Archivi categoria: sezione comune

Melagrana frutto autunnale (Sez. E)

Oggi a scuola Aurelia ha portato una melagrana.
È stata un’ottima occasione per approfondire la conversazione sull’importanza del consumo della frutta in una sana e corretta alimentazione e per stimolare anche i bambini più refrattari ad assaggiarla.

Maestra: è bellissima Aurelia, dove l’hai trovata?
Aurelia: nel giardino del nonno
Andrea C.: è grande “assalissimo”
Nadimul: è tutta rossa
Virginia: io non l’ho mai visto questo frutto

img_2541

Aurelia l’ha presa per farci vedere quanto è pesante.
Aurelia: non ce la faccio a tenerla

img_2534

La maestra ha preso il coltello per tagliare la melagrana.

img_2542

Isabella e Nadimul: che forte! Ci sono tanti semini dentro

img_2537

Poi la maestra ha fatto assaggiare il succo e i semini

Gabriella: mmmmh buona questa melagrana

Martina: non so se la voglio assaggiare

Andrea D.: maestra ma come si mangia?

Alessia: mi piace

Andrea C.: mi dai gli altri?

img_2538

img_2539

img_2543

img_2544

Poi la maestra ha disegnato due cerchi grandi con due faccine uno rosso e uno verde.
Il verde aveva la faccina sorridente per i bambini a cui è piaciuto il succo di melagrana, il rosso era dei bambini a cui non è piaciuto.
Abbiamo fatto le crocette del sì e del no. Le abbiamo contate: hanno vinto i bambini del sì.

Evviva!!!

img_2545

img_2546

img_2547

img_2553

img_2554

img_2555

img_2557

img_2558

img_2559

img_2560

Attività di pregrafismo: disegna i semini nella melagrana e colora la melagrana “intera” e la sua “metà”

Annamaria Boffoli

La motricità fine nella scuola dell’infanzia (Sez.C)

Nella scuola dell’infanzia lo sviluppo della motricità fine ha un ruolo fondamentale.

Si parla di motricità fine per definire tutte quelle attività dedicate allo sviluppo della manualità del bambino, e di conseguenza della coordinazione oculo-manuale: si tratta di giochi ed esercizi che sviluppano la capacità del bambino di compiere gesti sempre più raffinati e precisi, e di realizzare attività di precisione con le mani.

Le attività che richiedono la motricità fine sono parte integrante dello sviluppo del bambino: colorare con i pastelli, giocare con le costruzioni o con i puzzle per passare poi a tutte le attività di cura della propria persona come infilare i bottoni, allacciarsi le scarpe, allacciare le cerniere, usare le posate nel modo corretto a tavola, sono tutte attività con le quali il bambino si confronta ogni giorno.

Tutte queste azioni necessitano un buon grado di motricità fine per essere eseguite; l’esercizio costante permette di maturare queste abilità e trasformarle in competenze.

Possiamo dipingere e ripassare con la punta delle dita intinta nei colori a tempera, realizzare lo stampo della mano, ritagliare, punteggiare, piegare la carta a fisarmonica, strappare la carta in piccoli pezzi, disegnare seguendo il contorno di figure in cartoncino, dipingere, temperare le matite, manipolare la plastilina e creare oggetti.

 

img_2414 img_2417

Realizziamo un bruco piegando la carta a fisarmonica

 

img_2418 img_2419

Digitopittura

img_2424 img_2437

Disegnamo con le forme img_2438 img_2486 img_2492 img_2493Modelliamo la plastilina

img_2508 img_2512

Temperiamo le matite

 

 

 

Cristina Cardone

 

 

 

RiAccogliamoci- Sez. C

Un nuovo anno scolastico ci permette di rivedere i vecchi compagni e di incontrare quelli nuovi.

Il momento dell’accoglienza è delicato, non per tutti i piccoli l’esperienza di ingresso nella scuola è facile da affrontare, aiutiamoli a diventare parte della nostra sezione, condividendo i giochi e le regole del vivere comune.

 

Incolliamo il nostro nome sulla margherita dei “bentornati”

img_2361 img_2362 img_2363 img_2364 img_2365

Prepariamo un piccolo dono per i bambini nuovi

img_2392 img_2393img_2410

 

Anche i nuovi compagni incollano il nome sulla margherita dei “benvenuti”

img_2408 img_2409

 

Accogliamo i nuovi compagni, giochiamo insieme

img_2430 img_2431 img_2432img_2440

 

Cristina Cardone

Halloween, sdrammatizziamo le paure. Sez. C Cardone Cristina

IMG_9604 IMG_9607 IMG_9609 IMG_9611 IMG_9615

 

La festa di Halloween offre lo spunto per conoscere tradizioni di altri paesi e approcciarsi alla conoscenza di termini in lingua inglese, ma soprattutto è un momento di riflessione e sdrammatizzazione delle paure: attraverso l’attività di preparazione della lanterna realizzata con la zucca i piccoli hanno modo di constatare che è solo un ortaggio e il suo volto un po’ “pauroso” altro non è che il frutto di intagli di occhi e bocca. In circle time i bambini hanno potuto esprimere i loro pareri, confrontarsi, spiegando ciò che li intimorisce, come il buio, la strega di Biancaneve… dandosi risposte e spiegazioni di ciò che è reale e ciò che invece è solo frutto di fantasia.