Archivi autore: icmazzini

Esprimiamo le emozioni sez. D

la vita di sezione offre la possibilità di sperimentare una varietà di situazioni comunicative ricche di senso, in cui ogni bambino diventa capace di usare la lingua nei suoi diversi aspetti, acquista fiducia nelle proprie capacità espressive, comunica, descrive racconta, immagina, inoltre esplora le proprie possibilità sonoro-espressive, accrescendo la fiducia nelle proprie potenzialità. 

 

 

IMG_20140131_102248  IMG_20140131_102522

SAM_5667 SAM_5665 SAM_5659 SAM_5658 SAM_5657 SAM_5524 SAM_5523 SAM_5405

Il sè e l’altro sez. D

Relazionarsi  con il proprio ambiente di vita, rapportarsi con gli e  agli altri per soddisfare le proprie esigenze, trovare una risposta alle proprie domande, scoprire le caratteristiche degli oggetti mediante l’osservazione diretta e il confronto con le esperienze altrui.

Secondo Petter, a partire dai tre anni, le attività percettivo-motorie del bambino vengono stimolate proprio dall’interazione con gli altri, dal gioco sociale e dalla necessità di imitare gesti e movimenti delle persone che lo circondano.

SAM_5196 SAM_5363 SAM_5464 SAM_5692 SAM_5712 SAM_5714

Dall’autonomia personale all’autonomia didattica sez.D

L’azione del corpo fa vivere  emozioni e sensazioni piacevoli, ma anche la soddisfazione del controllo dei gesti. I tempi ristretti imposti dai ritmi di lavoro inducono i genitori a sostituirsi ai bambini nei compiti di autonomia, pertanto è necessario che a scuola si possano recuperare queste esperienze in base al principio secondo il quale si gioca con il corpo e con il corpo s’impara.

Facendo sperimentare il piacere di sentire il proprio corpo muoversi e rispondere senza tensioni alle emozioni, i bambini entrano nella dimensione ideale per accostarsi al gesto grafico e alla tecnica corretta di prensione della matita.

SAM_5656 SAM_5653 SAM_5642 SAM_5641 SAM_5640 SAM_5440

Il corpo e il movimento sez. D

 

Il bambino vive pienamente la propria corporeità,prova piacere nel movimento e sperimenta schemi posturali motori, li applica nei giochi individuali e di gruppo anche con l’uso di piccoli attrezzi.

La pratica dell’attività sportiva è momento anche di educazione al rispetto di regole. Attraverso lo sport, i bambini acquisiscono una sorta di schema mentale che favorisce  l’acquisizione , la comprensione (causa-effetto) e del concetto di regola.

SAM_5479 SAM_5475

SAM_5484 SAM_5490

SAM_5491 SAM_5693

SAM_5701 SAM_5710

Moby Dick sez. D

Scuola dell’Infanzia IC Mazzini Modugno sez. D

Crescere, diventare grandi,  è davvero  impegnativo per un bambino,

soprattutto se deve:

esprimere e comunicare agli altri emozioni, sentimenti, argomentazioni,

conoscere nuovi termini e sperimentarli inventando storie, filastrocche, rime

progettare attività definire regole.

questi sono alcuni degli obiettivi che la scuola dell’Infanzia  si prefigge.

un aiuto importante insieme a vari stimoli per riflettere li abbiamo ricevuti durante la visita in una libreria specializzata per l’infanzia.

arrivo

Eccoci arrivati, ci accoglie Costanza

arriv

 

che ci spiega alcune regole basilari da rispettare  in libreria,

però, che brava! Ci ha fatti anche divertire!

pop ap

 

un libro pop-ap

pop  ap

 

le nostre facce pop-ap

pop  ap

 

anche i racconti che ha letto erano molto interessanti….

regoll

 

regol

 

Ciao Costanza! GRAZIE verremo a trovarti spesso!!!

Conosciamo e sperimentiamo sez. D

Osservare con attenzione, sperimentare, toccare, mescolare,  significa porre le basi per una successiva rielaborazione, il bambino fa proprie le esperienze e le usa per esprimersi e rielaborare percorsi personali, comunicare emozioni, sentimenti anche tramite  i linguaggi non verbali.

L’esplorazione di materiali consente di vivere le prime esperienze artistiche, che sono in grado di stimolare la creatività.

IMG_20140123_113430 SAM_5370 SAM_5372 SAM_5373 SAM_5380 SAM_5382 SAM_5384 SAM_5393 SAM_5397 SAM_5411

Integrazione didattica dei diversamente abili sez. D

Quando integrazione fa rima con imitazione. 

Anche quest’anno nella nostra classe abbiamo ritrovato tanti amici dell’anno scorso, in particolare un amico speciale da coccolare.

Tutti i bambini a turno sono stati invitati a giocare nell’aula di sostegno dove sono stati predisposti alcuni materiali e giochi da fare in piccoli gruppi.

I bambini spontaneamente dopo aver preso confidenza con tutto ciò che era stato messo a loro disposizione si sono organizzati  inventando spesso modi alternativi per usare gli  stessi giochi.

L’entusiasmo dei piccoli ha coinvolto tutti, anche i più riservati, i nuovi iscritti nella sez. D e il nostro amico speciale che ha provato a sperimentare, osservare, aspettare il proprio turno. 

SAM_5351 SAM_5352 SAM_5350 SAM_5448 SAM_5354 SAM_5348 SAM_5189 SAM_5187 SAM_5186 SAM_5178 SAM_5176   SAM_5195 SAM_5389 SAM_5177

Babbo Natale a scuola sez. D

E’ da tanto che i bimbi lo aspettavano, alla fine Babbo Natale è arrivato….. sez.D

Babbo Natale è una figura, presente in molte culture, che distribuisce i doni ai bambini, di solito la sera della vigilia di Natale. Babbo Natale è un elemento importante della tradizione natalizia della civiltà occidentale, oltre che in America Latina, in Giappone ed in altre parti dell’Asia orientale.

Tutte le versioni del Babbo Natale moderno, chiamato Santa Claus nei paesi anglofoni, derivano principalmente dallo stesso personaggio storico: san Nicola, vescovo di Myra(oggi Demre, città situata nell’odierna Turchia), di cui si racconta che ritrovò e riportò in vita cinque fanciulli, rapiti e uccisi da un oste, e che per questo era considerato il protettore dei bimbi. Da notare che l’appellativo Santa Claus deriva da Sinterklaas, nome olandese di san Nicola.

Care mamme e cari papà questa mattina  in classe abbiamo trovato una magnifica sorpresa, I DONI DI BABBO NATALE, è stato bellissimo, abbiamo giocato tanto …

SAM_5543 SAM_5527 SAM_5528 SAM_5529 SAM_5531 SAM_5533 SAM_5534 SAM_5536 SAM_5537 SAM_5539 SAM_5540

Facciamo finta che…sez.D

Lasciamo  l’iniziativa ai bambini si costituiranno gruppetti, interveniamo solo per offrire loro il materiale….

ed ecco i nostri guerrieri che combattono i draghi più feroci, le principesse che non perdono occasione per festeggiare, e le mammine ……ognuno sceglie liberamente il proprio ruolo…

SAM_5025 SAM_5029 SAM_5032 SAM_5034 SAM_5035 SAM_5036 SAM_5038 SAM_5040 SAM_5041 SAM_5042 SAM_5045 SAM_5048