Ritorna alla homepage

Archivi per: Agosto 2011

30.08.11

Permalink 17:13:07, Categorie: blog  

Orologi a cucù da Massimo Presciutti [scuola primaria Firenze]

Buon rientro a tutti! Massimo

HAVE YOU GREAT SEPTEMBER

http://www.youtube.com/watch?v=47AN3-qusj00

 

Permalink
Permalink 08:21:56, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0 a.s. 2011 - 2012

Pinocchio 2.0 augura a tutte/i

                   un buon rientro a scuola

Permalink

29.08.11

Permalink 10:56:41, Categorie: Rob&ide  

Segnalazione sitografie [I.P.S.I.A. Gaslini di Genova Bolzaneto - Genova]

Ciao a tutti! Ecco una notizia non nuovissima nel contenuto, ma nuova nella divulgazione dell'argomento.

Sciami di insetti-robot realizzano l’idea di Leonardo Da Vinci
Protagonisti al congresso mondiale sul Controllo automatico a Milano

Ne avevo gia' lette di simili, ma sempre usate in campo militare. Pare che ora si voglia andare in direzione diversa.

Bruno

[ img tratta dal sito Ansa.it

Permalink

28.08.11

Permalink 13:13:07, Categorie: Rob&ide  

Scuola di Robotica, coordinatrice per l'Italia della European Robotics Week promossa dalla Commissione Europea [SdR]

Gentilissime/i,

siamo lieti di informarvi che Scuola di Robotica è coordinatrice per l'Italia della eurobotics week della Commissione Europea. La Settimana Robotica europea - analoga a quella che si svolge già negli Stati Uniti, vedi http://www.nationalroboticsweek.org/ è stata presentata, e accettata, nell'ambito del progetto europeo euRobotics.

Sul sito del progetto http://www.eurobotics-project.eu/cms/index.php?idcat=56 troverete molte notizie, in inglese. Qui, in Italiano http://www.scuoladirobotica.eu/ Quest'anno, la Settimana robotica si svolgerà dal 28 novembre al 4 dicembre 2011, in tutta Europa. Tutti gli eventi che si terranno in questo periodo in diverse città italiane ed europee (open lab, conferenze, mostre, film, corsi, ecc) saranno pubblicizzati sul sito europeo indicato, e mediante altri media. Ci sarà una conferenza stampa di lancio e un grande evento centrale in una città europea. Allegato a questa mail, il Form per la presentazione delle proposte. Vi chiediamo la cortesia di compilare anche la parte inglese  è breve :-) Stiamo già raccogliendo le proposte. La scadenza per l'invio delle proposte a Bruxelles è il 30 settembre.

Già molti Colleghi ci hanno chiesto se vi siano fondi. Purtroppo non ci sono fondi, e Scuola di Robotica sta svolgendo questa attività come volontariato. Nulla vieta, nondimeno, che si cerchino sponsor :-)

Attendiamo le vostre idee :-)

Grazie della collaborazione e molti cordiali saluti.

Emanuele Micheli

Scuola di RoboticaScuola di Robotica 
Permalink
Permalink 13:01:41, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0 e qualche idea 3D

Centinaia di modelli di carta per rendere gli animali in 3D, giochi, origami ecc ecc il tutto con i modelli stampabili.

[ dal sito della CANON ]

Permalink

22.08.11

Permalink 19:34:22, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0: post da facebook

Zia Otto: Dettaglio del mio piccolo Pinocchio! Un bacio!

Persona a cui piace:

Linda Giannini- Luciana Menegon - Luisa Upper - Paolo Beneventi - Mimmo Mazzei - Christian Lungarini - Nalini Soares - Teresa LaTere.

Permalink
Permalink 19:19:44, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0: post da facebook

Serena Turri, il 22 agosto condivide con noi: Pinocchio in vetrina

Permalink

21.08.11

Permalink 19:35:01, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0 vi augura una buonissima domenica e ricorda che se non desiderate ricevere sulla casella di posta i messaggi di notifica del gruppo presente in Facebook, potrete andare su "Modifica impostazioni" (opzione riportata in alto a destra) e togliere il segno di spunta dal quadratino davanti a "notifica i messaggi a..."

Persone a cui piace:

Luisa Upper - Carlo Nati - Gianpaolo Conti - Rosamaria Guido - Maria Carolina Tarantino - Saverio Fanigliulo - Salvatore Scalisi - Bruno Roscani -Mariarita Cangi.

Permalink

20.08.11

Permalink 20:02:45, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0: post da facebook

Carlo Nati segnala

segnalo http://bodybrowser.googlelabs.com

Permalink

19.08.11

Permalink 19:50:16, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0 ... e le idee per il nostro progetto ...

GridCafe : The place for everybody to learn about grid computing

 

Donatella Merlo Vorrei saperne di più su questo grid computing... Pensate ad un pinocchio grid? 18 agosto alle ore 14.32

Luisa Upper ‎... è un ambiente tutto da esplorare. Hai provato a vederlo? che te ne pare? 18 agosto alle ore 15.51

Linda Giannini Info da Giuseppe Silvi: l'HP del Gridcafé è molto interessante per immaginare come potrebbero essere realizzati degli ambienti reali per un utilizzo condiviso e sociale degli degli "schermi" nel contesto della "Piazza telematica" .... espressione che evoca la rinascita della "Piazza", ovviamente adeguata all'era digitale ...

info su wikipedia al link:
http://it.wikipedia.org/wiki/Piazza_telematica

 A:  Giorgio Carlaccini, Emanuele Mattei e Cristina Costanzo piace questo elemento..

Permalink

Strategie didattiche per gli studenti dislessici in tutti i gradi di scuola

(testo tradotto da “Accommodating students with dyslexia in all classroom settings” International Dyslexia Association (IDA)

Insegnare a studenti con dislessia all’interno dei vari gradi e ordini scolastici è una sfida. Sia gli insegnanti di educazione generale che quelli di educazione speciale cercano adattamenti che incoraggino l’apprendimento e la gestione di una classe di alunni con stili di apprendimento eterogenei. E’ importante indentificare quegli adattamenti che sia ragionevole richiedere agli insegnanti in ogni ambiente scolastico. Le seguenti modalità di adattamento sembrano ragionevoli e danno una cornice di riferimento per aiutare gli studenti con problemi di apprendimento a raggiungere obiettivi importanti sia nelle classi di educazione generale che specifica. Tali modalità di adattamento comprendono uso di materiali, strategie didattiche interattive e tengono conto le performance dello studente.

L’ adattamento della didattica con l’utilizzo di strumenti compensativi
Gli studenti spendono una larga porzione del tempo giornaliero scolastico interagendo con materiali. La maggior parte dei materiali didattici offre agli insegnanti indicazioni per insegnare in una intera classe di studenti che apprendono con ritmi e modi differenti. Questa sezione si occuperà di dare indicazioni sui materiali che favoriscono l’apprendimento di varie tipologie di studenti. Spesso educatori, volontari e gli studenti stessi possono aiutare ad implementare e a sviluppare varie tipologie di strumenti compensative a livello didattico. Gli strumenti compensativi includono:
1. Usare un registratore.
Molti problemi con i i materiali scolastici sono collegati alla difficoltà nella lettura. Il registratore è spesso considerato un eccellente aiuto per superare questo problema. Indicazioni di compiti da svolgere (consegne), racconti e specifiche lezioni possono essere registrate. Lo studente può poi riascoltare il nastro per facilitare la comprensione di compiti o concetti. Inoltre, per migliorare le capacità di lettura, lo studente può leggere mentalmente le parole stampate sul testo mentre le ascolta sul nastro.
2. Chiarire o semplificare le consegne scritte.
Molte indicazioni (consegne) sono scritte sottoforma di paragrafo e contengono parecchie unità di informazioni. Questo può risultare opprimente per molti studenti. L’insegnante può aiutare sottolineando o evidenziando le parti significative delle indicazioni del compito (consegna) o riscriverle per favorire la comprensione da parte dell’alunno. Ad esempio: Consegna originale: questo esercizio ti mostrerà come puoi ben collocare le congiunzioni. Leggi ogni frase. Cerca le congiunzioni. Quando individui una congiunzione, cercala nella lista delle congiunzioni sotto ogni frase. A questo punto fai un cerchio sul numero delle tue riposte nella colonna di risposta. Consegna riscritta e semplificata: leggi ogni frase e cerchia tutte le congiunzioni.
3. Presentare una piccola quantità di lavoro.
L’insegnante può selezionare alcune pagine e materiali dall’eserciziario per ridurre la quantità di lavoro da presentare agli studenti che diventano ansiosi alla sola vista della mole di cose che devono fare. Questa tecnica evita allo studente di esaminare intere pagine di esercizi, testo o altro materiale e scoraggiarsi a causa della quantità di lavoro. Inoltre, l’insegnante può ridurre la mole di lavoro quando le attività appaiono ridondanti. Ad esempio: l’insegnante può richiedere di completare solo gli esercizi con il numero dispari o altro indicatore. Può inoltre presentare alcuni esercizi già risolti e chiedere agli studenti di completare il resto. Inoltre, l’insegnante può dividere un foglio di lavoro in sezioni e richiedere allo studente il completamento di una parte specifica. Un foglio di lavoro può essere diviso facilmente tracciando una linea e scrivendo “ fare ” e “ non fare ” in ogni parte.
4. Bloccare gli stimoli estranei.
Se lo studente è facilmente distraibile dagli stimoli visivi all’interno di un foglio di lavoro, può essere usato un foglio bianco di carta per coprire la sezione su cui il soggetto non sta lavorando. Inoltre possono essere usate finestre che lasciano leggere un’unica riga o un solo esercizio di matematca per volta per aiutare la lettura.
5. Evidenziare le informazioni essenziali.
Se un adolescente può leggere un libro di testo, ma ha delle difficoltà nell’individuare le informazioni essenziali, l’insegnante può sottolineare queste informazioni con un evidenziatore.
6. Trovare il punto con materiali in progressione.
Nei materiali che gli studenti utilizzano durante l’anno (come ad esempio i libri di esercizi) lo studente può tagliare l’angolo in basso a destra della pagine già utilizzate in modo da trovare facilmente la pagina successiva da correggere o completare.
7. Prevedere attività pratiche addizionali.
Alcuni materiali non prevedono abbastanza attività pratiche per far sì che gli studenti con difficoltà di apprendimento acquisiscano padronanza nelle abilità prefissate. Gli insegnanti, a questo punto, devono essi stessi completare i materiali con attività pratiche. Gli esercizi pratici raccomandati includono giochi educativi, attività di insegnamento tra pari, uso di materiali che si autocorreggono, programmi software per il computer e fogli di lavoro aggiuntivi.
8. Fornire un glossario per aree di contenuto.
Nella scuola secondaria, il linguaggio specifico di alcune materie richiede una lettura molto attenta. Gli studenti spesso traggono beneficio da un glossario che spieghi il significato dei termini specifici.
9. Sviluppare una guida per la lettura.
Una guida per la lettura offre allo studente una mappa di ciò che è scritto nel testo e comprende una serie di domande per aiutarlo a focalizzare progressivamente i concetti rilevanti durante la lettura del testo. Tale guida può essere organizzata paragrafo per paragrafo, pagina per pagina o sezione per sezione.

L’adeguamento della didattica implica l’uso della didattica interattiva.

L’obiettivo di catturare l’attenzione degli studenti e renderli partecipi per un periodo di tempo sufficiente richiede molte capacità di insegnamento e di gestione. L’insegnamento e l’interazione dovrebbero fornire ad ogni studente la possibilità di imparare con successo. Alcune tecniche che rinforzano le attività educative interattive sono:
1. Uso di procedure di insegnamento esplicite.
Molti materiali commerciali non suggeriscono agli insegnanti l’uso di strategie esplicite d’insegnamento; così, spesso gli insegnanti devono adattare i materiali per includere queste procedure. Gli insegnanti possono includere passaggi di insegnamento espliciti all’interno delle loro lezioni (ad es: presentando un organizzatore avanzato, dimostrando le abilità, dando delle guide pratiche, offrendo feedback correttivi, costruendo pratiche indipendenti, monitorando la pratica e riguardando l’argomento).
2. Ripetizione della consegna.
Gli studenti che hanno difficoltà nel seguire le indicazioni per i compiti (consegne) possono essere aiutati chiedendo di ripeterle con le loro parole. Tali studenti possono ripetere le indicazioni a un compagno quando l’insegnante non è disponibile. I suggerimenti che seguiranno possono essere utili ad aiutare lo studente nella comprensione delle indicazioni: (a) se essa richiede molte fasi, spezzala in piccole sequenze; (b) semplifica l’indicazione presentando solo una sequenza per volta e scrivendo ogni porzione sulla lavagna oltre a pronunciarla oralmente; (c) quando viene utilizzata un’indicazione scritta assicurati che gli studenti siano in grado di leggerla e di comprendere sia le parole che il significato di ogni frase.
3. Mantenimento delle routine giornaliere.
Molti studenti con disturbo dell’apprendimento hanno bisogno di routine giornaliere per conoscere e fare ciò che ci si aspetta essi facciano.
4. Consegna di una copia degli appunti della lezione.
L’insegnante può dare una copia degli appunti delle lezioni agli studenti che hanno difficoltà nello scriverli durante la presentazione.
5. Dare agli studenti un organizzatore grafico. Uno schema, una tabella o una mappa da completare può essere dato allo studente che lo riempirà durante la lezione. Questo aiuta lo studente a focalizzare la propria attenzione sulle informazioni chiave e a vedere la relazione tra concetti e informazioni collegate.
6. Uso di istruzioni passo-a-passo.
Informazioni nuove o particolarmente difficili possono essere presentate in piccole fasi sequenziali. Questo aiuta gli alunni con scarse conoscenze sull’argomento che hanno bisogno di istruzioni esplicite che chiariscano il passaggio dal particolare al generale.
7. Combinazione simultanea di informazioni verbali e visive.
Le informazioni verbali possono essere date assieme a quelle visive (ad es: opuscoli, volantini, lavagna luminosa ecc…).
8. Scrittura dei punti chiave o delle parole alla lavagna.
Prima di una presentazione l’insegnante può scrivere un piccolo glossario con i termini nuovi che gli studenti incontreranno sulla lavagna a gessi o in quella luminosa.
9. Uso di presentazioni ed attività bilanciate.
Uno sforzo dovrebbe essere fatto per bilanciare le presentazioni orali con quelle visive e con le attività partecipative. Inoltre ci dovrebbe essere un equilibrio tra le attività in grandi gruppi, in piccoli gruppi ed individuali.
10. Uso delle tecniche di memorizzazione.
Nell’ambito delle strategie di apprendimento possono essere usate tecniche di memorizzazione per aiutare gli studenti a ricordare le informazioni chiave o le varie fasi di un processo. (Un esempio di strategia di memorizzazione, per gli studenti di lingua inglese, consiste nell’usare la parola HOMES per ricordare i nomi dei Grandi Laghi. H è per il lago Huron, O per l’ Ontario, M per il lago Michigan, E per l’Erie e S per il lago Superior).
11. Enfasi sul ripasso giornaliero.
Il ripasso giornaliero degli argomenti già studiati aiuta gli studenti a collegare le nuove informazioni con quelle precedenti.

Strategie didattiche che tengono conto della performance dello studente

Gli studenti variano enormemente nella loro capacità di rispondere con modalità differenti. Ad esempio, gli studenti variano nella loro abilità di esprimersi oralmente; partecipare ad una discussione; scrivere lettere e numeri; scrivere paragrafi; disegnare oggetti; fare lo spelling; lavorare in ambienti rumorosi, leggere, scrivere o parlare velocemente. Inoltre, gli studenti variano nella loro abilità di elaborazione delle informazioni presentate in formato visivi o audio. Le seguenti strategie che tengono conto delle diverse modalità di ricezione ed espressione, possono essere usate per migliorare la performance degli studenti:
1. Cambia la modalità di risposta.
Per gli studenti che hanno difficoltà nella attività motoria fine (come ad esempio nello scrivere a mano), tale difficoltà può essere aggirata utilizzando diverse modalità di risposta alle domande: non scrivere, ma sottolineare, scegliere tra risposte multiple, ordinare le risposte ecc. Agli stessi studenti può essere dato uno spazio più grande per scrivere la risposta nel foglio di lavoro.
2. Fornire uno schema della lezione.
Uno schema o una scaletta può aiutare alcuni studenti a seguire la lezione con successo e a prendere appunti appropriati. In più, uno schema aiuta gli studenti a vedere l’organizzazione del materiale e a fare domande pertinenti e al momento giusto.
3. Incoraggiare l’utilizzo di organizzatori grafici.
L’uso di organizzatori grafici implica l’organizzare il materiale in formato visivo. Per svilupare un organizzatore grafico gli studenti possono procedere per passaggi successivi raccogliendo e suddividendo le informazioni in modo gerarchico dal generale al particolare, individuando titoli e sottotitoli.
4. Posiziona lo studente vicino all’insegnante.
Gli studenti con disturbo dell’attenzione possono essere messi vicino all’insegnante, alla lavagna, all’area di lavoro e lontano da suoni, materiali o oggetti che possono distrarli.
5. Incoraggia l’uso di calendari e agende per le varie scadenze.
Gli studenti possono usare calendari per segnare le scadenze dei vari impegni, delle attività collegate alla scuola, le date delle verifiche e gli orari delle attività scolastiche. Gli studenti dovrebbero usare agende separate per i compiti a casa e le atre attività.
6. Ridurre l’utilizzo di singole fotocopie includendo le informazioni in opuscoli o fogli di lavoro strutturati.
7. Far girare i fogli a righe per la matematica.
I fogli a righe possono essere girati verticalmente per aiutare gli studenti a mettere i numeri nelle colonne appropriate mentre risolvono problemi matematici.
8. Usa segnalini per segnalare i punti più importanti di un test.
Asterischi o puntini possono segnalare problemi o attività che contano di più nella valutazione. Questo aiuta lo studente ad organizzare bene il tempo durante le prove di valutazione.
9. Crea fogli di lavoro gerarchici.
L’insegnante può costruire fogli di lavoro con problemi disposti in senso gerarchico dal più facile al più difficile. Il successo immediato aiuta lo studente a iniziare il lavoro.
10. Permetti l’uso di ausili didattici.
Agli studenti possono essere date strisce di lettere o numeri per aiutarli a scrivere correttamente. Linee di numeri, tavole pitagoriche, calcolatori e calcolatrici aiutano gli studenti nel conteggio una volta che hanno capito e scelto l’operazione matematica.
11. Mostra esempi del lavoro.
Esempi del lavoro completato possono essere mostrati agli studenti per aiutarli a costruirsi delle aspettative e per pianificare il lavoro in accordo con questi.
12. Usa l’apprendimento mediato dai pari.
L’insegnante può accoppiare soggetti di diversi livelli di abilità per rivedere loro appunti, studiare per un test, leggere ad alta voce l’uno all’altro, produrre testi o condurre esperimenti di laboratorio. Inoltre, un compagno può leggere un problema di matematica ad un soggetto con disturbo di apprendimento che deve di risolverlo.
13. Incoraggia la condivisione degli appunti.
Lo studente può utilizzare la carta carbone o un computer portatile per prendere appunti e per condividerli con gli assenti o con soggetti con disturbo dell’apprendimento. Questo aiuta gli studenti che hanno difficoltà nel prendere appunti a concentrarsi sulla presentazione della lezione.
14. Usa in modo flessibile il tempo di lavoro scolastico.
Agli studenti che lavorano in modo lento può essere dato più tempo per completare le verifiche scritte.
15. Prevedi una pratica addizionale.
Gli studenti hanno bisogno di una differente quantità di pratica per acquisire padronanza di abilità o contenuti. Molti studenti con disturbo dell’apprendimento hanno bisogno di attività pratiche aggiuntive per acquisire una competenza adeguata.
16. Cambia o adatta i criteri di valutazione.
Agli studenti può essere permesso di completare un progetto invece di una interrogazione orale e viceversa. Inoltre, un test può essere dato in formato orale o scritto. Ad esempio, se uno studente ha problemi di scrittura, l’insegnante può permettergli di evitare risposte aperte, elencare i punti principali, rispondere oralmente piuttosto che eseguire una verifica scritta.

Permalink

18.08.11

Permalink 19:22:18, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0: post da facebook

Maria Carolina Tarantino Buonissima giornata anche a te Linda! ♥ venerdì alle 7.57 ·

Marica Martini Di cuore anche a te, Linda! venerdì alle 7.58 ·

Vello Bruno Anche da parte mia buonissima giornata !!! venerdì alle 8.24 ·

Maria Vassalli Un augurio per una serena giornata a tutti!! venerdì alle 11.07 ·

Giuseppe Fiori Vacanze finite? venerdì alle 11.13 ·  

Emanuele Mattei ‎:-) venerdì alle 12.17 ·

Gianpaolo Conti grazie, anche a te e a tutto il gruppo 11 ore fa

+ Paolo Aghemo -Ivana La Salvia - Ritmia Spazi - Renata De Natale - Maria Carolina Tarantino - Ale Frag - Elisabetta Nanni - Salvatore Scalisi - Rosamaria Guido - Gianpaolo Conti - Christian Lungarini - Gabriella Paolini - Luisa Upper - Paola Serangeli.

Permalink

16.08.11

Permalink 19:57:42, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0: post da facebook

Permalink
Permalink 13:30:57, Categorie: ProblemiAMO  

Ancora circonferenze di Ford

Permalink
Permalink 00:12:50, Categorie: Link utili, Cyberteacher  

London tube

Hi students!

Are you in London? Are you planning to go there?

Well, you will certainly want to use its famous tube!

Here's a couple of useful tools!

Tool 1: Search for a station

Tool 2: Service status

Hope this helps!

Cheers!

Cyberteacher

Permalink

14.08.11

Permalink 15:42:48, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0 vi augura .....

Permalink
Permalink 09:40:46, Categorie: ProblemiAMO  

CIRCONFERENZE DI FORD

Per chi volesse curiosare sulle molte configurazioni di circonferenze tangenti nel mondo matematico, segnalo il libro "La musa dei numeri" (Il ruolo della bellezza nella matematica) di Antonio J. Durán ...

Permalink

12.08.11

Permalink 16:23:05, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0: post da facebook

Doposcuola Studioegioco segnala l'Audiobook: PINOCCHIO (part 1) tratto dal blog serenaitalian

http://www.youtube.com/watch?v=ClAsHUnPZS8&feature=player_embedded

 

Permalink

09.08.11

Permalink 09:45:33, Categorie: Rob&ide  

Eruzione solare straordinaria

Cari amici oggi 09/Agosto/ il sole messo in atto una eruzione solare straordinaria, secondo il Prof. Piccardi le tempeste solari modificando il campo elettromagnetico provocano simultaneamente disturbi alle onde radio ed alterazioni della attivita’ delle bussole ma anche campi bioelettrici cerebrali che modificano eccitando il normale comportamento delle persone, ... forse anche la borsa impazzita ha un qualche riferimento a questi fenomeni solari. Paolo

X6.9 Solar Flare that peaked at 8:05UT on August 9, 2011. This movie was made using observations from the Solar Dynamics Observatory (SDO) Atmospheric Imaging Assembly (AIA). The two channels that were used and overlaid to make the movie are the 171 and the 304 Angstrom wavelengths

Permalink

05.08.11

Permalink 06:46:51, Categorie: Rob&ide  

Book Three: Nature and Culture in Europe [scuola primaria Firenze]

Book Three: Nature and Culture in Europe - tra i libri HAPPY S.C.I.E.N.C.E. di Massimo Presciutti
http://www.massimopresciutti.c​om/libri.php

I libretti non sono certo un catalogo dei prodotti, anche se di questi si parla, ma costituiscono una realizzazione architettonica dove i lavori sono contestualizzati ed in sinergia tra di loro, lavori che provengono da tutte le scuole partner europee coinvolte. Per avere il libro su carta basta partire dalla copertina e stampare fronte retro fino all’ultima coppia di pagine (ricordarsi che il retrocopertina è bianco, così come in effetti risulta scorrendo il libro on line). Occorrono venti fogli A4. Il fascino del libro di carta rimane, ma si richiede ai lettori un po’ di tempo per scaricare e stampare, il tempo è denaro e il prezzo del libro è questo.

V. articolo su Education 2.0
http://www.educationduepuntozero.it/racconti-ed-esperienze/alla-ricerca-spina-dorsale-fantasia-4015542588.shtml


Permalink

04.08.11

Permalink 17:20:21, Categorie: blog  

Un saluto da Massimo Presciutti [scuola primaria Firenze]

buona estate :-)
Il clip è una cartolina di buone vacanze per chi lo vede e per gli amici!
massimo

great holidays :-)
the clip is my card about a good summertime to who see it and friends!
massimo

bonnes vacances :-)
voilà ma carte d'été pour une bonne été à les amis et à tous qui le voient!
massimo

 

Permalink

Gelmini: largo ai registratori e PC per i dislessici

ROMA. Niente più appunti su quaderni per gli alunni dislessici, ma solo registratori con cui "incidere" le parole dell'insegnante per riascoltarle (e studiarle) a casa. In pensione anche i riassunti scritti, che lasciano il posto a quelli vocali, trasformando un compito di lettura in un compito di ascolto. Sdoganati infine il pc, con programmi di video scrittura con correttore automatico, e la calcolatrice. È così che il ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, vede la scuola per gli alunni con disturbi specifici dell'apprendimento (Dsa) come dislessia, disortografia e disgrafia. Una popolazione accertata di circa "70 mila studenti", ma che secondo alcune recenti ricerche potrebbe già aver superato quota "200 mila": tutti ragazzi "normodotati, talvolta con un talento superiore", a cui "la scuola deve dare risposte". Nel decreto attuativo della legge che tutela il diritto allo studio degli alunni con Dsa, presentato ieri al Senato dal ministro, si punta a nuove "forme didattiche, ad adeguate modalità di valutazione e a una formazione specifica per i docenti" già a partire dal prossimo anno scolastico. Le "agevolazioni" abbracceranno anche gli studenti dislessici universitari, che già dai test di ammissione potranno godere di "tempi supplementari". Il Ministero prevede incontri più frequenti tra le famiglie e le istituzioni scolastiche e master universitari o corsi di perfezionamento ("per i quali sono stati stanziati 2 milioni di euro", ha ricordato Gelmini) per la formazione di docenti e dirigenti scolastici a un corretto processo di insegnamento. In più saranno attivi 96 centri territoriali di supporto per la dislessia. Ora, ha affermato Gelmini, "la scuola si deve attrezzare perché la legge venga attuata", mentre dal Ministero "faremo un monitoraggio sull'applicazione" della legge, del decreto e delle relative linee guida.

Per quanto riguarda l'università, già dai test di ammissione gli studenti con Dsa potranno beneficiare di un tempo aggiuntivo per lo svolgimento della prova. Durante i corsi, poi, potranno registrare le lezioni, utilizzare testi in formato digitale e programmi di sintesi vocale. Agli esami potranno sostenere prove orali invece che scritte, usare pc con programmi di correzione ortografica e di sintesi vocale e anche in questo caso usufruire di un tempo supplementare. "Non bisogna scambiare la fatica dell'apprendimento con la punizione dell'apprendimento, il tasso di suicidi tra adolescenti con Dsa è cinque volte più alto". Il problema, ha aggiunto, "accompagna i bambini nell'età della scolarizzazione, ma in un terzo dei casi scompare con l'età adultà". È importante però che gli insegnanti adottino degli accorgimenti per aiutarli, "non cancellando, ad esempio, troppo velocemente quanto scritto alla lavagna".

Con il decreto attuativo e le linee guida, ha concluso la senatrice del Pd Vittoria Franco, relatrice della legge," si apre una nuova epoca nelle relazioni fra scuole, famiglie, studenti, autonomie locali".

Press-IN anno III / n. 2003

America Oggi del 23-07-2011

Permalink

02.08.11

Permalink 17:25:28, Categorie: Rob&ide  

Silvano Agosti: Il ritorno di Pinocchio

Permalink

01.08.11

Permalink 17:30:28, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0: post da facebook

Mimmo Mazzei scrive: Prendo da Talia' una piccola storia di Giufà.

Giufà e la luna Giufà una notte, passando vicino ad un pozzo, vide la luna riflessa nell'acqua. Pensando che fosse caduta dentro decise di salvarla. Prese un secchio lo legò ad una corda e lo buttò nel pozzo. Quando l'acqua fu ferma e vide la luna riflessa nel secchio co...minciò a tirare con tutta la sua forza. Il secchio, salendo rimase, però, impigliato nelle parete del pozzo. Allora Giufà si mise a tirare ancora con più forza e tirando, tirando spezzò la corda e finì a gambe all'aria e cadde a terra. Alzando gli occhi verso l'alto, per cercare un appiglio per rialzarsi, vide nel cielo la luna. La sua soddisfazione fu grande e disse a se stesso ad alta voce: - Sono caduto per terra e mi sono un po' ammaccato, ma, in compenso, ho salvato la luna dall'annegamento!

[fonte: http://tuttoscuola.altervista.org ] Visualizza altro Di: Talia' .

Permalink
Permalink 17:05:43, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0: post da facebook

Gianpaolo Conti: IL GIOCO

http://www.urbanexperience.it/​tutorial-il-gioco/

Il gioco, la prima forma d’apprendimento Una conversazione con Francesco Antinucci a cura di Carlo Infante Il Gioco by UrbanExperience Carlo Infante è docente freelance di Performing Media (linea di ricerca sull’uso sociale creativo dei nuovi media.

Permalink
Permalink 07:21:15, Categorie: Rob&ide  

Pinocchio 2.0. Dall’infanzia alla adolescenza: curriculum verticale di tecnologia [SdR]

Emanuele Micheli:
Ecco la relazione di fine anno sul progetto Pinocchio 2.0 apparsa su Scuola di Robotica.it ad opera di Linda Giannini
Scuola di RoboticaScuola di Robotica 

 

Permalink

Agosto 2011
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
<<  <   >  >>
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

e-didablog

Progetto edidablog L'aggiornamento dei blogs da parte degli utenti avviene senza alcuna periodicita' ; il servizio non puo' quindi, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, rappresentare una testata giornalistica e non puo' altresi' considerarsi un prodotto editoriale.
Ai sensi del D.Lvo n. 70/2003 art. 16 il progetto edidablog si configura come una "prestazione di un servizio della societa' dell'informazione, consistente nella memorizzazione di informazioni fornite da un destinatario del servizio, il prestatore non e' responsabile delle informazioni memorizzate a richiesta di un destinatario del servizio"...

Cerca

Altro

Syndicate questo blog

XML Che cos'?


powered by
b2evolution