Giornata Nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo

Ecco il resoconto di questa iniziativa che si è svolta alla Franceschi

Il 7 febbraio 2017 la scuola G. Franceschi ha deciso di celebrare la Prima Giornata Nazionale contro il bulllismo e il cyberbullismo in quanto tali problematiche, in particolare la prima, costituiscono l’asse portante dell’azione educativa dell’Istituto Comprensivo Via Fabiola che, attraverso attività e iniziative diverse, si concretizza nel progetto “La bellezza salverà il mondo”.

Le insegnanti e gli alunni tutti della scuola hanno lavorato in vario modo alla tematica della giornata e, in particolare le classi Quarte e Quinte, hanno prodotto e reso pubblici i loro lavori: cartelloni murali, testi, disegni e il bell’acrostico della parola bullismo che appare nel manifesto della giornata.

Complimenti a tutti per il bel lavoro e per l’impegno!

Ecco un testo elaborato dalla 5B:

Oggi abbiamo parlato del bullismo. Il bullismo è una mancanza di rispetto verso gli altri. Il bullo, ha una sola regola: la regola della prepotenza,” la sua regola”. Il bullo può essere bambino o ragazzo, ma il dolore che provoca è sempre tanto.Questi ragazzi con comportamenti estremi si incontrano soprattutto nelle scuole, agiscono su deboli e indifesi.Il bullo spesso nasconde la sua debolezza sotto una maschera di prepotenza. Egli causa sempre tanta sofferenza, che non sempre traspare esternamente, a chi è vittima di bullismo, il dolore interiore infatti  non  può essere visto dagli altri. Il bullo fa male agli altri ma allo stesso tempo fa male anche a se stesso. Egli non agisce da solo, cerca di compromettere più  gente possibile per nascondere la sua colpa di essere bullo.       

Classe 5B G. Franceschi

E queste sono le foto dell’evento e dei lavori realizzati dagli alunni

 

 

Vai alla barra degli strumenti