Piccole storie di Grandi matematici

Il 2013 è l’ Anno della Matematica del Pianeta Terra!

Mpe

Si tratta

di un progetto mondiale che invita per il prossimo 2013 l’intera comunità matematica
e scientifica in genere a un grande impegno in termini di attività di ricerca e
insegnamento, attraverso workshop e convegni accademici, mostre, seminari
d’approfondimento nelle scuole, come pure di una valida comunicazione
scientifica, attraverso conferenze a carattere divulgativo, media e blog per
aumentare la consapevolezza del pubblico generico“.

Tratto da MATEpristem

Anche noi di Pintadera vogliamo esserci con piccolissimi e modesti contributi dedicati ad alcuni matematici che nel corso dei secoli della storia dell’uomo hanno percorso questa lunga e faticosa via con il desiderio di ordinare e di chiarire scoperte e  invenzioni, ponendo le basi per la crescita della Matematica,

serva e regina di tutte le scienze”.

 Buona matematica e buona storia, quindi 😉
Map

Talete di Mileto

Sulle rive del Mediterraneo sta per nascere qualche cosa di meraviglioso.

Nella città delle rose, Mileto, alcuni uomini sono presi da un irresistibile desiderio di vedere, di conoscere.

Sono i sette saggi della Grecia, uno dei quali è Talete di Mileto Talete.

Talete si reca in Egitto e viene accolto dai sacerdoti egiziani che lo istruiscono e gli mostrano come si fa a misurare alcuni semplici oggetti; ma Talete vuole sapere di più, la sua mente è avida di conoscenza.

Eccolo nel deserto, ai piedi delle grandi Piramidi.

Un sacerdote egizio gli domanda sorridendo quanto può essere alta la piramide del re Cheope.

Talete riflette, poi risponde che non si contenta di stimarla a occhio, ma la misurerà senza alcuno strumento, senza alcun aiuto.

bambini belli e bambine belle, leggete della sapienza di Talete

Si sdraia sulla sabbia e determina la lunghezza del suo corpo.

I sacerdoti perplessi gli domandano cosa stia facendo, e Talete spiega:

Io mi metterò semplicemente ad una estremità di questa linea che misura la lunghezza del mio corpo e aspetterò fino a quando la mia ombra sarà altrettanto lunga. Nello stesso istante anche l’ombra della piramide del vostro Cheope deve misurare tanti passi quanto è alta la piramide -.

E poiché qualche sacerdote, disorientato dalla semplicità della risposta, pensa se per caso non vi sia qualche errore, Talete continua:

Se però volete che io vi misuri quest’altezza in qualsiasi ora, pianterò qui nella sabbia questo bastone. Vedete, la sua ombra è ora circa la metà della lunghezza, e di conseguenza in questo momento anche l’ombra della piramide è quasi la metà dell’altezza. Si può ora misurare l’altezza con precisione; basta confrontare la lunghezza del bastone con quella della sua ombra per trovare mediante divisione o moltiplicazione dell’ombra della piramide l’altezza di questa – .

downloadimmagini scaricate dalla rete

In questo semplice modo Talete meraviglia gli egizi.

E voi vi meravigliate? 😎

E se volete anche voi provare a misurare altezze … andate a curiosare qui, nel nostro vecchio Pintadera.

Fonte: Piccola storia della matematica, E. Colerus, Einaudi

Map