Gùdula ne mette da parte una manciata per i passerotti.

Sono sempre io che m’incarico della zucca decorativa. Prima di tutto con un pennarello traccio due occhi un po’ subdoli; disegno un naso triangolare con la punta in su e poi la bocca, con i denti che fanno paura. Alla fine tocca a zia Diana  ritagliare i tratti con un coltellino ben affilato. Poi infiliamo dentro la zucca una candela accesa e spegniamo le luci.

Fiiiù! Ho fatto un salto! Quest’anno la mia zucca è riuscita che è una meraviglia. Ha un porcaccio aspetto di mostro della miseriaccia! Sono sicura che domani,sul davanzale, attirerà tutti i vampiri,gli gnomi, gli spiriti malvagi e gli scheletri del quartiere.

Lettura proposta dalla classe quarta e dalle maestre Marina e Manuela

Tratto da:

Ginette Anfousse, Sette mamme per Camilla, Giunti
Stats

Halloween in classe quarta

I bambini e le bambine della classe quarta hanno ricercato informazioni su Halloween.

Leggiamo insieme a loro.

1. Perché ad Halloween si preparano dei mostri con le zucche?

Si crede che nella notte di Halloween gli spiriti dei morti prendano vita, tornino con dei fuochi in mano per portare via con loro le persone vive. Si preparano allora delle facce finte con le zucche al cui interno si mette una candela accesa, così si ingannano i morti.

Diapositiva3

2. Perché in occasione della festa di Halloween si usa dire ” dolcetto o scherzetto”?

Nella tradizione americana i bambini travestiti da streghe, vampiri,fantasmi impersonavano gli spiriti dei morti che minacciavano i vivi. Quando bussavano alla porta delle case dicevano: – Dolcetto o scherzetto – perché si aspettavano questo dono, altrimenti minacciavano un maleficio o un sortilegio.

Diapositiva2 Volete adesso preparare una zucca di Halloween doc? Seguite le istruzioni e farete un’ottima figura 😉

Materiale necessario:

– una zucca

– un coltello ben affilato (che useranno le nostre maestre)

– un pennarello

– una candela

– un cucchiaio

Procedimento

1. Tagliare la parte superiore della zucca

2. Svuotare l’interno della zucca con il cucchiaio

3. con il pennarello disegnare due occhi e il naso triangolare e una bocca con i denti da far paura

4. Sistemare la candela  all’ interno della zucca e accenderla

E per finire,

SPEGNETE LE LUCI

IL TERRORE E IL DIVERTIMENTO SONO ASSICURATI!!!

Diapositiva1 La classe quarta con le maestre Marina e Manuela vi salutano

Stats

Un giochino con il domino

Conoscete il domino, vero? Quante volte avete giocato con i suoi pezzi.

domino Scegliamo un pezzo del domino, in questo caso il pezzo che appare nell’immagine formato dai numeri 6 e 3.

Facciamo questi calcoli:

a. moltiplica uno dei numeri del pezzo per 5: 6 x 5= 30

b. aggiungi 8: 30 + 8= 38

c. moltiplica per 2: 38 x 2= …

d. aggiungi l’altro numero del pezzo: … + 3= … 

e. sottrai 16 dal risultato: … – 16= …

Cosa ne dici delle due cifre del risultato?

Continua a giocare con il domino e divertiti 😉
Stats

Si gioca in prima:-))

I piccolini giocano con i cubetti incastrabili e cercano di costruire dei labirinti.

Eccoli all’opera:

labirinto1 labirinto2 labirinto6 lab1 lab9In classe abbiamo parlato delle loro creazioni e confrontato le costruzioni.

E’stato il momento dei contributi e degli aggiustamenti. Bello!

labfine

E adesso un piccolo problemino:

C’E’ UNA TARTARUGHINA CHE HA MOLTA MOLTA FAME.

ARRIVERA’ ALL’INSALATA?

CERCA LA STRADA PER LEI.

labirintotartarugaC’E’ UN POSTO, NELL’ORTO, IN CUI IL CONTADINO POTREBBE COLTIVARE L’INSALATA SICURO CHE LA TARTARUGA NON CI POSSA ARRIVARE?

Buone strade a voi, alla tartarughina e al contadino.
Stats

Un altro rompicapo sul sistema di numerazione

Nel nostro sistema di numerazione qualsiasi numero intero è uguale al numero che lo precede aumentato di 1.

E questa proprietà può essere sfruttata per creare questo giochino.

Scegliete un numero, per esempio 386, e addizionate a questo numero i quattro numeri interi successivi:

+ 386

+ 387

+ 388

+ 389

+ 390

________

1 940

Dividete questa somma per 5:

1940 : 5= …..

e poi

 sottraete 2

Cosa avete trovato?

Dai, esercitatevi un po’ a giocare con la bella matematica 😎 .
Stats

Un esercizio sul valore di posizione

Ecco un problema sul valore di posizione usato nel nostro sistema di numerazione che avete appena ripassato (ohi ohi!!!).

Prendi un numero intero qualsiasi di quattro cifre, ad esempio 6 245:

1. scrivi la cifra delle migliaia: 6

2. scrivi le cifre delle migliaia e delle centinaia: 62

3. scrivi le cifre delle migliaia, delle centinaia, delle decine: 624

4. somma questi numeri: 6 + 62 + 624

5. moltiplica per 9: 9 x … 

6. calcola la somma delle cifre nel numero originale: 6 + 2 + 4 + 5= … 

7. addiziona questa somma al risultato precedente: ……. + …….

Il risultato è….

E adesso provate con altri numeri scelti da voi.

Buoni divertimenti 🙄
Stats