classi quinte

You are currently browsing articles tagged classi quinte.

Sapreste individuare dei disegni di senso compiuto in un guazzabuglio di linee? La VC della scuola Oberdan ci è riuscita. Provateci anche voi. Oppure provate a trovare nel cartellone originale i disegni scoperti dai bambini.

Il cartellone di partenza

Read the rest of this entry »

Tags: ,

Le classi VB e VC Oberdan hanno aderito, per il secondo anno, ad un laboratorio artistico di recupero e riciclo di materiali

A conclusione di un progetto iniziato lo scorso anno scolastico nel quale sono state realizzate delle maschere, i bambini hanno approfondito il percorso realizzando delle sculture: il laboratorio, all’interno di una filosofia del recupero e riciclo di materiali, partendo dall’osservazione di sculture composte con materiale di recupero, ha come finalità la progettazione e la realizzazione di un oggetto-scultura con la stessa tipologia di materiale. Al progetto hanno partecipato la V B e la V C.

Ecco alcune immagini delle opere realizzate dalla VC

Read the rest of this entry »

Tags: ,

Di seguito vi prensentiamo il saluto di alcune delle quinte della Oberdan e della Franceschi. I loro cinque anni nella scuola elementare…

 

V B Franceschi

LA MIA AULA RACCONTA

La mia aula ne ha viste di cotte e di crude, di belle e di brutte, tra risate e pianti, strilli delle nostre maestre, il nostro chiasso e quello del nostro martello, usato dalla maestra.

E poi, quanti cartelloni messi su di te, gli armadi sempre più pesanti. Mi ricordo quando ti abbiamo tolto il vestito, ovvero quando abbiamo tolto la carta dalle pareti per metter quella nuova e pulita…

I banchi , inoltre, ti devono pesare molto e la lavagna e la libreria…

Ricordo quando abbiamo fatto il salame di cioccolato, tu c’eri vero?

Che delizioso aroma c’era nell’aria, avevamo tutti l’acquolina in bocca ed ogni tanto, di soppiatto, qualcuno assaggiava un pezzettino dell’impasto.

E quando abbiamo fatto le lezioni con il maestro di scrittura creativa, le belle esperienze come i lavoretti… ed i discorsi brutti come quelli sul razzismo, sullo sterminio degli Ebrei, discorsi sui pedofili, sulla droga.

Ci hai visto diventari seri , per poi scoppiare in fragorose risate liberatorie.

E quando è entrato il piccione e ci siamo messi tutti a gridare e ridere come matti, com’è stato divertente!!!

E le lezioni di inglese con lo stereo a tutto volume e le sbirciatine sui quaderni durante le esercitazioni…Cara aula, ho passato degli anni bellissimi con te!!!!

 

 

V C Oberdan

 

 

 

V A Oberdan

La mia scuola elementare

Ho ancora quel ricordo… entrare in classe da bambino, timido, incosciente e impaurito, ma adesso da ragazzo bravo e intelligente… sono pronto per le medie!!

Mi ricordo appena entrato ero un pivello, ora esco da ragazzo per bene che non ha finito di imparare le cose.

Sono elettrizzata perchè il prossimo anno inizierà una nuova era: quella delle medie, anche se significa abbandonare il luogo dove sei cresciuto!!

.. Sono super felice che finisce la scuola!!Ma sono triste perchè so che non ci capiteranno avventure così…

Mi ricordo quando sono entrata in questa scuola, ho conosciuto nuovi maestri e nuovi compagni. Mi ricordo le emozioni che provai!!

Io sono felice di andare in prima media perchè farò nuove amicizie!

Della scuola elementare mi mancheranno le nostre maestre e i maestri che ci hanno accompagnato in questi cinque anni.

A me dispiace lasciare la scuola, i miei compagni, i maestri e tanti giochi fatti insieme.

Ricorderò sempre il mio cammino da studente e la mia grande scuola, spero di trovare una classe bella come questa!

Spero di ritrovare i compagni, i maeastri e le maestre per sempre!Un bacio

Entrando a scuola mi persi e mi viene da ridere, ora mi sento pronto per le medie!

Lasciare la scuola vuol dire lasciare i giochi insieme durante la ricreazione, la nostra aula ma soprattutto i miei compagni!!!Mi mancheranno le litigate, le emozioni e gli scherzi di questi cinque stupendi anni!

Mi sovviene di una scuola piena di felciità, anche se in difficoltà. Scritte sui muri ricoperte da pitture bellissime che verranno sempre ricordate dalle maestre future.

Tags: , ,

Ecco a voi gli affreschi dei bambini della classe V C della Oberdan eseguiti sotto la guida dell’esperto esterno dott. Carmelo  Vinciguerra dell’associazione “Arianna Group”.CHE CAPOLAVORI!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags: ,

Lavoretto e cartellone realizzato dalla V A della Franceschi. Su quest’ultimo troviamo la poesia di Natale di Maria Teresa di Calcutta. Le sue parole ci facciano riflettere e ci guidino alla scoperta del vero Natale…

 

 

Adesso diamo la parola ai bambini. Vi riportiamo, di seguito, le loro riflessioni:

“E’ Natale ogni volta che faccio la pace dopo una litigata”

“E’ Natale ogni volta che faccio ridere un amico quando è triste.”

“It’s Christmas every time I have a lot fun with my father, mother and sister.”

“E’ Natale ogni volta che rinuncio ad un gioco perché i miei genitori hanno problemi economici.”

“E’ Natale ogni volta che aiuto una vecchietta in difficoltà.”

“E’ Natale ogni volta che dedico il mio tempo ad una persona che ne ha bisogno.”

“E’ Natale ogni volta che aiuto un ammalato o un povero.”

“E’ Natale ogni volta che la mia famiglia si ritrova tutta insieme la sera.”

“E’ Natale ogni volta che sento battere il cuore di mia madre.”

“E’ Natale ogni volta che porto la colazione a papà bloccato a letto con la schiena.”

“E’ Natale ogni volta che perdono un amico che mi ha offeso.”

“E’ Natale ogni volta che preparo una sorpresa ai miei genitori con l’aiuto dei miei fratelli.”

“E’ Natale ogni volta che mangio insieme alla mia famiglia.”

“E’ Natale ogni volta che la mia famiglia è riunita e ci sosteniamo l’un l’altro.”

E’ Natale ogni volta che ricongiungo mamma e papà dopo una forte litigata.”

“E’ Natale  ogni volta che, con la mia famiglia, regalo coperte e cibo ai poveri.”

“E’ Natale ogni volta che i miei genitori non discutono e si vogliono bene.”

“E’ Natale ogni volta che rinuncio ad un gioco per dare i soldi in beneficenza.”

“E’ Natale ogni volta che riporto il sorriso a qualcuno con un gesto di generosità.”

“E’ Natale ogni volta che mio fratello Riccardo si rannicchia sotto le coperte e si sente al sicuro.”

“E’ Natale ogni volta che dono il mio tempo ad un malato in ospedale.”

 

 

 

Grazioso e fantasioso lavoretto natalizio.

 

 

 

 

Tags: ,

La 5 A della Franceschi ha creato questo fantastico cartellone sull’autunno. I disegni sono stati realizzati con la tecnica del puntinismo, movimento pittorico caratterizzato dalla scomposizione dei colori in piccoli punti. Inoltre, questa tecnica prevede che i colori non vengano mescolati, ma semplicemente accostati gli uni agli altri. Il risultato è davvero interessante.

 

 

Tags: ,

Riprendiamo una tradizione molto bella: i saluti delle quinte. Gli alunni delle classi quinte salutano la scuola elementare e danno qualche consiglio ai piccoli che entreranno in prima a settembre. In bocca al lupo ragazzi!

Franceschi

Il saluto della VA

In questi cinque anni di elementari ci siamo divertiti tanto, speriamo che vi divertirete anche voi.

Cinque anni insieme ed ora dobbiamo lasciarci, avremo nostalgia della nostra scuola, delle maestre, dei nostri compagni e allo stesso tempo non vediamo l’ora di andare in prima media e di conoscere nuovi compagni e nuove insegnanti.

Oberdan

I saluti della VA

Un saluto alla scuola elementare e un invito ai bambini dell’asilo.
Cari bambini dell’asilo, vi invito a entrare senza paura in questa nuova casa accogliente che è la scuola elementare. Per cinque anni resterete qui ma non vi spaventate perché con un po’ di impegno sarà tutto facile. Poi vorrei ringraziare la scuola elementare che mi ha seguito per tutti questi cinque anni: sono un po’ contento e un po’ triste di lasciarti, ma ti vorrò sempre bene.

Cara scuola elementare,
mi mancherai tanto. Negli anni a venire rimpiangerò i bei momenti passati in te: giocare, lavorare, studiare… Addio

Cara scuola,
ricorderò sempre i bei momenti passati tra le tue mura, perché nella vita non li rivivrò più. Addio

Cara scuola elementare,
in questi cinque anni mi hai insegnato tante cose e preparato benissimo per le medie. Ciao.
P.S. Per i bambini delle future prime: attenti alla frittata della mensa…

Cara scuola,
mi sei stata molto utile, mi mancherai moltissimo, mi raccomando, accogli bene i nuovi alunni come hai accolto me. Vorrei ringraziare le maestre che mi hanno insegnato tanto. Ciao scuola

Care future classi prime,
Vi auguro un buon futuro come scolaretti in questa bellissima scuola, ma sarò molto facile con queste buonissime maestre. Personalmente ho passato cinque anni veramente belli e ho conosciuto maestre fantastiche.

Cari bambini delle future prime,
io l’anno prossimo non ci sarò, sarò alle medie, però vi do tre consigli:
1) Siate amici di tutti
2) Non fatevi nemici in classe
3) Non siate impauriti

I saluti della VB

La quinta elementare è stato un anno fantastico!

Questi cinque anni sono stati i più fantastici e mi sono fatta tanti ricordi

Questi sono stati gli anni più belli della mia vita

Questi cinque anni sono stati fantastici

In questi anni abbiamo capito che l’amicizia, lo studio e essere responsabili delle proprie cose è molto importante. Questi anni sono stati indimenticabili

Consigli ai bambini delle future prime:

Studia e stai attento alle tue cose

Studia e soprattutto divertiti

Ascolta la maestra e studia

Studia, divertiti e gioca con gli amici

State attenti quando la maestra spiega e “resistete” fino al campo scuola!

I saluti della VC

Ci dispiace molto di lasciare la scuola elementare perché in questa scuola lasciamo tutti i nostri preziosi ricordi dei bei momenti trascorsi in questi cinque anni di studi.
Ci dispiace lasciare i nostri amici con i quali abbiamo vissuto delle straordinarie avventure.
Ci dispiace infine di lasciare le maestre che ci hanno accompagnati, insegnandoci tanti argomenti nuovi di cui adesso siamo a conoscenza.

Tags: ,

Le classi V A, B e C della Franceschi hanno partecipato ad un progetto su Giovanni Falcone che si è concluso con l’incontro con due magistrati. Ecco il loro articolo con alcune foto. La foto con gli alunni è stata oscurata non a caso con i fiori perché il tema della diciottesima edizione della “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie” che si è svolta a Firenze il 16 marzo 2013 era “Semi di Giustizia, fiori di Corresponsabilità”.

INTERVISTA AI MAGISTRATI, APPROFONDENDO LA COSTITUZIONE

LUNEDÌ  29 APRILE PER CONCLUDERE IL PROGETTO SU GIOVANNI FALCONE, CHE ABBIAMO CONOSCIUTO ATTRAVERSO LA LETTURA DEL LIBRO DI LUIGI GARLANDO E LA PARTECIPAZIONE AD UNO SPETTACOLO TEATRALE, ABBIAMO INCONTRATO DUE MAGISTRATI. Read the rest of this entry »

Tags: ,

La VC Oberdan ha riflettuto sul significato di questa giornata. Gli alunni hanno provato a suggerire a chi ha il potere di cambiare le cose delle azioni utili per la salvaguardia del nostro pianeta. Leggiamo cosa hanno scritto.

22 aprile, Giornata della Terra (Hearth Day).

La classe VC della G. Oberdan, si rivolge alle Cariche Istituzionali dello Stato per richiedere e suggerire “comportamenti sostenibili”. Read the rest of this entry »

Tags: ,

Anche il tempo meteorologico ci annuncia che ormai siamo in pieno autunno. Ecco anche tre contributi dalla Oberdan che ci immettono in pieno clima del ponte dei Santi. La IIC durante le ore di inglese ha fatto un cartellone su Halloween, la VB ha fatto dei quadretti sullo stesso tema e dalla VA ci giunge una poesia commentata su una bella e antica tradizione piemontese del giorno dei Santi fatta durante l’ora di religione. Read the rest of this entry »

Tags: ,

« Older entries

Vai alla barra degli strumenti