Ritorna alla homepage

Ultimi commenti

In risposta a: LA STORIA DI UN DISLESSICO: GIACOMO CUTRERA

Alessandra Chiaretta [Visitatore]
Personalmente farei un approfondimento diagnostico prima di etichettare un bambino con "asino", "svogliato" ecc.ecc. Lo studio viene dopo!!
Permalink 28.10.12 @ 18:36

In risposta a: LA STORIA DI UN DISLESSICO: GIACOMO CUTRERA

chiara boeri [Visitatore]
Buongiorno
sono una mamma di un bimbo di 8 anni che si è affacciato alla terza elementare con enormi difficoltà. Legge ma è come se leggesse arabo xk' nn capisce nulla. La maestra lo chiama asino e dice k ha la testa altrove.... Lei scrive una cosa lui un'altra...Ho bisogno di un suggerimento rapido su come aiutarlo a studiare. Grazie a tutti Chiara
Permalink 28.10.12 @ 12:52

In risposta a: CAPIRE IL DISTURBO SPECIFICO DI APPRENDIMENTO

alessandra chiaretta [Membro]
@ hassan
NON PENSO SIA CORRETTO FARSI PUBBLICITA' TRAMITE UN BLOG...ANCOR PIU' SENZA AUTORIZZAZIONE!
Permalink 25.07.12 @ 15:36

In risposta a: CAPIRE IL DISTURBO SPECIFICO DI APPRENDIMENTO

hassan [Visitatore]
Ci sono diverse differenze tra chi va bene e chi zoppica,vi dico il primo punto Pronti? incominciamo Il PRIMO punto è LA MOTIVAZIONE:
come trovare voglia di studiare sempre ?

Nell’apprendimento la motivazione è un aspetto molto importante.
Motivazione significa “avere un motivo che ci spinge l’azione”; mentre si studia, si deve sempre tenere presente il motivo per cui lo si fa e l’obiettivo che vogliamo realizzare nella vita, attraverso quello studio particolare.
Quando si studia con impegno e si ottengono buoni risultati, la nostra motivazione aumenta ed aumenta la nostra forza d’animo per conseguirne dei nuovi,è il ciclo di successo per eccellenza.Sarebbe bene creare un immagine irresistibilmente motivante del motivo per cui studiamo.Ad esempio uno che studia per diventare dottore può esaltare i risultati positivi che ne deriveranno dal conseguimento della laurea,e così via !
seguiteci su http://problemimemoria.altervista.org o su www.facebook.com/ApprendimentoNoProblem
Permalink 25.07.12 @ 11:07

In risposta a: CAPIRE IL DISTURBO SPECIFICO DI APPRENDIMENTO

hassan [Visitatore]
OTTIMO LAVORO !
Se avete bisogno di ulteriori informazioni venite qui :
http://problemimemoria.altervista.org
Permalink 20.07.12 @ 10:12

In risposta a: LA STORIA DI UN DISLESSICO: GIACOMO CUTRERA

carlo perissinotto [Visitatore] · http://www.dislessia.info
chiedo se qualcuno di Voi mi può fornire la @mail di Giacomo Cutrera. grazie
Carlo Perissinotto
Permalink 02.05.12 @ 09:07

In risposta a: LA STORIA DI UN DISLESSICO: GIACOMO CUTRERA

giusy [Visitatore]
Ciao giacomo...sono una ragazza di 20 anni e anche io sono dislessica la scoperto un bravissima proff delle superiori solo poki anni fa ..fino ad allora ma anche tutt oggi mi sento un po divesa da gli altri ho difficolta a leggere a scrivere... a venti anni non sapere le tabbelline e umilante e lo e ancora di piu non essere capita ed essere bocciata per ben tre volte puttroppo non ho avuto piu il coraggio di continuatre ad andare a scuola non avevo piu gli stimoli e la forza per continuare e per questo mi trovo senza uno staccio di diploma e non solo con l autostima satto 0 neanche i mie genitori mi capiscono mi mettono sempre a parogone da quando ero piccola con mia sorella che a differenza mia e molto inteligente e a dato sempre sodisfazzioni ...per non parlare delle proff che pur sapendo le mie difficolta mi facc sentire sempre piu una cretina ....sapere che ci sono persone che possono capirmi come te mi far star bene...ciao
Permalink 24.02.12 @ 13:26

In risposta a: Ist.Alberghiero_Finale Ligure

tonino [Visitatore]
Grazie Alessandra per aver pubblicato il manifesto
Permalink 13.02.12 @ 00:11

In risposta a: CAPIRE IL DISTURBO SPECIFICO DI APPRENDIMENTO

maestra Ale [Visitatore] · http://alessandrachiaretta.wordpress.com/
carissima Deborah, le maestre possono rilevare alcune difficoltà scolastiche, ma è un approfondimento diagnostico che può rilevare effettivamente quale tipo di difficoltà o di disturbo ha un bambino! Non mi hai detto però quanti anni ha il tuo...
In attesa, ciao e auguri per un 2012 sereno e felice.
Permalink 29.12.11 @ 13:59

In risposta a: CAPIRE IL DISTURBO SPECIFICO DI APPRENDIMENTO

deborah [Visitatore]
Sono una mamma di un bambino con una emiplegia spastica dovuta in eta' prenatale..e' un bambino molto vivace e intelligente,il problema e' arrivato quest'anno a scuola. Si parla di difficolta' di apprendimento non si sa bene in che quadro e' ancora, le maestre di classe non commentano molto, ma sono del parere che non siano molto preparate per l'insieme dela situazione. La maestra di sostegno per la classe( perche' a mio figlio danno un'ora al giorno) , dice che e' normale che piano piano c'e' la fara'.Io mi sono chiesta ci sara'un modo per capire fino a che punto lui capisca, ovvero,legge le lettere a volte si confonde, ma non riesce a unirle..come posso fare per aiutarlo?non voglio neanche sforzarlo troppo se no rischierei che la sua positivita' verso la scuola potrebbe finire. Grazie
Permalink 29.12.11 @ 10:37

In risposta a: Notizia su DISTURBI DELL'ATTENZIONE E IPERATIIVITA' (ADHD)

marcella [Visitatore]
Interessantissima notizia e come sempre grazie ai tuoi continui aggiornamenti..anche nei giorni di festa!
Pensavo al nemico da abbattere che talvolta potrebbe anche essere 'l'impulsività del collega' stesso, il quale potrebbe non seguire, e per svariati motivi, con estrema cura ed attenzione direttive che potrebbero portare poi ad eventuali privilegi l'alunno con ADHD.
Spesso penso alla formazione dei docenti in merito proprio a tali problematiche anche se lascio sempre uno spiraglio al buon senso.
Grazie Ale per le continue direttive =)

marcella

Permalink 01.11.11 @ 18:00

In risposta a: PROVE INVALSI 2011/2012

alessandra chiaretta [Membro]
Ho apportato modifica al post aggiungendo il sito INVALSI
Permalink 20.10.11 @ 12:18

In risposta a: PROVE INVALSI 2011/2012

marcella [Visitatore]
come sempre premurosa...grazie per la comunicazione data notevolmente in anticipo in modo tale da poter anche avere, già da ora, un calendario scolastico organizzato!
grazie ale

marcella
Permalink 18.10.11 @ 22:47

In risposta a: PROVE INVALSI 2011/2012

susanna06 [Membro]
Grazie Alessandra ... sempre preziosa ... buono a sapersi già da ora le date in quanto in quel periodo dobbiamo organizzare la gita di fine anno di 2 giorni ... così abbiamo già due date da escludere ! Grazie
Susanna
Permalink 17.10.11 @ 15:22

In risposta a: x DSA_Laboratorio Aiutami a fare da solo!

alessandra chiaretta [Membro]
Noi organizziamo anche dei corsi per i genitori, ma nei nostri laboratori opera personale altamente formato e qualificato... Riteniamo che ognuno debba avere il proprio ruolo al fine di "non confondere" il ragazzino... A risentirci per chiarimenti. A. Chiaretta
Permalink 21.09.11 @ 13:50

In risposta a: x DSA_Laboratorio Aiutami a fare da solo!

monica [Visitatore]
buonasera,sono una mamma di una ragazza DSA e abitiamo in Piemonte,faccio parte di un gruppo di genitori di ragazzi DSA e mi piacerebbe avere informazioni sul vostro laboratorio per poi,in futuro sperimentarlo anche noi.
Permalink 20.09.11 @ 23:23

In risposta a: LA STORIA DI UN DISLESSICO: GIACOMO CUTRERA

claudia sordi [Visitatore]
Ciao Giacomo, gradirei parlare con te per un consiglio che ritengo molto importante e che, avendo ascoltato la tua testimonianza durante un convegno e avendo letto il tuo libro, sarà senz'altro considerato e apprezzato. Ti ringrazio infinitamente se vorrai dedicarmi qualche minuto.
Claudia
Permalink 29.06.11 @ 14:18

In risposta a: Introduzione valutazione e principio della premialità

Nadia [Visitatore]
Ci avevano provato già negli anni '90 , ma nell'ambito dei Collegi Docenti c'era stata la distribuzione a pioggia per far contenti tutti ( quelli che battevano la fiacca).
Ritengo sia giusto perchè è ora di vedere facce nuove in sede di aggiornamento e di lavoro più serio con i ragazzi.
Permalink 23.06.11 @ 19:24

In risposta a: Introduzione valutazione e principio della premialità

alessandra chiaretta [Membro]
EVVIVA LA MERITOCRAZIA!!!
Permalink 23.06.11 @ 17:13

In risposta a: Introduzione valutazione e principio della premialità

laura [Visitatore]
Sarebbe ora...
Non più soldi a pioggia, ma valorizzazione delle competenze. Oggi chi studia e si aggiorna non ha nessun riconoscimento a livello economico, solo soddisfazioni e crescita personale. È ora di cambiare e di dare il giusto valore a chi migliora e modernizza la scuola portandola al passo con i tempi :-) Serene vacanze a tutti!
Maestra Laura
Permalink 23.06.11 @ 01:07
Maggio 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
<<  <   >  >>
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Chiaretta's blog

La condivisione e l'interazione sono i pilastri portanti della collaborazione e della cooperazione. Infatti l'apprendimento avviene per scambio quando un sapere o una competenza viene diffusa da un soggetto ad altri che non la possedevano. Con questo spazio intendo, quindi, "crescere insieme" ad altri docenti che hanno conoscenze ed esperienze diverse dalle mie. Alessandra C.

Cerca

Altro

Syndicate questo blog

XML Che cos'?

powered by
b2evolution