Natale in IIIA

Ecco come la IIIA della Franceschi ha vissuto queste settimane di preparazione al Natale.

IL NOSTRO NATALE

Che meraviglia la preparazione del Natale nella nostra classe e nella nostra scuola!

Già dalla metà di novembre abbiamo cominciato a pensare agli addobbi che avrebbero adornato l’atrio della scuola e i corridoi del terzo piano.Abbiamo chiesto alle responsabili della mensa di fornirci alcuni piatti fondi (noi usiamo quelli di farina di mais che sono completamente biodegradabili al contatto con l’acqua) e loro molto generosamente ce li hanno dati e noi li abbiamo incollati a due a due e dipinti con la tecnica del decoupage con temi natalizi.

Per la verità sembravano tanti dischi volanti, ma tutte le classi del piano hanno fatto a gara, sotto consiglio delle maestre Stella e Piera, a farne sempre più belli e pieni di simboli natalizi.

Una volta messi nell’atrio della nostra scuola lo spettacolo era stupendo!

Ma il bello è arrivato nella scelta dei decori dei corridoi del nostr0 terzo piano!….Dopo varie opzioni si è arrivati alla confezione di palle di polistirolo bianche con ricami in oro da gestire liberamente con fantasia e creatività da ogni classe purché si rimanesse fedeli alla consegna del BIANCO E ORO! Ed ecco la maestra Rita che arriva a scuola carica di scatoloni pieni di palle di polistirolo bianche! Al lavoro, ragazzi! Tutte le classi hanno dato libero sfogo alla creatività e alla fine il risultato è stato meraviglioso! Ci sembrava di volare camminando sotto una pioggia di decori bianchi e oro di tutte le specie!

Intanto in classe lavoravamo sul vero significato del Natale sia in ambito religioso che culturale. Abbiamo letto le varie leggende e scoperto le tradizioni del Natale in vari paesi del mondo e abbiamo cominciato a scegliere i brani da recitare, da cantare e da suonare per il concerto di Natale da offrire ai nostri genitori e nonni.

A tutto questo dobbiamo aggiungere la preparazione del dono che ci siamo impegnati a fare con le nostre mani per le nostre famiglie.

Abbiamo realizzato delle mattonelle con la tecnica del decoupage con tema “I mercatini di Natale dell’Alto Adige” da usare come sottopentola per la tavola natalizia. Grazie all’impegno delle maestre e all’aiuto della maestra Carla sono venuti dei veri e propri capolavori!

Intanto ci arrivavano gli auguri dei bambini dell’India con i quali siamo gemellati e a questi abbiamo risposto in inglese, con l’aiuto del maestro Fabio, e inviato pensieri, disegni e frasi di augurio.

Negli stessi giorni ci arrivava dall’OPAM, l’ente che si occupa dell’alfabetizzazione dei bambini nei paesi del terzo mondo e con i quali curiamo i gemellaggi, una lettera di un bambino italiano che ci invitava ad aiutare BABBO NATALE affinché portasse dei doni ai bambini che non avevano nulla… così abbiamo deciso di autotassarci di un euro al mese per dare un piccolo contributo per questi bimbi e anche le altre classi che curano come noi i gemellaggi hanno cominciato una piccola raccolta, con i loro piccoli risparmi, e hanno fatto un piccolo versamento all’OPAM.

Intanto in classe continuavano a fervere i preparativi per il Natale sempre più alle porte! Mentre un gruppo di noi aiutava le maestre ad addobbare l’albero e il presepe, un altro si impegnava a confezionare un biglietto di auguri per i genitori. Abbiamo realizzato su dei cartoncini rossi degli alberelli di panno lenci poggiati su un rettangolo di iuta e guarniti con fermacampioni e fiocchetti dorati. All’interno, dopo una conversazione in classe sulle tematiche natalizie, abbiamo scritto le nostre conclusioni su ciò che avevamo detto e su quanto avevamo riflettuto e abbiamo espresso ai nostri cari gli auguri per un Santo e Felice Natale.

Ogni giorno, intanto, veniva aperta una finestrella nel nostro calendario d’Avvento e, insieme al piccolo dolcetto che si trovava dentro, si scopriva un animale della fattoria e si dedicava un pensiero o un proposito per il Natale!

Quanta emozione poi il giorno del nostro concerto! Il direttore ha suonato il violino con noi mentre con il flauto suonavamo e cantavamo i canti natalizi sia in inglese che in italiano!

I nostri genitori erano più emozionati di noi e ci hanno applaudito lungamente.

Questa per noi è stata la preparazione al Natale più bella che ricordiamo e ringraziamo le nostre maestre che ci hanno permesso di viverla in questo modo.

La classe III A della FRANCESCHI

Tags: , , , ,

Vai alla barra degli strumenti