La magia dell’opera

Le classi quarte della scuola Franceschi hanno vissuto un’esperienza molto bella e particolare che consigliano, per il prossimo anno, anche alle altre classi. Ecco il racconto fatto dalla IVA:

Quest’anno, per la prima volta, le classi quarte della Franceschi hanno aderito ad un progetto molto particolare.

Infatti si è trattato di cantare un’opera lirica: il Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini!!! E per farlo abbiamo studiato alcune arie di quest’opera.

Il Teatro dell’Opera di Roma ha inviato a ciascun bambino due libretti e il cd musicale grazie ai quali siamo riusciti a diventare dei veri cantanti lirici. Poi una ragazza di nome Francesca è venuta a darci due lezioni di canto e il 22 maggio, al Teatro Nazionale, siamo stati noi i protagonisti, esibendoci alla perfezione e cantando: la Cavatina, la Calunnia, La Forza, Zitti zitti piano piano, Amor e fede eterna. Eravamo perfino vestiti da sivigliani e alcuni di noi sono addirittura saliti sul palco a recitare!

La scena finale è stata sensazionale perché quando abbiamo intonato “Amor e fede eterna”, tutti noi bambini seduti in platea e quelli sul palco, abbiamo sollevato archetti di rose fatti da noi per creare l’atmosfera di festa.

E’ stata un’esperienza così bella che invitiamo tutte le classi della scuola ad aderire l’anno prossimo, che vedrà in scena “La Traviata”.

IVA Franceschi

Tags:

1 comment

  1. annamel’s avatar

    Con Piera e le colleghe della sezione C abbiamo in effetti partecipato ad una esperienza veramente bella ed appassionante. I bambini della IV B come gli altri si sono lasciati coinvolgere volentieri in questa avventura, per loro del tutto nuova, con risultati proprio soddisfacenti.

Comments are now closed.

Vai alla barra degli strumenti