Tutti gli articoli di giornale

Consigli di lettura

ecco una serie di proposte da cui attingere…

avventura https://progettoxanadu.it/percorsi/avventura-1

incontri https://progettoxanadu.it/percorsi/incontri-1

storia https://progettoxanadu.it/percorsi/storia-1

fantastico https://progettoxanadu.it/storie/il-giardino-dei-musi-eterni

 

libri che ho letto di recente:

Frances Hardinge, L’albero delle bugie

vincitore del premio Andersen  http://www.andersen.it/miglior-libro-oltre-i-12-anni-2018/

Davide Morosinotto, Il rinomato Catalogo Walker & Dawn

Sharon Draper, Melody

Katrine Rundell, La ragazza dei lupi

Lois Lowry, THE GIVER

Marie- Aude Murail, MIO FRATELLO SIMPLE

Giacomo Mazzariol, Mio fratello rincorre i dinosauri

Chiara Carminati, Fuori fuoco

altri titoli, che ogni tanto rileggo…

Nelly Harper Lee, IL BUIO OLTRE LA SIEPE

david almond, Skelling

fabio Geda, nel mare ci sono i coccodrilli

Mark Twain, Le avventure di Tom Sawyer

E. Hemingway, Il vecchio e il mare

 

Libri da ascoltare?

Immaginate che un attore decida di leggervi un  libro intero, dalla prima all’ultima pagina. Immaginate di poter scegliere un titolo a vostro gradimento da una biblioteca riccamente allestita. Immaginate di indossare delle comode cuffie.  Volete smettete di immaginare?

Allora andate al sito di Radio Tre, per ascoltare (cliccare sul link in rosso):

link: tre uomini in barca

oppure

link: Il diario di Anna Frank

e tanti altri ancora…

Buona lettura,  anzi… ASCOLTO!

 

 

cl.3 Tessere di storia… e non solo! Viaggio d’istruzione dell’8-9-10 maggio.

Si avvicina la data in cui soggiorneremo in Emilia-Romagna per tre giorni. Se siete quasi pronti (tra l’altro… non dimenticate un taccuino, l’ombrello e lo spazzolino da denti!), andiamo ad esplorare quello che incontreremo lungo il cammino.

8 MAGGIO

Prima tappa: Abbazia di Pomposa. La sosta sarebbe stata apprezzata da Umberto Eco.

Perché? Per una coincidenza! Alla partenza  dietro di noi, sul monte Pirchiriano, svetta la Sacra di San Michele, che ispirò allo scrittore e filosofo il celebre giallo storico “Il nome della rosa”. All’arrivo in Emilia-Romagna scopriremo l’altrettanto importante abbazia di Pomposa, un tempo circondata dalle acque del Po di Goro. Bene, se Eco non fosse stato… piemontese, ma romagnolo, probabilmente avrebbe ambientato lì il suo celebre romanzo!

Seconda tappa: imbarco sulla motonave a Gorino Ferrarese ed escursione sul delta del Po. In questo caso, non possiamo fare a meno di nominare uno dei più grandi registi della storia del cinema: Michelangelo Antonioni.

Perché? In questo caso, per il luogo stesso. Infatti Antonioni era quasi di casa, essendo nato a Ferrara nel 1912.  Cosa ne pensate del documentario Gente del Po, iniziato dal cineasta nel 1943 mentre imperversava la guerra?

https://www.youtube.com/watch?v=ixccmJ5j_oY

Oggi, le foci del Po rappresentano una delle aree d’interesse naturalistico più importanti d’Europa, in cui coesistono oasi naturali e attività umane. Un vero paradiso per gli amanti della natura, ricco di uccelli svernanti, nidificanti e di passo – come aironi, anatre, garzette, sterne, avocette, cavalieri d’Italia, cormorani, gufi, poiane – e di mammiferi, tra cui il maestoso Cervo delle dune.

Il Po e i rami del suo Delta formano un particolarissimo tracciato, un labirinto di vie d’acqua da percorrere lentamente.

 

9 MAGGIO

terza tappa: Ravenna e i suoi mosaici. L’architetto spagnolo Antoni Gaudì ne andava letteralmente pazzo. Ci metterei la mano sul fuoco!

Perché? Quando divenne architetto,  a cavallo tra Ottocento e Novento trasformò la città di Barcellona con le sue opere, rivestendo interi palazzi e parchi pubblici con le tessere del mosaico! Cercate le sue opere, in primis Parco Guell. Dobbiamo ammettere che è sorprendente come l’arte del passato sia presente nell’opera degli artisti più innovativi e moderni!

Provate a chiedere in giro se Ravenna è stata una città imperiale. Scommettiamo che (quasi) tutti vi diranno di no?

Provate a guardare il video!

https://www.youtube.com/watch?v=6fbtxIKXMqU

quarta tappa: Lido degli Estensi.  Il poeta Dante Alighieri ci avrebbe fatto una passeggiata, sulla spiaggia.

Dante in lettura forse del celebre canto V dell’inferno?

Francesca Da Polenta
Inferno V, 97-99

« Siede la terra dove nata fui
su la marina dove ‘l Po discende
per aver pace co’ seguaci sui. » 

Pensate che il sommo poeta termina il suo viaggio terrestre proprio a Ravenna, ospite alla corte dei Guido Da Polenta.

10 MAGGIO

quinta tappa: Ferrara.  Un incontro con Ludovico Ariosto! Che cosa ci vorrà raccontare della sua città?

… a presto! con possibili aggiornamenti.

 

 

Vi parlerò di Paolo…

A scuola siamo impegnati a comprendere la Storia come ponte tra il nostro passato, il presente che  stiamo scrivendo, e il futuro che noi tutti, esseri umani, stiamo progettando.

 

 

 

 

Oggi,  incontrando Salvatore Borsellino, il fratello di Paolo Borsellino, abbiamo fatto esperienza di Storia ma soprattutto di uomini – come Paolo Borsellino – che fanno la Storia.

Il messaggio che il nostro oratore ha voluto trasmetterci è sintetizzato in due righe di Paolo Borsellino :

“Palermo non mi piaceva, per questo ho imparato ad amarla. Perché il vero amore consiste nell’amare ciò che non ci piace per poterlo cambiare”

Una sfida che se raccolta può dare tanto a noi stessi, alla comunità che viviamo e al mondo che vogliamo costruire.

Grazie a Paolo, Agostino, Claudio, Eddie Walter, Emanuela, Vincenzo Fabio.

 

http://www.19luglio1992.com/