Dalla preistoria…

… e dalla quarta B della Franceschi ci arrivano tre articoli. Il primo ci racconta di una visita al museo Pigorini, il secondo ci fa immedesimare un una nostra famosissima antenata e il terzo ci racconta l’avventura di un altro personaggio preistorico molto famoso. Buona lettura.

Una gita al museo Pigorini

Era venerdì 9 ottobre 2009; alle nove siamo usciti da scuola per andare al museo Pigorini. La gita è stata organizzata dalle maestre per approfondire la storia dell’evoluzione dell’uomo. Eravamo tutta la classe tranne due assenti. Al museo abbiamo visto: teschi, reperti, fossili, statuette e una ricostruzione di uno scavo archeologico. Entrati al museo abbiamo conosciuto Alessandra, la nostra guida che ci ha fatto osservare una barca, ritrovata nel lago di Bracciano, risalente ad ottomila anni fa. In seguito siamo andati in un laboratorio dove abbiamo compilato schede e classificato crani di animali e di uomini primitivi. Successivamente abbiamo continuato il percorso nel museo esaminando uno scavo archeologico del paleolitico e del neolitico, fossili e statue portafortuna. Infine abbiamo visto un interessante cartone animato. Secondo noi è stata una giornata interessante e istruttiva.

Una giornata di Lucy.

Sono comparsa 4 milioni di anni fa nell’era Cenozoica, mi chiamo Nana e ho 23 anni. Ho un figlio che sembra una scimmia come me. Vivo in caverne e mi sposto perché sono nomade, peso 30 kg e sono alta 1,10 m., come un bambino di sette anni.

Stamattina sono andata con mio figlio U-TO a raccogliere bacche e radici per colazione, ho incontrato una mia amica di nome Norda mentre beveva al fiume. Tornando alla caverna ho visto due scimmie ch litigavano per una bacca rossa (la più buona), così gliene ho data un’altra e hanno smesso di litigare. Finito di fare colazione abbiamo fatto un riposino di un’ora e poi siamo andati a fare una passeggiata. Abbiamo pranzato, giocato con le collane, con i rami e le foglie, poi ci siamo arrampicati sugli alberi e sdraiati sul prato. Abbiamo bevuto dal fiume, ci siamo fatti un bagnetto e siamo tornati e U-TO si è riaddormentato per un’ora e mezza. Si è risvegliato e io sono andata a preparare la cena, cioè le bacche con le radici e un po’ di foglie: il suo cibo preferito. Abbiamo cenato, ci siamo andati a lavare i denti con un bastoncino con sopra un po’ d’erba bagnata e siamo andati a letto.

Giocando a cambiare i finali: La famiglia di Scrat

Scrat è uno scoiattolo molto intelligente che voleva conquistare una ghianda inseguendola dall’inizio dell’era glaciale fino all’alba dei dinosauri. Una notte di luna piena nel buio Scrat sente un profumo molto buono, ma non di ghianda. “ma cosa sarà?” Affacciandosi da dietro un albero… vede una bellissima scoiattolina incantatrice. Si muoveva dolcemente accarezzandosi dietro la coda. Luna inciampa su una radice sporgente e cade nel burrone. Scrat si lega una liana elastica e si lancia nel burrone. La raggiunge salvandole la vita. Così lei si innamora perdutamente. Nacque così la famiglia Scrat.

Tags:

7 comments

  1. CECILIAI’s avatar

    anche a me gabri.

  2. gabriele c.’s avatar

    i testi che anno scritto i miei amici di scuola mi piacciono tantissimo soprattuto quello di scratttttttttttttttttttttttttttttt ciaooo hello

  3. diana’s avatar

    grazie ragazze

  4. CECILIAI’s avatar

    mi è piaciuto il finale della storia di Scrat e il racconto di Lucy.

  5. cecilia proietti’s avatar

    mi è piaciuto molto il testo di Lucy

  6. cecilia proietti’s avatar

    i testi mi sono piaciuti molto perchè sono spiegati bene

  7. diana santocori’s avatar

    che bello lusy l’ ho fatto io diana

Comments are now closed.

Vai alla barra degli strumenti