Archivio mensile:Novembre 2016

“Giardinieri in erba” (sez. B Montessori)

Abbiamo imparato, vedendo, facendo e toccando, che le foglie si nutrono di aria, luce e acqua: grazie alla clorofilla (che bella parola nuova!!) trasformano l’energia della luce in energia che la pianta usa per produrre foglie e fiori. Le foglie fanno respirare la pianta e rendono l’aria respirabile anche per noi!
Ogni giorno, a turno, innaffiamo le nostre piante che sono nell’ ANGOLO DELLA BOTANICA e quanto ci divertiamo!!
Papà, mamma, a casa le cura il bambino le piante in appartamento: bastano un piccolo innaffiatoio, un paio di forbicine per le foglie secche e… il pollice verde!!!!

sez. B Montessori

Primo “STEP” lavorativo della sezione G

Anno scolastico 2016/17, mese di Ottobre.

La sezione G è ormai pronta ad affrontare un lungo e piacevole viaggio che prefigge come obiettivo principale l’autonomia e la conoscenza attraverso la scoperta.

Ciò che muove il bambino dall’attività è un impulso interiore primitivo, quasi un vago senso di fame interna ed è la soddisfazione di questa fame che lo conduce poco a poco ad un complesso e ripetuto esercizio dell’intelligenza nel comparare, giudicare, decidere un atto , correggere un errore”

 M.Montessori

I bambini , i lavori montessoriani , la concentrazione .

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

L’angolo della lettura 

1 2

Il calendario , la merenda , i camerieri

1         2

4         3

L’osservazione

1

Le attività grafico-pittoriche

45362     1

Ed infine ,parlando della festività di Halloween, i bambini si sono cimentati nella drammatizzazione del racconto “Gerardo e la candela”

<C’era una volta un uomo che si chiamava Gerardo , abitava in un cupo castello e ogni giorno andava in un campo di zucche che raccoglieva portandole al castello per mangiarle

                         2

Un giorno si spensero le candele del castello , così Gerardo decise di scendere giù nei sotterranei del castello , dove sapeva che era rimasta una candela ; la prese non sapendo che aveva in mano una candela proibita infatti chiunque la toccasse poteva esaudire un desiderio

                                               3

Il desiderio di Gerardo era quello di spaventare tutta la gente e………..detto e fatto si trasformò in una strega

                                              4

Salì su una scopa magica e raggiunse il paese dove incontrò alcuni bambini ai quali pronunciò paroline magiche per trasformarli in topolini …… ma la magia non funzionò perchè le magie malvagie non avevano poteri sui bambini .

                           5

I bambini non sapendo cosa fare gli offrirono dei cioccolatini e gli fecero compagnia

                          6

Gerardo allora regalò loro la candela che i bambini impararono ad usare per ottenere qualche  dolcetto .>

                         8

Ins. Antonella Principale

Festa d’autunno: Halloween (Sez.C)

L’autunno porta con sé colori caldi, delle foglie che cadono, dei frutti e delle verdure che caratterizzano questo periodo. Partendo dal racconto di Jack o’Lantern ho dato la possibilità ai bambini di raccontare le loro paure e insieme abbiamo conosciuto le caratteristiche di una festa che è tipicamente anglosassone: Halloween. Nella sezione sono stati inseriti bambini che provengono da paesi lontani, e talvolta è necessaria la mediazione culturale della lingua inglese per comunicare. Quale occasione migliore per utilizzare una difficoltà e trasformarla in opportunità. E quindi il rinforzo: conoscenza dei colori in inglese e italiano, aprendo il discorso a tradizioni diverse dalle nostre, che tuttavia, spesso per ragioni commerciali, si stanno diffondendo anche da noi. Ecco perché è importante conoscere il perché che sottende alla festa di Halloween.

I bambini più grandi hanno realizzato un cartellone con la zucca trasformata in lanterna che hanno voluto portare ad alcuni compagni dello scorso anno che ora frequentano la prima.

Dopo l’ascolto del racconto Il gatto Geremia, tutti i bambini hanno realizzato un semplice cappellino per la festa di Halloween.

prepariamo il gatto per il cappellino

img_2528 img_2527

coloriamo la zucca

img_2524

 

img_2562

img_2565 img_2567 img_2568 img_2569 img_2570 img_2571 img_2573Festa di Halloween

 

Portiamo la zucca di Jack o’ Lantern ad alcuni compagni in prima

img_2574 img_2576 img_2577 img_2578 img_2579 img_2580 img_2582 img_2583 img_2584 img_2585 img_2586 Che bello riabbracciare i vecchi amici, noi abbiamo regalato la zucca e loro ci hanno dato un pipistrello

 

 

Cristina Cardone