La ricreazione

Se chiedete a un bambino delle elementari (sì, si chiama scuola primaria, ma è tanto antipatico come nome!) cosa fa a scuola, capita spesso che risponda: “la ricreazione”, con grande sconforto delle insegnanti che cercano di rendere piacevole agli alunni tutta la giornata, non solo i 20 minuti della merenda, ma tant’è… Leggete cosa scrivono gli alunni della IVB della Franceschi a tale proposito.

Ecco, è ora di ricreazione

Mentre studiamo verso le dieci e mezzo la maestra ci dice che dobbiamo fare la ricreazione e quindi mettiamo i libri sotto il banco. L’intervallo viene trascorso nella classe,ma io lo vorrei trascorrere in giardino.

Le cuoche vengono sempre da noi per chiedere quanti siamo e a portarci la merenda, il lunedì, di solito, ci portano pane e cioccolata e lo mangiamo seduti ai banchi.

Io scambio quasi, anzi, sempre gli adesivi morbidosi e intanto mangiamo. Anche le femmine fanno scambi, ma giochiamo anche a “mamma e figlia”oppure a carte di uno o briscola infine facciamo disegni. I maschi giocano con il lego con cui fanno le pistole e fanno finta di spararsi, o si scambiano anche loro gli adesivi e giocano a carte con noi. Quando spostiamo le sedie per alzarci e spostarci da un banco a un altro le sedie stridono per terra e fanno un bel po’ di rumore. Spesso quando giochiamo litighiamo. La campanella di fine intervallo suona e tutti si ricordano di andare in bagno. La classe quasi sempre vuota e alcuni chiedono cinque minuti in più;ma,dobbiamo mettere apposto perché dobbiamo ricominciare a lavorare. Durante la ricreazione ci divertiamo, PECCATO CHE DURA SOLO MEZZ’ORA!

G.

Punti di vista diversi sul momento della ricreazione degli alunni della IV B Franceschi

Ecco, erano le dieci e mezza di mattina quando, dal silenzio profondo del lavoro, emerse la voce della maestra che annunciava la ricreazione. Subito iniziò ad innalzarsi un mormorio di voci che a mano a mano si trasformò in un brusio molto più alto finché non divenne un chiasso tremendo. Lo scricchiolio delle sedie che si muovono per far alzare i bambini e il gran chiacchierio facevano capire che era arrivata l’ora di fare merenda.

La classe sembrava più bella quella mattina colorata, scintillante, piena di bambini indaffarati a mangiare. (…..)

B.M.

La maestra alle ore dieci e trenta ci dice di fare ricreazione, tutti riordiniamo e si inizia la ricreazione. La merenda ogni giorno cambia, ma la mia preferita è pane e cioccolata! Di solito si mangia al banco, ma qualcuno mangia in piedi. Io quasi sempre gioco alle carte di “Uno”, ma quando mi ricordo di portare l’album di adesivi scambio adesivi, sempre super morbidosi, per quasi tutta la ricreazione. Anche le femmine, anzi soprattutto le femmine, scambiano gli adesivi. Invece i maschi: alcuni giocano con le pistole di lego, altri scambiano adesivi e altri ancora giocano a carte: a “Uno” o a “Briscola”. Giocando con le pistole ci si può far male, per questo io non ci gioco mai. Quando la maestra dice di riordinare tutti si ricordano di andare in bagno e gridano “No!”. Finito l’intervallo penso che mi sono divertito molto. All’inizio della lezione non sono molto concentrato perché continuo a pensare a quello che è successo a ricreazione, ma dopo smetto e presto attenzione perché mi ricordo che ho tutta la notte per pensare!

V.P.

Finalmente! La maestra Francesca ci ha appena detto che è finito il lavoro, così inizia il divertimento, cioè la ricreazione. Tutti noi iniziamo a far rumore, con lo stridio delle sedie, nel frattempo alcuni iniziano a prendere la merenda.

Alcune volte si sente: un odore di cioccolato, o un odore di mortadella, dipende da cosa c’è.

Quando è finita la merenda iniziamo a giocare, io di solito: gioco a carte, parlo con le mie amiche, scambio gli adesivi oppure faccio un disegno. Prima che finisca la ricreazione noi dovremmo andare in bagno, ma ci scordiamo sempre quindi quando la maestra dice che è finita la ricreazione tutti vanno al bagno.

La ricreazione mi piace tanto perché non devo lavorare.

C.P.

Ecco, è ora di ricreazione!

<<È finito il lavoro ragazzi! Ora possiamo cominciare la ricreazione in classe!>> Pronunciò la maestra. Come inizia la ricreazione? Con lo stridio della sedia e quando finalmente tutti quanti ci alziamo ci scateniamo come matti. Le femmine fanno delle riunioni private e i maschi si scambiano gli adesivi, ma anche le femmine si scambiano gli adesivi.

Stavo per dimenticarmi, prima della ricreazione facciamo merenda ci danno: il lunedì la cioccolata, il martedì ci forniscono i biscotti al cioccolato infatti, mentre scrivo sento uno strano odore di cioccolato fresco; il mercoledì e il giovedì ci danno i panini o alla mortadella o al prosciutto cotto, il venerdì ci danno le banane con i biscotti al cioccolato. Quando abbiamo finito la ricreazione andiamo in bagno e successivamente ci rimettiamo subito a lavorare su italiano o matematica o storia o altro.

G.C.

La mattina lavoriamo per almeno un’ora, quando alle 10.30 la maestra dice di smettere. Dal silenzio si passa a un caos totale: le sedie che stridono, le urla dei bambini che non vedono l’ora di giocare. Io la ricreazione, d’estate, preferisco farla in giardino mentre d’inverno la preferisco in classe, ma la facciamo sempre in aula. La merenda ce la danno le cuoche e la mia preferita è pane e cioccolata: appena apro la cioccolata si sente un profumo piacevole. Finita la merenda, io e Diana di solito approfittiamo per andare subito in bagno così non ci pensiamo più. Mentre ritorniamo in classe nel corridoio vediamo bambini che corrono e che giocano e sentiamo strilla di alunni che hanno appena finito di lavorare e proprio adesso hanno iniziato la ricreazione.

In classe da sotto il banco o dalla cartella tiro fuori l’album degli adesivi e chiedo a quelli che li hanno portati di scambiarli. Qualche volta, invece, io e qualcun altro andiamo in IVA a scambiare gli adesivi. Qualche volta dimentico gli adesivi e gioco a “Uno”, un gioco di carte. Durante il gioco quasi sempre avvengono dei litigi perché qualcuno non dice “uno” e lui o lei afferma di averlo pronunciato. Ma la cosa che rende me e tutta la classe più tristi è quando la maestra dichiara che la ricreazione è finita. Alcuni implorano perfino la maestra di far durare la ricreazione cinque minuti in più, ma non sempre siamo accontentati.

Per me la ricreazione sarebbe più bella senza le litigate.

C.I.

Verso metà mattina in classe ci sono varie occhiate all’orologio per vedere quando scoccano le dieci e mezza.

In quel momento la maestra annuncia l’inizio della ricreazione e si sente subito la differenza tra il chiasso e il silenzio.

Tutti cominciano ad alzarsi e a correre verso la merenda che ci hanno portato le cuoche circa mezz’ora prima della ricreazione. Loro ci portano dei giorni pane cioccolata ed altri i panini con la mortadella o con il prosciutto cotto.

Purtroppo io la cioccolata non la posso mangiare spesso così è dalla prima che porto i crackers, ma da quest’anno siccome mangiamo all’una e mezza le maestre ci hanno dato il permesso di portare panini e altro cibo.

Come stavo dicendo la maestra annuncia l’inizio della ricreazione e tutti si alzano. Io resto seduta prendo la mia merenda e me ne resto ad annusare il suo odore per un po’. Poco dopo vado dalle mie amiche e decidiamo i giochi da fare. Di solito scambiamo gli adesivi e a questo partecipano anche i maschi. La ricreazione della mattina è abbastanza corta così la passiamo in classe.

Quando la maestra ne annuncia la fine ricominciamo da capo: tutti si mettono ad urlare, ma poi ci ricordiamo che non siamo andati in bagno così ci facciamo una bella corsetta ed infine ci rimettiamo seduti a lavorare.

M.I.A.

Quando la maestra dice di interrompersi è una grande gioia, si sente lo stridio delle sedie e i miei amici che parlano.

Successivamente andiamo in fila per prendere la merenda, a volte ci danno i biscotti a volte la cioccolata o i panini.

Dopo aver finito di mangiare cominciamo a giocare. I maschi di solito scambiano gli adesivi, ma giochiamo anche con i lego, le femmine giocano con i pupazzi o scambiano anche loro gli adesivi.

Quando la maestra interrompe la ricreazione andiamo tutti in bagno.

La ricreazione mi piace ma mi piace anche il lavoro.

M.R.

Nel silenzio del lavoro, la maestra grida di incominciare la ricreazione, in classe. Tutti i libri si chiudono e le sedie si sentono scricchiolare, ognuno si prende la propria merenda: l’ odore dei panini ci fa venire l’ acquolina in bocca. La ricreazione è lunga: dura trenta minuti e noi ce la organizziamo come ci pare. Io, delle volte, gioco con le carte di “Uno”, oppure scambio gli adesivi con i miei compagni, oppure vado a scambiarli nell’altra classe. Quando manca poco all’inizio del lavoro cerco di divertirmi il più possibile. Purtroppo la maestra, ad un certo punto, ci dice di smettere. Come al solito tutti chiedono altri cinque minuti. Quando ci sediamo tutti si ricordano di andare in bagno. La ricreazione è stata divertente, ho scambiato molti adesivi, ci siamo riposati abbastanza, siamo pronti per ricominciare il lavoro.

G.F.

Ecco è ora di ricreazione, finalmente posso giocare con i miei amici a carte. Ma spesso mi annoio e mi dà fastidio la confusione.

Quando finisce la ricreazione sono scocciato di ricominciare la lezione.

F. S.

Finalmente è ora di ricreazione la maestra dice che si deve riordinare: si sentono i tonfi dei quaderni che vanno sotto il banco, lo stridio delle sedie che si muovono e tutti si alzano, c’è un gran chiasso; si apre spesso la porta si percepisce il fracasso dei bambini che corrono per andare in bagno.

Noi invece apriamo la busta in cui è contenuta la merenda, se ci piace ce la mangiamo, ma spesso preferiamo la merenda di casa.

Ecco che si gioca!

Noi femmine di solito scambiamo adesivi invece i maschi certe volte li scambiano con noi o ci danno consigli altrimenti giocano con le pistole o a carte…

Alla fine la maestra dice di riordinare e tutti si ricordano di andare in bagno così la maestra ci manda in bagno e dice cosa si farà nelle ore seguenti. Secondo me sarebbe bello se anche alle elementari ci fosse la campanella, così noi potremmo andare in giro per le scuola come fa mia sorella

D. S.

Ecco,è ora di ricreazione!

Finalmente è ora di ricreazione! Noi la ricreazione la trascorriamo in classe, anche se io la vorrei trascorre in corridoio, ma non si può. Io qualche volta, faccio i disegni con Indi, Carolina, Giulia… se non c’è niente di migliore da fare, se no, ci scambiamo gli adesivi. Ormai è da tanto che non gioco a “mamma e figlia”.

Noi femmine facciamo dei disegni, chiacchieriamo e giochiamo. Invece i maschi a pistole fatte di lego …

Giocando, qualche  volta litighiamo, perché c’è chi ha ragione e chi no. Alla ricreazione, vengono le cuoche della mensa che ci portano la merenda. Ad alcuni piace, ad altri non piace. A me, per esempio non mi piacciono i biscotti e il panino con la mortadella, agli altri piacciono queste cose, ma non a tutti.

Quando suona la campanella significa che dobbiamo smetterei fare ricreazione. Quando si mette a posto si fa un po’ di fracasso e si sentono qualche lamentela, però pochissime volte.

All’inizio di ricominciare i compiti, tutti  stiamo un attimo in silenzio.

Ecco come passiamo la ricreazione.

S.D.

Tags: , ,

16 comments

  1. bitbit’s avatar

    Prego!!! 😉

    [WORDPRESS HASHCASH] The poster sent us ‘0 which is not a hashcash value.

  2. Sara D.’s avatar

    Finalmente M., è uscito il mio testo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Grazie!

  3. CECILIAI’s avatar

    Indy mi piace il tuo testo della ricreazione

  4. CECILIAI’s avatar

    Indy mi piace l’idea che tutti guardano l’orologio

  5. CECILIAI’s avatar

    Indy mi piace molto il tuo testo. soprattutto l’idea che tutti guardano l’orologio

  6. bitbit’s avatar

    Cara Sara, manca il tuo testo? Può darsi che nel riunire tutti i testi in un unico file io abbia fatto un po’ di confusione. Rimandalo alla maestra Francesca, lei me lo rinvierà e io lo inserirò.

    [WORDPRESS HASHCASH] The poster sent us ‘0 which is not a hashcash value.

  7. sara’s avatar

    M.ma perchè non metti anche il mio?????

  8. sara’s avatar

    Ma,io pure non lo so,anche io li ho letti tutti.

  9. giulia’s avatar

    ma quanti sono i testi? Li ho letti tutti

  10. giulia’s avatar

    brava indyyyyyyyyyyyyyy 6 molto brava(anche gli altri)

  11. giulia’s avatar

    grazie maestra

  12. diana’s avatar

    valè tu sei sicuro che non giochi mai a pistole ??

  13. sara’s avatar

    Complimenti Gabriele F.(Ma anche gli altri)

  14. Sara’s avatar

    Questo testo lo ha fattouna mia AMICA!

  15. maestra Francesca’s avatar

    Complimenti ragaazzi!

Comments are now closed.

Vai alla barra degli strumenti