Archive for the ‘compiti delle vacanze’ Category

Mes vacances

giovedì, settembre 15th, 2011

J’ai passé les vacances d’été à la maison et un peu chez mes grands-parents.Le lendemain matin, j’ai essayé de ne pas me lever trop tard parce que j’ai eu à faire me devoirs et l’après-midi je sortais avec mes amis.À la mi-Juillet je suis allée à la mer, an Ligurie, avec mes grands-parents. Là, j’ai rencontré beaucoup de nouveaux amis avec qui j’ai fait beaucoup de longs bains. Puis je suis allée à Gardaland, où il y avait Andreha, les sites étaient plus belles que les autres, mais mon préféré est sans aucun doute, le Raptor. De retour à Moncrivello j’ai commencé les promenades avec mes amis sur”autopista” toute pour la soirée, il a été merveilleux de passer la plupart de l’été avec mes amis. J’espère vraiment que la nouvelle année scolaire serà comme les jours de vacances, entre le rire et les émotions, sans un seul regret. ;-)

Le mie Vacanze!

mercoledì, settembre 14th, 2011

Le mie vacanze le ho trascorse a Luserna S. Giovanni(TO) vicino a Pinerolo.

Poi sono andato a torino per prendere il treno che portava da Torino a Frossasco, e poi mi son venuti a prendere,Dopo due giorni è arrivato mio cugino Christian.

Il mercoledì io ed mia cugina con altri tre miei amici siamo andati all’ Atlantis (PI) e mi sono divertito un casino perché siamo andati sugli scivoli,poi il giovedì seguente  siamo andati a festeggiare il compleanno di mio cugino.

Il sabato sere invece siamo andati in una discoteca che potevo entrare,è pure lì mi sono divertito molto.

E domenica sono tornato a Casa.

Le mie vacanze

mercoledì, settembre 14th, 2011

Ho trascorso le vacanze estive a casa e un  pò da i miei nonni. La mattina cercavo di non alzarmi troppo tardi perchè dovevo fare i compiti e così al pomeriggio uscire con le mie amiche. Usivamo il pomeriggio e andavamo ai giardini pubblici, al campo da calcio o ci spostavamo nei paesi vicini, ci raccontavamo tutto di quello che facevamo e ci aiutavamo a fare i compiti.Verso la metà di luglio sono andata al mare, precisamente il Liguria, con i miei nonni. Lì ho conosciuto tanti nuovi amici con i quali facevo tanti lunghi bagni. Poi sono andata a Gardaland, dove c’era anche Andreha, le attrazioni erano una più bella dell’altra, ma la mia preferita è stata, senza dubbio, il Raptor. Tornata a casa sono iniziate le giostre a Moncrivello, con le mie amiche sull’autopista tutta la serata, è stato stupendo passare quasi tutta l’estate con le mie amiche. Spero tanto che l’anno scolastico trascorra veloce come i giorni di vacanza, tra risate ed emozioni, senza neanche un dispiacere.

Le mie vacanze…

lunedì, settembre 12th, 2011

Quest’anno, come tutti gli anni, io e la mia famiglia siamo andati in vacanza in Liguria a Pietra Ligure.  Siamo partiti verso la metà di luglio io e i miei nonni, loro si sono fermati fini alla fine di luglio, poi sono arrivati i miei e siamo stati fino alla prima settimana di settembre. Il tempo è stato abbastanza bello escludendo luglio che era molto variabile, comunque ad agosto ha fatto scoppiare tutti di caldo e questa è una bella cosa per me, così stavo tutto il tempo in acqua.

Mi piace molto andare in questo posto perché è da quando sono nata che vado li, quindi ora conosco tutti e io e le mie amiche ci troviamo ogni anno puntualmente sempre in quella spiaggia!!! Mi ricordo in particolare il giorno di Ferragosto, che è stato davvero bello, al pomeriggio è stato bellissimo, abbiamo preso il pedalò e siamo andati fin dopo la boa ed abbiamo fatto il bagno. L’acqua era limpidissima e si vedeva bene tutto il fondale marino e anche qualche piccola medusa. Alla sera abbiamo fatto il “cenone di Ferragosto” da dei nostri amici e poi siamo usciti a fare due passi, ma a mezzanotte eravamo tutti in spiaggia con gli asciugamani per vedere i fuochi. Alla fine io e delle mie amiche abbiamo anche fatto il bagno, l’acqua era molto calda!! Insomma ho passato delle vacanze molto belle e all’insegna del divertimento!! :)

Le mie vacanze a Barcellona

lunedì, settembre 12th, 2011

Quest’anno sono andata in vacanza a Barcellona, siamo andati lì per accompagnare mio fratello che resterà a vivere lì un anno e nel frattempo abbiamo fatto anche noi un po’ di vacanza.  Siamo andati in macchina e siamo partiti alle 4 di pomeriggio del 4 settembre. Abbiamo attraversato quasi tutta la Francia e ci siamo fermati a dormire in un albergo per strada, la mattina dopo siamo ripartiti e siamo arrivati.

come prima cosa abbiamo visto l’appartamento di mio fratello poi siamo andati nel nostro albergo a posare la roba. Dopo abbiamo fatto un giro per Piazza Catalunya e per le Ramblas. Alla sera siamo andati nella zona del mare e abbiamo bagnato i piedi. Insieme alle Ramblas abbiamo anche visto il mercato della frutta che era veramente stupendo da vedere perché c’erano frutti di tutti i tipi. Nei giorni dopo abbiamo visitato alcune opere di Gaudì, un famoso architetto di Barcellona. Abbiamo visto il Park Güell che era molto bello, soprattutto le panchine di forme strane e la salamandra all’entrata. Nel Park Güell abbiamo anche visto la casa di Gaudì che stranamente non era bizzarra come tutte le sue opere. Dopo abbiamo visto Casa Batllò che era veramente bella e strana, specialmente il cortile interno che era fatto con azulejos che andavano da un colore più chiaro a uno più scuro per avere un effetto più bello grazie alla luce.

Non abbiamo visitato la Sagrada Família perchè eravamo già stati a Barcellona un’altra volta e non avevamo il tempo di farlo.

Quando siamo ripartiti siamo passati da Andorra, che era molto simile alla Valle D’Aosta. Nella strada del ritorno abbiamo anche visto i Pirenei che sono montagne stupende anche se piuttosto basse.

Al ritorno eravamo tutti molto stanchi perché a Barcellona abbiamo camminato molto e abbiamo fatto tante cosa belle ma stancanti.

Vacanze in Emilia Romagna!!!!

venerdì, settembre 9th, 2011

Le mie vacanze le ho trascorse in Emilia Romagna con i miei zii, precisamente a Bellaria, vicino a Rimini, mi sono molto divertita.

Siamo partiti alle 5 di mattina e siamo arrivati alle 11, quindi abbiamo mangiato una piadina e siamo andati nell’appartamento che gli amici di mio zio ci avevano dato, era piccolo ma non era male.

Le mie giornate : al mattino andavo in spiaggia fino all’0ra di pranzo e poi dopo verso le 14:00 uscivo in centro con la mia amica e poi andavamo in spiaggia, lì quando non avevo niente da fare  giocavo a ping-pong con le amiche o andavamo a fare una passeggiata in riva al mare. Ho conosciuto molti amici con cui poi uscivamo anche alla sera. Quando pioveva però stavamo a casa e mi annoiavo tantissimo!  Di sera uscivamo in centro e mentre i miei zii  andavo a farsi un giro io andavo in sala giochi con amici fino e poi a mezzanotte tornavamo a casa. Di sabato e di domenica si andava a mangiare fuori, il sabato il pesce e la domenica la pizza. La prima sera che siamo arrivati in spiaggia c’era il concerto di Edoardo Bennato che ha cantato tutte le canzoni! Qualche sera poi siamo andati tramite il traghetto a Igea Marina un paese vicino a Bellaria alle giostre perché c’era la festa.

La sera del 30 luglio siamo partiti e siamo arrivati a casa dove pochi giorni dopo c’erano le giostre a Moncrivello!

Mi sono divertita tantissimo e spero di andare di nuovo l’anno prossimo!  :-D

Le mie vacanze spagnole

lunedì, settembre 5th, 2011

Io ho trascorso le mie vacanze estive in Spagna in un paese a nord di Barcellona, sulla costa Brava di nome Calella. Il mezzo di trasporto che ci ha portati andata e ritorno è stato l’aereo preso a Milano e a Barcellona. Siccome volevamo andare a vedere Barcellona e altre città lì vicine come Girona abbiamo affittato una macchina. Abbiamo passato due settimane in un hotel a Calella. I primi giorni li abbiamo passati al mare facendo moltissimi bagni, in seguito siamo andati a visitare Barcellona, Girona, il Monastero di Montserrat.

A Barcellona abbiamo visto moltissime opere, la maggior parte opere dell’architetto Antoni Gaudì come la Sagrada Famìlia, Casa Batlló, Casa Milà, Casa Vicens, Parco Güell e Palazzo Güell, tutte inserite come patrimoni dell’umanità del’UNESCO. Oltre a queste grandissime opere abbiamo visitato il Palau della Musica, la cattedrale e l’acquario di Barcellona.

A Girona abbiamo visto le chiese tra cui la Cattedrale di Santa Maria, la chiesa di San Felix e la “Lleona”, il simbolo di Girona.

Il Monastero di Montserrat è un monastero Benedettino situato a 720 m s.l.m. ed è stato ricostruito nel XIX, siccome era stato gravemente danneggiato dalle truppe napoleoniche.

Il 22 agosto sono andato a vedere una delle mie due squadre del cuore: la squadra del Barcellona ha sfidato quella del Napoli nel trofeo Gamper. Risultato finale della partita 5-0 per il Barcellona. Io sono stato contentissimo di questa inaspettata sorpresa perché avevo sempre sognato di andare a vedere una partita del FC Barcellona.

Queste vacanze sono state bellissime e spero di farne altre così divertenti ed emozionanti :lol: .

Le mie vacanze

lunedì, agosto 22nd, 2011

Io, quest’anno, sono andata in vacanza, per una settimana, a Viserba, vicino a Rimini.

Sono andata, coi miei  nonni, in un albergo di proprietà di alcuni amici dei miei nonni.

Siamo andati e tornati in treno, il freccia bianca da Milano che fermava a Rimini, dove siamo scesi e abbiamo preso un taxy fino all’albergo, appena arrivati abbiamo salutato tutti, io c’ero andata solo una volta da piccola, e non li conoscevo bene, quindi i miei nonni me li hanno presentati, ho subito pensato che fossero simpatici, cosa di cui, a fine settimana ho avuto la conferma.

Essendo che siamo arrivati verso le 11:00 subito dopo aver posato le valigie in stanza siamo andati a mangiare, giuro, in quell’albergo si mangia troppo bene.

Comunque nel pomeriggio siamo andati in spiaggia, quella spiaggia è molto bella, io sono subito andata a farmi il bagno, è strano il mare a Viserba, perché all’inizio è bassa e poi, dove ci sono i “buchi” degli scogli, l’acqua sprofonda, io faccio il bagno lì.

Le sere esco coi miei nonni, e i giorni seguenti faccio amicizia con due ragazze e imparo a giocare a ping pong.

Sono state delle belle vacanze e spero, l’anno prossimo di poterci riandare. :lol:

LE MIE VACANZE IN SARDEGNA

venerdì, luglio 8th, 2011

Ogni anno vado in Sardegna, al nord in Gallura. La Gallura è una regione storica e geografica della Sardegna. Comprende la parte nord-orientale dell’isola, dal fiume Coghinas che la delimita a ovest, passando poi per il massiccio del Limbara, che ne delimita la parte meridionale, fino al massiccio del Monte Nieddu a sudest. Il territorio gallurese include anche la rinomata Costa Smeralda.

I residenti dicono di non essere Sardi ma Galluresi. Mi piacciono molto questi paesaggi ricchi di roccia granitica levigata o corrosa dal vento, dalla pioggia e dal mare, specie sulle coste, sculture naturali di forme bizzarre e bellissime come quella dell’Orso nei pressi di Palau, conferiscono alla Gallura un aspetto assai originale che a volte ricorda i paesaggi lunari. La vegetazione spontanea della costa è formata da macchia mediterranea (lentischio, cisto, corbezzolo, mirto ecc.). L’interno invece ha un aspetto differente, più riparato dai venti è caratterizzato da imponenti affioramenti granitici e boschi di querce e sugheri la cui lavorazione costituisce una delle principali attività produttive.

Mi piace il mare cristallino ma la cosa che mi piace di più è pescare. Vado quasi ogni giorno con un mio amico che ha una barca, anzi un gommone bellissimo, arriva tranquillamente ai 50 nodi/orari ma di solito non andiamo a quella velocità perché il gommone si potrebbe ribaltare.

Quando siamo in barca si fa una specie di patto: la barca si impegna a portarci a destinazione ma quando la barca ha bisogno di noi, noi ci dobbiamo essere, così dice Daniele il nostro “strano amico Sardo”.

Usciti dal porto incominciamo ad ”armare” cioè a preparare l’attrezzatura. Ci sono due tipi di pesca quella normale: con piombini ed ami, oppure quella più complicata a traina. A traina la barca va avanti a una velocità moderata, per pescare ci si serve di una canna robusta e di pesci finti oppure del cucchiaino” (pesca a spinning). Io pesco poco ma loro dicono che servo da portafortuna: quando ci sono io pescano di più. In barca quando si sta fermi a pescare ti può succedere di stare male e avere il mal di mare e poi durante la giornata fa veramente caldo, io ho una carnagione molto chiara e perciò devo stare molto coperto e a volte per proteggermi prendo anche l’ombrello.

Il pesce viene già pulito in barca e quando si arriva a casa si finisce di pulirlo e alla sera mangiamo sempre insieme.

 

La tartaruga

mercoledì, settembre 1st, 2010

La tartaruga è un animale vertebrato: alcune sono marine e altre sono terrestri, ma tutte le tartarughe sono dei rettili.
La tartaruga  (il nome scientifico è Testudo Hermanni) è la specie più comune di tutte le tartarughe terrestri del Mediterraneo.  Vive prevalentemente nel Nord Est della Spagna, Sud della Francia, Nord Est dell’Italia e in alcune isole del Mediterraneo.
Prima dell’accoppiamento, di solito i maschi corteggiano insistentemente le femmine, ricorrendo non di rado a spinte con il carapace ed a morsi per convincerle ad accoppiarsi. Non sono infrequenti scontri e contese tra i maschi, per il possesso di una femmina.
Dopo l’accoppiamento le femmine depongono, a seconda della specie, da un minimo di due uova, fino ad un massimo di duecento, per le grandi tartarughe di mare.  Di solito le uova vengono lasciate cadere in piccole buche scavate appositamente nel terreno (anche le tartarughe e le testuggini d’acqua depongono le loro uova a terra) e vengono accuratamente ricoperte con sabbia, terra.  Le uova ed i piccoli non vengono curati dalle femmine; questi fuoriescono dall’uovo rompendo il guscio e si portano in superficie, dove affronteranno la vita da soli.

tartaruga

Il carattere docile, l’adattabilità a climi diversi, purchè caldi e le poche cure necessarie hanno portato a considerarla una specie ideale di animale domestico. Per questo motivo, durante l’ultimo secolo, decine di migliaia d’esemplari furono sradicate dal loro habitat dell’Europa sud orientale ed esportate nell’Europa nord occidentale per fini commerciali.  Ciò ha causato uno spopolamento dei luoghi d’origine e la morte della maggior parte dei soggetti, non in grado di adattarsi ai climi freddi.
È l’animale più longevo di tutti i Vertebrati.  Mediamente vive dai 70 agli 80 anni, ma può superare tranquillamente i 100. La tartaruga può vivere sino a 150 anni e, in alcuni casi, sino ai 200.
La tartaruga è prevalentemente vegetariana.  La sua dieta deve essere ricca di fibre, sali minerali e vitamine e povera di grassi e proteine animali.  In libertà predilige teneri germogli delle più svariate piante selvatiche, fiori, lumache, frutta selvatica e, occasionalmente, escrementi d’altri animali.
Nel giardino si può alimentare variando fra la grande scelta di frutta e verdura disponibile.
La tartaruga di terra va in letargo, quindi non bisogna preoccuparsi se, nel periodo più freddo dell’anno, scaverà una buca nel terreno e vi si nasconderà.
Durante l’inverno la temperatura scende così tanto che l’animale non può sopravvivere allo stato attivo e va incontro a un “riposo”, sopravvivendo grazie alle riserve di grasso del suo corpo, accumulate nei mesi caldi.  Tutti i processi metabolici sono rallentati e l’animale ha così bisogno di un bassissimo dispendio d’energie.