Quali sono state le invenzioni europee

I primissimi europei erano cacciatori e cacciavano grazie a delle pietre, la prima fu la selce che veniva scheggiata e affilata affinché prendesse la forma appuntita di un arma da lancio.

Successivamente vennero scoperti due nuovi materiali:il bronzo e il ferro, il bronzo era una lega di rame e di stagno che si otteneva inoltre a basse temperature ed era abbastanza resistente per poter creare armi più efficienti rispetto a quelle create con la selce. Dal ferro invece si poteva ricavare l’acciaio, che era molto più resistente del bronzo ma anche altrettanto costoso.

Ecco un elenco delle cose greci ci hanno lasciato :templi eleganti ,statue in marmo superbe, i famosissimi giochi olimpici, teatri ben progettati, grandi maestri della logica matematici che hanno elaborato i modelli della geometria e dell’aritmetica e in fine scienziati che hanno studiato piante e animali.

Invece i romani ci hanno lasciato: strade agevoli e dritte ancora oggi percorribili, magnifiche abitazioni, il cemento e il calcestruzzo, archi a tutto sesto bellissimi, nuove armi ad esempio le enormi e pericolosissime catapulte.

I popoli del medioevo invece svilupparono armi, scudi, castelli, statue gotiche e dipinti ancora famosi per il loro splendore.

Successivamente per la mancanza di legna che era il principale combustibile di quel periodo, si scoprì che il carbone era un ottimo combustibile ed inoltre esso era presente in grandi quantità in Europa. Grazie ad esso fu inventato il primo alto forno che produceva grandi quantità di acciaio a basso costo. In questo modo si poterono costruire trans atlantici,automobili ecc…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *