La mia classe amata, di Grazia Raffa

In questa poesia la poetessa Grazia Raffa dedica i suoi versi alla ‘maestra’.

Ciascuna di noi ci si può riconoscere.

La mia classe amata

E’ studiosa, la mia classe:

lei sgarbuglia le matasse

della Scienza e della Storia

per aver, nei voti, gloria.

Se c’è qualche birichino,

lo perdono: è bambino,

ma vorrei fosse pentito,

allo studio convertito.

Io insegno con il cuore:

l’attenzione mi fa onore.

Spero nelle promozioni,

per lo studio da campioni.

Maschi e femmine son pari

quando hanno pregi rari,

ed in tutte le Materie

sanno fare cose serie.

Il Pinocchio di Collodi

pure merita le lodi:

senza muovere un dito,

ha insegnato e divertito!

Diapositiva4

Auguri e saluti da Grazia Raffa

2013/2014

Stats

Studiate e siate buoni, Edmondo De Amicis

… Studiate e siate buoni perché, ogni volta che ci ritorna alla mente il ricordo d’aver sciupato degli anni preziosi, d’essere stati ingrati con un buon maestro o prepotenti e crudeli con un compagno infelice, d’aver con la nostra durezza fatto piangere e arrossire nostra madre,oggi ancora, dopo tanto tempo, in mezzo a tanti altri pensieri e amarezze, quel ricordo è come una punta che ci ferisce nelle fibre più delicate del cuore; e noi vogliamo che il cuore dei nostri figliuoli non abbia mai a sanguinare di queste ferite.

Edmondo De Amicis

Stats