Robottina “Chitti” e Robottino “Chi” [infanzia Cimarosa]

Ciao Linda,
ti invio le storie dei bambini di Loredana e Maria di Via Cimarosa. Mi fai sapere se ti sono arrivate? Un abbraccio e buona serata, Olga

ROBOTTINO “CHI”

Il Robott “CHI” parla con due cose, parla con l’altro Robot EMILIO, viveva dove ci sono tutte le cose di ferro, lui ha la testa di ferro, il corpo di ferro, le mani di ferro con due pinze e le gambe di ferro; non ha le gambe di ferro ci ha le ruote, è vestito di giallo; l’hanno tutto lavato perché era tutto sporco di terra, perché era caduto, è uscito e c’era un mucchio di terra e inciampava e era finito dentro una buca, per cercare di uscire ci servono una cosa che vola e poi ricade dentro la buca e esce trasformato di un uccello e vola vola nel cielo in cerca delle nuvole grandi che fanno piovere e piove e si attacca sull’albero e incomincia a fare freddo e l’albero dice al robot uccellino: “vai dentro” e quindi si nasconde da solo, si trasforma in un Robott perché doveva andare sul garage e doveva mettere l’occhietto nuovo perché uno era rotto da solo quando saliva nel garage e poi aveva portato il suo amichetto era bianco era un Robottino.

I ROBOTTINI “CHI E CHITTI”

Il Robottino “CHI ” aveva una casa di ferro, era il garage, perché era un Robottino di ferro, nella casa viveva Robottina che si chiamava Chitti, giocavano con tutti i suoi amici e lavoravano poi tagliavano tutte le cose tagliavano la carta perché serviva per mangiare e il ferro. Mangiavano e diventavano ciccioni, ma non possono diventare ciccioni perché sono tutti di ferro. Un giorno si prendevano per mano e vanno a fare una passeggiata al mare, che era caldo guardavano il mare si mettevano il costume e si tuffano e dicono che bel mare calmo, e poi si asciugano con l’asciugamano e vanno a casa mentre camminano incominciano a rovinarsi, perché il Robott di ferro non si può bagnare, perché si rovina, camminano e incominciano a perdere tutti i pezzi, le ruote di ferro, le braccia di ferro, il collo di ferro, incontrano un amico che si chiama Luigi, fa ritornare tutti quelli aggiustati, con le viti e con i cacciaviti era un signore che costruiva i Robott, era un umano, “Chi e Chitti” dicono grazie e lo invitano a casa e diventano amici.

Leave a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>



Vai alla barra degli strumenti