Saggio della sezione ad Indirizzo Musicale

Locandina saggio n.7-page-001 (FILEminimizer)Il 31 maggio si è svolto il saggio di fine anno del Corso ad Indirizzo Musicale della Scuola Media del nostro Istituto.

Vi avevamo già raccontato in questo blog la loro prima esibizione al Solstizio d’Inverno presso la Scuola di Bancali.

Durante l’anno gli alunni hanno continuato a studiare diligentemente, appassionandosi allo studio dello strumento.                                                                                                            Il saggio finale è stata sicuramente l’esibizione più carica di trepidazione: suonare davanti ai genitori, parenti, amici e compagni di scuola richiedeva una spinta in più.

Gli allievi hanno dato prova di maturità, affrontando il palcoscenico con serietà e la giusta dose di emozione.

       Silenzio in sala, accordiamo gli strumenti…Diapositiva3     e che la magia abbia inizio…Diapositiva1Lasciamoci trasportare dal vortice della musica…Diapositiva4L’orchestra, composta da pianoforte, violino, arpa e corno, ha eseguito dei brani appositamente arrangiati per questa formazione

Mozart: tema e variazioni di “Ah vous dirais-je maman”                                              Praetorius: una danza tedesca.Diapositiva6Diapositiva2Diapositiva5Abbiamo inoltre potuto assistere all’esibizione dei solisti con brani di repertorio di vari autori spaziando da Bach a Bartok.

Bravi ragazzi e bravi maestri:

M° Lumbau Gioele– violino

M° Agnesa Lorenzo – corno

M° Manca Alessandra – arpa

M° Marras Maria Rita – pianoforte

E Adesso salutiamoci. Ci rivedremo  a settembre!

Buona musica a noi!

Articolo curato dalla prof Rita Defalchi

Scienze che passione 2

Ci siamo ormai affezionati alle avventure scientifiche della mitica 1aA della Scuola Media, guidata dalla “ingegnosa” prof. Monica Santona, che con materiali facilmente reperibili ha permesso agli alunni di approcciarsi in maniera semplice e motivante alla biologia e alla chimica.                                                                                                                         Vediamo cosa hanno in serbo per noi…uno (FILEminimizer)

Occorrente: pongo colorato, piatto di plastica (meglio se verde così ricorda meglio la foglia).

Gli alunni con il pongo costruiscono dei modellini di acqua e anidride carbonica.

In questo modo iniziano a familiarizzare con concetti complessi e astratti, come atomi, molecole, elementi chimici, formule chimiche, reagenti, prodotti, legami chimici, energia, etc, etc…

Cosa avviene nella foglia? 2 (FILEminimizer)3 (FILEminimizer)Grazie all’energia del sole 6 molecole di acqua e 6 molecole di anidride carbonica vengono utilizzate per fare una molecola di glucosio e liberare 6 molecole di ossigeno. 4 (FILEminimizer)Gli autotrofi in questo modo costruiscono molecole fondamentali per la vita sulla Terra e il sole-clipart-previewSole è il motore di questo meraviglioso sistema.

Arrivederci  a  settembre, con nuove idee, nuove avventure e nuove scoperte,

e tanti entusiasmi 😉

Rita Defalchi

Cold Case – Tutti a Iscol@!

Si è recentemente concluso il laboratorio Cold Case realizzato al’interno della LINEA B dei progetti Tutti a Iscol@, proposti dalla R.A.S.

Facciamo, assieme ai ragazzi, un bilancio-racconto dell’esperienza appena conclusa.

Durante le attività abbiamo creato una particolare caccia al tesoro aumentata, interattiva e multimediale che si  è basata su pensate un po’ ! un giallo, interamente scritto da noi,  ambientato nei luoghi simbolo della discesa dei Candelieri.

Durante le attività abbiamo ideato la mappa, approfondito le conoscenze sulla storia della città, imparato ad utilizzare la piattaforma wordpress e diverse applicazioni.

Ci è sembrato giusto, dopo aver fatto giocare la nostra caccia agli studenti del Canopoleno, riproporla anche ai nostri compagni di classe delle prime e seconde dei corsi A, B, C.

Ecco cosa abbiamo ideato… immergiamoci in un tempo passato, in una lontana estate sassarese.

Agosto 1982, qualcuno ha rubato i Bora Bora del gremio dei calzolai per impedire che la discesa abbia luogo.

Chi ha osato tanto?

Saranno stati i nulvesi? Oppure i ploaghesi? O Nino D’Angelo che proprio il 14 agosto deve fare un concerto a Marina di Sorso?

Ciascuna delle sei classi partecipanti ha avuto la lista dei sospettati, smartphone alla mano, si comincia!

Alla ricerca dei QRCODE. www.kizoa.com_collage_2016-06-14_23-32-35 (FILEminimizer)www.kizoa.com_collage_2016-06-14_23-29-08 (FILEminimizer)Attraverso la scansione del QRCODE si possono ottenere varie informazioni.

In questo caso si ricevevano dei quesiti sulla storia dei candelieri (inventati da noi ) oppure delle prove pratiche da superare.www.kizoa.com_collage_2016-06-14_23-16-16 (FILEminimizer) Una volta superate le prove, un veloce sguardo alla mappa e via verso la prossima tappa! www.kizoa.com_collage_2016-06-14_23-20-15 (FILEminimizer)www.kizoa.com_collage_2016-06-14_23-26-12 (FILEminimizer)Bravi ragazzi!www.kizoa.com_collage_2016-06-15_00-03-54 (FILEminimizer) Il nostro bilancio è decisamente positivo, ci siamo divertiti e siamo pronti a rifarlo.

Buona estate a tutti dai ragazzi del gruppo Cold Case!

Ringraziamo TaMaLaCà e Abinsula per il progetto. Grazie a tutti i docenti della Scuola Secondaria che in una calda mattina di giugno hanno percorso (camminando e spesso correndo) le vie del Centro Storico per permettere a tutte le classi di partecipare al gioco We Love You.

Rita Defalchi ancora trafelata per la caccia al tesoro, ma decisamente soddisfatta.

Bonu istiu a tottus

Erasmus + “Europe for inclusion”

Alghero 1 maggio 2016

Un gruppo d’insegnanti dell’Istituto Comprensivo San Donato, guidato dalla Dirigente Scolastica Patrizia Mercuri, parte con destinazione….il Portogallo.

Il viaggio rientra nel progetto Erasmus + “Europe for inclusion” di cui la nostra scuola è capofila.

I paesi che ne fanno parte sono: Francia, Lettonia, Lituania, Polonia, Portogallo, Romania e Turchia.

L’intento è quello di confrontarci con i colleghi europei sulle modalità d’inclusione nelle diverse realtà scolastiche.

La scuola che abbiamo visitato si chiama “Maria Alice Gouveia” e si trova a Coimbra una bellissima cittadina famosa per la sua Università, fondata nel 1290, fra le prime in Europa.

escola

Potrei scrivere tantissime parole per raccontarvi questa meravigliosa esperienza che ha lasciato il segno in ognuna di noi ma preferisco affidare le nostre emozioni al video che abbiamo preparato per il convegno intitolato “Sassari incontra l’Europa” che si è svolto presso l’ Istituto Professionale per l’industra e l’artigianato in data 6 giugno.

Spero che attraverso le immagini possiate capire quanto confrontarsi con altre realtà ci porti a riflettere sul nostro operato quotidiano, sicure di aver trovato una conferma europea su quanto di buono siamo già in grado di proporre.

Attraverso questa esperienza abbiamo fatto nostri ulteriori strumenti in temini di didattica, di buone pratiche e di inclusione.

Ora bisogna solo “ricucirli” sulla nostra realtà.

Da San Donato, per questa volta, è tutto 😉 

Articolo curato dalla maestra Rossella Dettori.

 

 

Salva

Siamo cittadini attivi per il paesaggio e per l’ambiente

FLPP,  sempre e comunque 😀

Eccoci qui a raccontarvi l’esperienza del Fronte di Liberazione dei Pizzinni Pizzoni a Roma.

Come vi avevamo già annunciato la classe 2a A della scuola secondaria è arrivata tra le 10 finaliste (su 1000 partecipanti!!!) al concorso Articolo 9 della Costituzione.

La prima settimana di giugno due rappresentanti del Fronte sono partite alla volta di Roma per partecipare alla cerimonia finale di premiazione.

Armate di entusiasmo e coraggio (primo viaggio in aereo per entrambe) si parte!

Che il viaggio abbia inizio!www.kizoa.com_collage_2016-06-12_22-43-45 (FILEminimizer) Al nostro arrivo siamo stati accolti, assieme a tutte le altre scuole, nella Biblioteca Nazionale per partecipare alla tavola rotonda sul progetto.www.kizoa.com_collage_2016-06-12_22-17-10 (FILEminimizer) Durante la tavola rotonda gli studenti hanno presentato le varie fasi di realizzazione del progetto.

Le nostre alunne hanno ripercorso, presentandole al pubblico, le tappe principali del FLPP.

È stato molto emozionante sentirsi chiedere con le diverse impronte regionali:

ma chi sono questi Pizzinni Pizzoni?” .

Abbiamo potuto conoscere e confrontarci con altre realtà scolastiche provenienti da tutta Italia, apprezzarne la serietà e motivazione.

Un momento di crescita per alunni e docenti che difficilmente dimenticheremo.www.kizoa.com_collage_2016-06-12_22-25-05 (FILEminimizer) Il giorno successivo siamo stati ricevuti presso il Senato della Repubblica dal presidente Pietro Grasso per la premiazione dei vincitori. Purtroppo, a causa di rigidissime restrizioni, non abbiamo potuto scattare fotografie.

Siamo molto felici che per la sezione Scuole Secondarie di primo grado il primo premio sia andato ad  una Scuola sarda, l’Istituto Comprensivo “Pietro Leo” di Arbus, che ha vinto con il video “Quel che ami resta”.

Due scuole sarde in finale è un bel traguardo!

Un meritato applauso ai nostri corregionali.

Speriamo di poter festeggiare presto tutti assieme l’eccellenza delle nostre due scuole e dei ragazzi, che con il loro lavoro e la loro tenacia propongono lavori di qualità registrando consensi e riconoscimenti.

Nella sezione Scuole Secondarie ha vinto l’Istituto Statale d’Istruzione Superiore Melissa Bassi del quartiere di Scampia a Napoli.

Tra i vari intereventi ci piace ricordare le parole dello studente del Liceo “Ernesto Basile” di Palermo, che sorge nel quartiere di Brancaccio:

noi non abbiamo vinto è la mafia che ha perso!

riferendosi al fatto che la loro scuola si trova all’interno di un bene confiscato alla mafia, un luogo dove si  educa alla legalità e alla cittadinanza attiva.

Che dire, non ci siamo aggiudicati il primo premio ma torniamo sicuramente più ricchi. Carichi di emozioni, nuove idee e tanta voglia di fare!

Ringraziamo tutti quelli che hanno contribuito alla realizzazione del progetto, la Dirigente Patrizia Mercuri, Ta.ma.la.cà., tutto l’I.C. San Donato.

…sempre e comunque

 W IL FLPP!  “Libera il pizzinnu pizzone che è in te!”
Cliccate sull’immagine per rivedere il nostro video

Nuova immagine bitmapAlla prossima, professoressa Rita Defalchi

I verbi del fare

I bambini piccoli ci stupiscono sempre, basta dargli un input e diventato ingegneri, artisti, architetti, attori …

IMG_5004

Per vedere il video clicca sul link

http://www.kizoa.it/Movie-Maker/d49363901k4522938o1l1/i-verbi-del-fare

 

I bambini di tre anni della sezione C

Maestra Stefania Nigra

Maestra Dolores Scanu

Maestra Carla Moretti

Articolo a cura di Maestra Stefania Nigra

da quel di Caniga