Ritorna alla homepage

Archivi per: 2009

31.12.09

Permalink 18:37:21, Categorie: NoNews e dintorni  

L'anno che verra'......

Esercizi di matematica alla lavagna (Archivio Fotografico Indire)

... le lavagne si chiameranno LIM .... o sempre lavagne?

Hihaaahihaaaahihaaaaaa!!!

Permalink

23.12.09

Permalink 20:56:59, Categorie: NoNews e dintorni  

Tempo d'auguri

 

Buone Feste alla redazione e ai bloggers di Edidablog e una lettera al Natale.

Permalink

21.12.09

Permalink 18:46:52, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Le consegne per le vacanze.....

Divertirsi ma non dimenticare: compiti per le vacanze per i promossi alla classe quarta Edizioni del Giglio Firenze 1949 (Archivio Fotografico Indire)

..... per non perdere il ritmo.

Vi potete scaricare il modulo su "L'ammortamento del disaggio su prestiti" 589KB

e il modulo su "Le riserve" 412KB

Vi ricordo che dovete fare l'esercizio 8.10 punti a) e b); Melissa deve fare anche l'8.12 e Maria Grazia solo l'8.24 fino a "....i costi d'impianto sono ammortizzati per il 50%".

Buon lavoro e buon studio dalla Albez Edutainment Production e

Buon Natale e Buon Anno e un felice raglio dal prof;-)

 

Permalink

18.12.09

Permalink 17:46:59, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Approfondimento spa...

1930-40 Padova.  Allievi durante una esercitazione di registrazioni contabili. Regia Scuola Tecnica Commerciale (Archivio fotografico indire)

.... ovvero le riserve, l'acconto utili, le variazioni di capitale sociale e il diritto d'opzione.

Vi potete scaricare il modulo su "Approfondimento spa" 704KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

17.12.09

Permalink 18:49:09, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare.....

Una classe durante una esercitazione di pratica commerciale. Regia Scuola di Avviamento professionale G.Gimma - Bari (Archivio Fotografico Indire)

... la verifica di stamane.

Se volete ve la potete scaricare 679KB

Anche Maria Grazia può scaricarsi la soluzione 37KB

Buona meditazione dalla Albez Edutainment Production

Permalink

16.12.09

Permalink 14:14:37, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Preparazione per la verifica....

1930/1940 Una classe durante la lezione di ragioneria.Regio Istituto Tecnico Commerciale Paolo Sarpi  (Archivio Fotografico Indire)

Per prepararvi alla verifica di domani vi consiglio di scaricarvi la soluzione del compito per casa 82KB

Buona preparazione dalla Albez Edutainment Production

Permalink

11.12.09

Permalink 20:38:58, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

UDO e il sistema dei valori aziendali...

Immagine tratta da http://en.wikipedia.org/wiki/The_Visitor_(2008_film)

Come i due ospiti inattesi del professor Vale nel film "the Visitor", anche questo nuovo UDO (Unidentified Didactic Object) si e' installato, senza chiedere permesso naturalmente, nella didattica tradizionale prendendo il posto di un LO (Learning Object).

Quindi, per questa volta niente da fare per i vecchi, cari e canonici LO

Gli UDO hanno la pelle piu' resistente, specie in momenti come questi di grande cambiamento climatico e didattico e con un uragano istituzionale del tipo Kathrina in pieno svolgimento

Se non avete ancora capito la partita doppia ma non avete perso la speranza, allora "UDO e i valori aziendali" puo' essere l'inizio della rivelazione 

Badate bene, ho detto l'inizio perchè per arrivare alla rivelazione completa ce ne vorra' un altro paio

Se siete arrivati a leggere fin qui, vuol dire che avete delle intenzioni serie. Percio', senza indugi fate clik su "Prima rivelazione", salvate il file .zip, estraete tutti i file in una cartella di destinazione, aprite la relativa cartella e poi clik su "index" e...buona rivelazione

E ricordate: d'ora in poi la didattica non sara' piu' la stessa

Comunque la pensiate sui LO, sugli UDO, sugli ospiti inattesi, sui cambiamenti climatici, sulle tempeste istituzionali e sulla partita doppia potete lasciare un commento.

In ogni caso un felice raglio dal prof;-)

Permalink

10.12.09

Permalink 20:17:14, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare.....

Attinghausen, 27 giugno 1942: la foto mostra i gemelli Stadler impegnati a svolgere i compiti a casa. (Archivio Fotografico Indire)

.....l'esercizio per casa.

Se volete potete scaricarvelo 485KB

E per quelli che oggi non c'erano, ecco il compito per lunedì (es. n.1) e per mercoledì (es. n. 2 - 3 - 4) 40KB

Buon lavoro e buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

04.12.09

Permalink 15:00:12, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

I prestiti obbligazionari

1946 Funzionario dello Stato intento a contare banconote di grossa taglia (Archivio Fotografico Indire)

Se volete vi potete scaricare il modulo su "I prestiti obbligazionari" 540KB

E perchè qualcuno non se ne dimentichi, potete scaricarvi anche il compito per mercoledì 30KB

Buon lavoro, buon studio e buone vacanze dalla Albez Edutainment Production

Permalink

01.12.09

Permalink 13:17:59, Categorie: NoNews e dintorni  

World AIDS Day

1° Dicembre Giornata mondiale di lotta contro l'AIDS.

In Italia le infezioni da HIV sono in aumento, la prevenzione istituzionale e' insufficiente e non in linea con quella internazionale (Lega italiana per la lotta all'Aids).

Permalink

28.11.09

Permalink 21:01:12, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

La vita e' tutta un quiz....

Un'immagine del famoso telequiz "Lascia o raddoppia?"

.... o i quiz sono tutta la vita?

Mentre i vostri neuroni si danno da fare per trovare una risposta alla marzulliana domanda potreste intanto scaricarvi il quiz sulle società di persone e di  capitali.

E poi i vari esercizi di completamento, correlazione, comprensione, ecc. 82KB

E qui c'è la soluzione 85KB

Comunque la pensiate sui quiz, sulla vita e sulle domande marzulliane potete lasciare un commento

In ogni caso un  felice raglio dal prof;-)

Permalink

25.11.09

Permalink 14:39:43, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare....

Attinghausen, 27 giugno 1942: la foto mostra i gemelli Stadler impegnati a svolgere i compiti a casa. (Archivio Fotografico Indire)

... l'esercizio 6.8.

Se volete vi potete scaricare la soluzione 38KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

20.11.09

Permalink 20:06:00, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare....

Una classe durante una esercitazione di pratica commerciale. Regia Scuola di Avviamento professionale G.Gimma - Bari (Archivio Fotografico Indire)

... il compito per casa [anche se in Canada non sono più di moda]

Vi potete scaricare testo e soluzione 46KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

19.11.09

Permalink 20:18:11, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Spa: operazioni caratteristiche

La borsa di Zurigo nel 1994 (Archivio Fotografico Indire)

Se volete potete scaricarvi il modulo su "Spa: operazioni caratteristiche" 604KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

16.11.09

Permalink 13:03:03, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Spa: amministrazione e controllo

Il consiglio di amministrazione di Autostrade s.p.a. (Immagine tratta da http://www.beppegrillo.it/2006/03/ridateci_liri.html)

Se volete potete scaricarvi il modulo su "Spa: amministrazione e controllo" 545KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

13.11.09

Permalink 16:46:50, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Le societa' di capitali

18 marzo 1959: contrattazioni a Piazza Affari (Archivio Fotografico Indire)

Se volete potete scaricarvi il modulo su "Le societa' di capitali" 585KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

11.11.09

Permalink 21:04:00, Categorie: NoNews e dintorni  

Ai confini dell'impero.....

Anche qui da noi, ai confini dell'impero, capita di poter sentire le novità che arrivano dal centro dell'impero.

Succede a Genova al Salone Italiano dell'Educazione e dell'Orientamento dall'11 al 13 novembre.

La foto di sinistra ritrae un momento del convegno internazionale su "LIM e contenuti digitali - modifica degli ambienti di apprendimento" a cura del MIUR. LIM sta per Lavagna Interattiva Multimediale.

La  foto di destra ritrae una parte del salone dedicata agli espositori, alle scuole, all'università, alle regioni e agli altri enti locali.

Da una parte Knowledge management e dall'altra market place. E noi in mezzo

Dobbiamo decidere da che parte stare.

Comunque la pensiate potete lasciare un commento.

E da qualunque parte stiate, un felice raglio dal prof;-)

 

 

 

Permalink

05.11.09

Permalink 20:21:21, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare....

1930/1940 Una classe durante la lezione di ragioneria.Regio Istituto Tecnico Commerciale Paolo Sarpi  (Archivio Fotografico Indire)

.... la verifica di stamani.

Vi potete scaricare testo e soluzione 68KB

E anche Maria Grazia si può scaricare testo e soluzione 49KB

Buona meditazione

Permalink

04.11.09

Permalink 14:07:52, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare....

Attinghausen, 27 giugno 1942: la foto mostra i gemelli Stadler impegnati a svolgere i compiti a casa. (Archivio Fotografico Indire)

... l'esercizio 4.21 in preparazione alla verifica di domani.

Se volete scaricarvelo, fate clik su "preparazione verifica" 612KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

31.10.09

Permalink 11:58:14, Categorie: Lezioni di Enigmistica  

Enigma di Halloween....

Immagine tratta da http://www.studentitorino.it/scuola/archives/163

Vista la positiva influenza esercitata dalla sciarada sull'umore del nipote, nonna Gigetta ha deciso di inviargliene un'altra via e-mail per la festa di Halloween.

Ecco cosa ha scovato quella furbona della nonna:

Perdè al giuoco il pievano e tra il secondo

non potè una bestemmia trattenere;

ridendo io dissi: Caro don Giocondo

questa razza di primo non ha inter!....

Chi vuole aiutare il nipote di nonna Gigetta, il ragioniere Rocco Mastrino, collezionista di lavori precari ed appassionato enigmista, a risolvere l'enigma di Halloween? 

Dovete sapere che

1) la nonna ha frequentato un corso avanzato di alfabetizzazione informatica per ultrasessantenni, organizzato dalla Regione, ed al termine del corso ha ricevuto in comodato gratuito un notebook con connessione internet, corredato da stampante e fotocamera digitale

2) lo stesso giorno in cui ha inviato il messaggio, la nonna è partita per un tour dei santuari ortodossi della Cappadocia di tre giorni con i compagni del corso di "Storia delle religioni" dell'UNITRE

Dolcetto o scherzetto?

Permalink

30.10.09

Permalink 17:52:16, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare....

Febbraio 1956: la madre aiuta i figli nei compiti a casa (Archivio Fotografico Indire

.... l'esercizio 3.12

Vi potete scaricare lo svolgimento 310KB

E vi ricordo che per mercoledì c'è da fare l'esercizio 4.21 in preparazione alla verifica.

Buon studio dalla Albez Edutainment Production e....

...un felice raglio dal prof;-)

Permalink

28.10.09

Permalink 19:16:05, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare....

Attinghausen, 27 giugno 1942: la foto mostra i gemelli Stadler impegnati a svolgere i compiti a casa. (Archivio Fotografico Indire)

.... l'esercizio 3.15.

Vi potete scaricare il testo 63KB

Ed anche la soluzione 121KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

23.10.09

Permalink 17:04:59, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare....

Febbraio 1956: la madre aiuta i figli nei compiti a casa (Archivio Fotografico Indire

... l'esercizio 3.9. Se volete scaricarvelo fate clik su "compito a casa" 101KB

Vi ricordo che per mercoledì dovete fare l'esercizio 3.15

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

22.10.09

Permalink 20:25:28, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Snc&sas: destinazione utile, copertura perdite, finanziamenti

Societa' orchestrale a plettro fiorentina "Carlo Munier" (Immagine tratta da  http://www.ottocentotoscano.com/ITA_ING_societa_orchestrale.htm)

Se volete potete scaricarvi il modulo su "Snc e sas: destinazione utile, copertura perdite, i finanziamenti"1,68MB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

20.10.09

Permalink 20:22:47, Categorie: NoNews e dintorni  

Quo vadis, schola?

Dalla lettura delle proposte ministeriali per la scuola superiore, così tortuosamente reperite,  il criterio che guida la riorganizzazione degli indirizzi di studio parzialmente riaccorpati sembra essere più l’obiettivo di ridurre i costi tagliando le ore di insegnamento, come è avvenuto per la scuola elementare, che non una qualche chiara idea formativa.

Non è chiaro, ad esempio, quali siano le logiche formative che portano a ridurre le ore di insegnamento di materie come la matematica e la fisica al liceo scientifico, il diritto e l’economia negli istituti tecnici, inclusi quelli per ragionieri e geometri (mentre di fatto spariscono dai licei), e la lingua straniera, per lo più l’inglese, dappertutto.

A parte il caso paradossale della riduzione della lingua straniera in un contesto sempre più internazionalizzato, si sarebbe potuto ragionevolmente pensare che, a fronte della universalmente lamentata scarsa conoscenza della matematica, che a sua volta determina una scarsa propensione a iscriversi alle facoltà scientifiche, l’insegnamento di questa materia venisse rafforzato, non indebolito.

Analogamente ci si sarebbe aspettati che, a fronte della crescente complessità della società in cui viviamo, della lamentata ignoranza dei più elementari fatti economici che non solo rende vulnerabili agli imbrogli, ma può anche suggerire strategie perdenti, fondate su valutazioni errate, e della altrettanto lamentata illegalità diffusa, l’insegnamento del diritto e dell’economia venisse, se non rafforzato ed esteso, almeno istituzionalmente radicato nei curricula di base. Diritto ed economia sono invece le materie che subiscono complessivamente il taglio più pesante.

In compenso, il ministero propone di introdurre un breve corso (tre settimane) di educazione finanziaria, non si sa bene tenuto da chi e soprattutto a che scopo: certo non per insegnare a capire la struttura della busta paga, a destreggiarsi tra le aliquote pensionistiche, a comprendere il nesso tra deficit pubblico, imposizione fiscale e le varie componenti della spesa pubblica, ad analizzare costi e benefici e così via. In altre parole, a capire un po’ meglio i meccanismi economici che sottostanno al nostro vivere associato e individuale.

Viene invece introdotta, dapprima in via sperimentale, una nuova materia – “cittadinanza e Costituzione” - a carico, non si capisce per quale ragione, del monte ore già ridotto degli insegnamenti di storia e geografia e dei rispettivi docenti.

È molto probabile che anche la nuova materia segua lo stesso destino, mentre continueremo a formare cittadini ignoranti dei meccanismi fondamentali che regolano la società in cui vivono, facili prede di furbi imbonitori di ogni genere. (Fonte: Chiara Saraceno "La scuola dopo l'ennesima doccia scozzese" su  www.lavoce.info) .

Su www.istruzione.it troverete la riforma dei licei e il riordino dell'istruzione tecnica e professionale.

Qui troverete lo Schema di regolamento recante norme concernenti il riordino degli istituti professionali ai sensi dell’articolo 64, comma 4, del decreto legge25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 ed anche

lo  Schema di regolamento recante “revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei Licei ai sensi dell’articolo 64, comma 4 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133.

Hihaaaaahihaaaaaaahihaaaaaa!!!!

Permalink

19.10.09

Permalink 12:50:49, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare....

Febbraio 1956: la madre aiuta i figli nei compiti a casa (Archivio Fotografico Indire

..... l'esercizio 3.5.

Se volete scaricarvelo fate clik su "compito a casa"68KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

16.10.09

Permalink 20:24:27, Categorie: NoNews e dintorni  

Uomini, caporali o leader?

Immagine tratta da http://vistidalontano.blogosfere.it/2009/04/berlusconi-e-il-leader-mondiale-meno-popolare.html

MICHELLE OBAMA

In questo periodo dell’anno a casa Obama c’è parecchio da fare. Come tanti genitori in tutto il Paese guardo divisa tra orgoglio e ansia le mie bambine che preparano lo zainetto, mi salutano con un bacio e si avviano a un nuovo anno scolastico, per diventare le donne forti e sicure che sono certa saranno. Ma quando le vedo rincasare, tutte eccitate per qualcosa che hanno imparato o per un nuovo incontro, ecco, mi ritrovo a pensare che la maggior parte delle persone che più influenzeranno le loro vite non saranno i compagni di gioco o i personaggi di un libro ma chi si trovano davanti in classe ogni giorno.

Ci ricordiamo tutti quale impressione profonda ci abbia lasciato un insegnante speciale, quello che non ci ha abbandonato alle nostre lacune, quello che ci ha incoraggiato e ha creduto in noi quando dubitavamo delle nostre capacità. Anche dopo decenni ricordiamo come ci faceva sentire e come ci ha cambiato la vita. È comprensibile quindi che gli studi dimostrino come il dato che influenza di più il rendimento degli studenti sia la capacità dei loro docenti.

E quando pensiamo a ciò che fa di un insegnante un ottimo insegnante - energia illimitata e altrettanto sconfinata pazienza, capacità di visione e capacità di lavorare per obiettivi, creatività per aiutarci a vedere il mondo in modo diverso e dedizione al compito di aiutarci a scoprire e sviluppare il nostro potenziale - bene, allora realizziamo che sono le qualità di un grande leader.

Oggi più che mai abbiamo bisogno proprio di questo tipo di leadership nelle nostre aule. Come ripete spesso il presidente, nell’economia globale del XXI secolo una buona educazione non è più soltanto una delle strade possibili: è l’unica strada possibile. E i buoni insegnanti non svolgono un ruolo chiave solo per il successo dei nostri ragazzi ma anche per il successo della nostra economia.

La realtà purtroppo è invece che anno dopo anno noi stiamo perdendo i nostri insegnanti di maggior esperienza. Più della metà dei nostri docenti è figlia del baby boom. Questo significa che nei prossimi quattro anni un terzo dei 3,2 milioni di docenti americani potrebbe andare in pensione. Nel 2014, fra cinque anni appena, il Dipartimento dell’educazione prevede che dovranno essere assunti un milione di nuovi docenti. E non si va incontro solo a una generica penuria di insegnanti, ma a una penuria là dove i buoni insegnanti sono più necessari: le scuole disagiate, povere di mezzi, dove le sfide sociali sono maggiori.

Ecco perché noi abbiamo bisogno di una nuova generazione di leader nelle nostre scuole. Abbiamo bisogno di uomini e donne appassionati e determinati che si dedichino alla missione di preparare i nostri studenti alle sfide del nuovo secolo. Abbiamo bisogno di università che raddoppino gli sforzi per formare gli insegnanti e trovino strade alternative per reclutarli. Dobbiamo incoraggiare i professionisti migliori a dedicare una parte delle loro carriere all’insegnamento. E trattare i docenti come i professionisti che sono, garantendo loro buoni stipendi e ottime opportunità di carriera.

E abbiamo anche bisogno di genitori che proseguano a casa l’operato dei professori e lo completino. Che sappiano porre limiti: all’occorrenza spegnere la tv e i videogiochi, vigilare sullo svolgimento dei compiti, rinforzando l’esempio e le lezioni della scuola. C’è tanto da fare e non sarà un compito facile. Ma sono fiduciosa: una nuova generazione di leader farà la differenza nelle vite degli studenti e nel futuro della nazione.
(Fonte http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/scuola/hrubrica.asp?ID_blog=60)

In America gli insegnanti possono diventare dei leader,  qui da noi, uomini o caporali.

Hihaaaaaahihaaaaaaahihaaaaaahihaaaaa!!!!

Permalink

15.10.09

Permalink 21:15:53, Categorie: Lezioni di Enigmistica  

And the winner is.....

...... Alessia!

Hippehippe Urràh e un bell'appaluso alla vincitrice che ha rapidamente trovato la soluzione della sciarada: clapclapclapclapclapclap!!!!

La soluzione era: bar/baro = barbaro

Vediamo i premi che si porta a casa Alessia.

1) La locandina del film "I sette samurai" (1954), un capolavoro del regista giapponese Akira Kurosawa

Immagine tratta da http://www.cinemadelsilenzio.it/index.php?mod=poster&id=5746

2) La prima visione (per Alessia) di un altro capolavoro della filmografia mondiale: "The birth of a nation" (1915) del regista David W. Griffith.

Per vederlo fai clik su "prima visione"

Buona visione e un felice raglio dal prof;-)

Permalink

12.10.09

Permalink 21:23:01, Categorie: Lezioni di Enigmistica  

Enigma d'autunno....

Immagine tratta da www.mymovies.it/.../2006/03/151/locandina.jpg

E con l'autunno ritornano nonna Gigetta, il nipote Rocco Mastrino e l'enigmistica.

Stavolta il nostro enigmista per passione, il ragioniere Rocco Mastrino ha il morale sotto le scarpe. E' saltato in cavalleria, in conseguenza della crisi economica, anche l'ultimo lavoro co.co.pro. che aveva trovato presso un'azienda di marketing territoriale. In pratica distribuiva volantini pubblicitari nei caseggiati del suo paese e dei paesi vicini (sic).

Grazie ai buoni uffici di nonna  Gigetta, riesce a tirare su qualche decina di euro a settimana, andando a portare la spesa a domicilio alle amiche della nonna.

Per cercare di distrarlo un po', l'arzilla nonnetta gli ha mandato via mail questa antica sciarada. Eccovela:

Col mio primiero bevi,

Col mio secondo giochi.

L'intero di palazzi ne lasciò in piedi pochi.

Riuscirà il nostro ragionier Mastrino, depresso più che mai, a risolvere l'enigma inviatogli da nonna Gigetta?

Cercate anche voi di dargli una mano. Farete una buona azione.

Dovete sapere che

1) la nonna ha frequentato un corso avanzato di alfabetizzazione informatica per ultrasessantenni, organizzato dalla Regione, ed al termine del corso ha ricevuto in comodato gratuito un notebook con connessione internet, corredato da stampante e fotocamera digitale

2) lo stesso giorno in cui ha inviato il messaggio, la nonna è partita per una crociera del Mediterraneo di tre giorni con i compagni di corso dell'UNITRE

A voi la soluzione

Permalink

09.10.09

Permalink 20:10:43, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Le società di persone

Sala di pratica commerciale. Regia Scuola di Avviamento professionale G.Gimma (Bari) (Archivio Fotografico Indire)

Se volete vi potete scaricare il primo modulo sulle società di persone 931KB

E vi ricordo che l'articolo sullo scudo fiscale si trova su www.lavoce.info

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

08.10.09

Permalink 14:36:54, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

La forma giuridica delle imprese

"Quaderno del risparmio" (Archivio Fotografico Indire)

Inizia il programma di quarta.

Vi potete scaricare il modulo su "La forma giuridica delle imprese" 191KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

07.10.09

Permalink 18:28:22, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

La contabilità generale...

Allievi durante una esercitazione di ragioneria e tecnica commerciale. Regio Istituto Tecnico Commerciale P. F. Calvi (Archivio Fotografico Indire)

Vi potete scaricare il modulo sulla contabilità generale 282KB

Buon studio dalla Albez edutainment Production

Permalink

05.10.09

Permalink 19:09:16, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare.....

1930/1940 Una classe durante la lezione di ragioneria.Regio Istituto Tecnico Commerciale Paolo Sarpi  (Archivio Fotografico Indire)

..... la verifica di stamane.

Qui vi potete scaricare il testo 34KB

E qui c'è la soluzione 751KB

Buona meditazione dalla Albez Edutainment Production

Permalink

30.09.09

Permalink 20:58:20, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare....

1930-40 Padova.  Allievi durante una esercitazione di registrazioni contabili. Regia Scuola Tecnica Commerciale (Archivio fotografico indire)

... la verifica di ripasso di contabilità Dalla costituzione alla chiusura.

Qui c'è il testo 31KB

E qui c'è la soluzione 128KB

Meditate, gente meditate

Buona meditazione dalla Albez Edutainment Production

Permalink

29.09.09

Permalink 21:34:53, Categorie: Lezioni di Enigmistica  

and the winner is...

.....Fry Simpson che ha indovinato l'indoivinello riscaldato!

Un bell'applauso al vincitore! Clap clap clap clap clap!!!!

Se lo merita davvero. La soluzione era: il cane (che fa la pipì).

E come premio, caro Simpson ti meriti la locandina del film "La corazzata Potemkin"

 

Ed hai vinto anche l'ultima scena del film "The Great Train Robbery" , il capolavoro del 1903, del grande regista Edward S. Porter.

Al prossimo indovinello e un felice raglio del prof;-)

Permalink

28.09.09

Permalink 19:04:34, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

La vita è tutta un quiz.....

Un'immagine del famoso telequiz "Lascia o raddoppia?"

...... e allora vai con la prova strutturata

Potete cominciare dal quizzz

E poi continuare con le correlazioni, i completamenti e l'applicazione 115KB

E se avete del fegato, potete andare a vedere come si doveva fare146KB

Meditate, gente meditate

E un felice raglio dal prof;-)

Permalink

25.09.09

Permalink 17:49:48, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Costituzione, acquisti, vendite, anticipi....

Attinghausen, 27 giugno 1942: la foto mostra i gemelli Stadler impegnati a svolgere i compiti a casa. (Archivio Fotografico Indire)

... e chi più ne ha più ne metta

Per affrontare meglio le verifiche della prossima settimana potreste mettere nello zaino questi moduli:

La costituzione di impresa individuale e costi di start up 237KB

Gli acquisti  259KB

Le vendite 340KB

Gli anticipi 222KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

23.09.09

Permalink 18:34:06, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare....

Febbraio 1956: la madre aiuta i figli nei compiti a casa (Archivio Fotografico Indire

..... l'esercizio 21.11.

Scaricatevi il testo 28KB

Lo svolgimento 141KB

E i mastrini 25KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

22.09.09

Permalink 20:14:23, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

E continuano ad arrivare i nostri.....

.... sotto forma di mappa concettuale sulle scritture di assestamento.

Se volete scaricarvi la versione in formato PDF, graficamente più leggibile,  fate clik su "mapconc" 624KB.

E per fare buon peso ci aggiungo anche il modulo sulle scritture di assestamento 724KB 

Assolutissimamente da non perdere se volete prepararvi come si deve alle verifiche della prossima settimana

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

18.09.09

Permalink 18:04:44, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Arrivano i nostri....

Immagine tratta da www.fabriziodandria.com/wp-content/uploads/20...

... e i nostri erano quasi sempre, per quelli della mia generazione, il 7^ cavalleria del generale Custer che arrivava a salvare la situazione.

Oggi, per voi della 4C, i nostri arrivano via internet sotto forma di un modulo in .ppt.

Si tratta del modulo sulle operazioni accessorie (incasso di effetti, accensione di mutui, liquidazione IVA, retribuzione dipendenti) che vi serve per il ripasso della contabilità generale della terza.

Se volete scaricarvelo fate clik su "Arrivano i nostri" [313KB].

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

17.09.09

Permalink 16:31:13, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Per non perdersi......

.... è meglio procurarsi una mappa e una bussola.

Se volete, miei prodi della IVC,  potete scaricarvi una mappa per non perdervi nei meandri della contabilità in partita doppia

Fate clik su "Una mappa per amico" 164KB e troverete sempre la strada per arrivare al bilancio partendo dai conti

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

14.09.09

Permalink 21:08:24, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco cosa faremo....

..... ovvero la programmazione di economia aziendale per la quarta C.

L'immagine sopra rappresenta la mappa del percorso di economia aziendale di questo anno scolastico. Non perdetela, altrimenti rischiate di non arrivare a destinazione

Un consiglio: affrettatevi a mettere nello zaino tutta l'attrezzatura occorrente(penne, matite, quaderni, calcolatrice, buona educazione, attenzione alle lezioni, motivazione,...) ma soprattutto molta voglia di sgobbare (Obama docet).

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

13.09.09

Permalink 21:43:31, Categorie: NoNews e dintorni  

Quando il gioco si fa duro.....

Immagine tratta da http://tvtropes.org/pmwiki/pmwiki.php/Main/BluesBrothers

Domani primo giorno di scuola. Fra le novità delle riforma Gelmini, influenza suina e proteste dei precari, l'anno scolastico si prospetta duro, mooolto duro

Ma si sa, noi insegnanti ai cambiamenti ormai ci siamo abituati, dalla Faldini in avanti, ogni anno, una modifica lì, una novità qua, la scuola è stata rivoltata come un calzino.

Col risultato che noi insegnanti siamo diventati tra i lavoratori più flessibili del mondo E forse non è detto che questo sia un male. Anzi a sentire certi economisti, si direbbe un bene 

E tuttavia, "quando il gioco si fa duro, i duri (noi insegnanti) entrano in campo" [Blues Brothers docet]

E' tempo di scendere in campo e di giocare sul serio

Buon anno scolastico a tutti e un felice raglio dal prof;-)

Permalink

01.08.09

Permalink 13:40:51, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

UDO e il pagherò e la tratta......

Immagine tratta da www.fantafilm.net/Schede/1971e/72-34T.htm

Eh sì, gli UDO (Unidentified Didactic Object) stanno conquistando la terra.... della didattica proprio come le scimmie del film "1999 - Conquista della terra" di J.Lee Thompson.

Niente da fare quindi per i LO (Learning Object), che non riescono a sopravvivere in un ambiente dalle condizioni troppo difficili, esasperate, contaminate e inquinate qual è quello in cui si trova la didattica odierna

Allora fate largo a questo nuovo UDO sul pagherò e la tratta.

Per scaricarlo fate clik su "Il pagherò e la tratta" , salvate il file . zip, estraete tutti i files in una cartella di destinazione, aprite la relativa cartella e poi clik su "index".
E ricordate: d'ora in poi la didattica non sarà più la stessa

Comunque la pensiate sugli UDO, i LO, la didattica e la conquista della terra, potete lasciare un commento.

In ogni caso buone vacanze e un felice raglio dal prof;-)

 

Permalink

14.07.09

Permalink 21:40:01, Categorie: Teacher's Help  

La nuova generazione dell'apprendimento...

Immagine tratta da www.personal.psu.edu/.../SCDIST110H/2007/12/

I bambini e gli adolescenti delle società moderne crescono in un mondo in cui le tecnologie digitali sono onnipresenti. L'uso generalizzato delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) e dei servizi in linea da parte dei giovani nella loro vita quotidiana per il tempo libero, il divertimento e l'interazione sociale influisce sulle loro necessità, esigenze ed aspettative in materia di apprendimento.

Hanno bisogno di apprendere le competenze e le attitudini necessarie al loro sviluppo personale, alla loro partecipazione alla società e ai loro futuri impieghi. Utilizzano inoltre in misura sempre maggiore le TIC ai fini dell'apprendimento, spesso al di fuori della scuola.

Questi fattori danno luogo a una nascente "nuova generazione dell'apprendimento" (definita anche "I discenti del nuovo millennio" dal Centro per la ricerca e l'innovazione nell'insegnamento dell'OCSE) e a nuove modalità di apprendimento, tra cui modalità informali, che sono fortemente agevolate, se non addirittura determinate dalle possibilità offerte dalle TIC.

L'impatto delle TIC e soprattutto delle  "tecnologie sociali" emerse dal 2003 e adottate in massa dagli utenti, danno la possibilità di fare le cose diversamente, contrariamente alla vecchia generazione di strumenti delle TIC.

Questa evoluzione darà luogo a nuove sfide, alcune delle quali emergono già oggi: l'importanza delle competenze trasversali (ad es. imparare ad imparare, la creatività, l'innovazione, la collaborazione) per lavori futuri, il ruolo cruciale ma in mutamento degli insegnanti e dei formatori, il valore crescente dell'apprendimento informale e gli altri modi di valutare e certificare le conoscenze tacite e le competenze acquisite tramite l'esperienza, tra le altre.

Questo e altro lo troverete nell'ultimo editoriale degli eLearning Papers  dedicato alla "nuova generazione dell'apprendimento" e alle "nuove modalità di apprendimento", a firma di Yves Punie e Roberto Carneiro.

With a little help of your friend......

Comunque la pensiate sulla nuova generazione dell'apprendimento e sulle nuove modalità di apprendimento potete lasciare un commento.

In ogni caso un abbronzato raglio dal prof;-)

 

Permalink

26.06.09

Permalink 21:05:01, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Soluzione seconda prova

Esami di maturità negli anni '60 (Archivio Fotografico Indire)

Se volete vi potete scaricare il testo e la soluzione della seconda prova di economia aziendale dell'esame di Stato 2009.

Qui c'è il testo 63KB

E qui c'è una soluzione (Corriere della sera)  27KB

E qui c'è un'altra soluzione (La Repubblica) 133KB

Buon studio e un felice raglio dal prof;-)

Permalink

15.06.09

Permalink 20:30:56, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Schemi bilancio


Immagine tratta da http://www.fiscaleweb.com/2009/01/14/bilancio-standard-xbrl/

Luca, eccoti lo schema di bilancio civilistico in excel.

Se fai clik su "schemi bilancio" te lo scarichi.

Troverai lo Stato patrimoniale e il Conto economico. Poichè sono di due anni fa, controlla con gli schemi del tuo libro di testo. Come ben sai, quest'anno ho avuto altro a cui pensare

Buon studio in preparazione dell'esame e ... un felice raglio dal prof;-)

Permalink

28.05.09

Permalink 20:24:21, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

UDO e la cambiale


Immagine tratta da http://isohunt.com/release/144998/34ca61342e9678fc98ce6bab2c67c7326119cb0e

Ebbene sì, anche quest'UDO (Unidentified Didactic Object) era come il ragazzo selvaggio del film di Truffaut ma, più ancora del ragazzo del film, è diventato simile a un placido, tranquillo e canonico (didatticamente parlando) L.O. (Learning Object).

Provare per credere. Fate clik su "La cambiale", salvate il file . zip, estraete tutti i files in una cartella di destinazione, aprite la relativa cartella e poi clik su "index".
E ricordate: d'ora in poi la didattica non sarà più la stessa

Comunque la pensiate sugli UDO, i LO, la didattica e i ragazzi selvaggi potete lasciare un commento.

In ogni caso un felice raglio dal prof;-)

Permalink

19.05.09

Permalink 19:24:49, Categorie: NoNews e dintorni  

I primi della classe......

Genova, 1930/40 Sala della direzione: impianto micro-radio-grammofonico della regia Scuola di Avviamento Professionale A.Volta (Archivio Fotografico Indire)

A Genova una preside scrive sulla lavagna i nomi degli studenti immigrati clandestini

La preside entrava in ogni classe e col gessetto scriveva sulla lavagna molti nomi di alunni prevalentemente stranieri. Lo ha fatto nei tre istituti di sua competenza, nel centro di Genova, al Casaregis, all’Einaudi e al Galilei. E se non scriveva allora pronunciava il nome dei ragazzi.  Si trattava di quei ragazzi che nell’anno avrebbero compiuto 18 anni e , quindi, se non dotati di permesso di soggiorno, in quanto stranieri, sarebbero stati passibili di espulsione.

L’iniziativa choc ha provocato un’ondata di lettere di molti professori delle stesse scuole al Provveditore. La preside ha spiegato il gesto, sostenendo che la scrittura sulla lavagna era un modo per non sbagliare la pronuncia dei nomi ed anche un invito a portare i documenti in segreteria.

(Fonte: http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/scuola-a-genova-una-preside-scrive-sulla-lavagna-i-nomi-degli-studenti-immigrati-clandestini-28186/)

Hihaaahihaaaahihaaaaaa!!!!!

Permalink

12.05.09

Permalink 21:16:41, Categorie: NoNews e dintorni  

La scuola dopo la riforma....


1930/40 Regia Scuola Tecnica Commerciale "Q. Sella" di Mosso S. Maria (Biella): laboratorio di chimica (Archivio Fotografico indire)

Dal quotidiano "La Stampa" (cronaca di Torino) del 12 maggio 2009: "La scuola è povera chiede l'elemosina due euro a famiglia".La scuola in questione è l'Istituto comprensivo di Trofarello (TO), 900 allievi di scuola dell'infanzia, elementare e media, 6 sedi e 182.450,27 euro di credito nei confronti dello Stato.

Hanno detto:
Antonio Palmas (dirigente scolastico): "Nel 2005 avevamo, per far funzionare la scuola (Fondo di istituto), 14.385 euro, nel 2008 eravamo ridotti alla metyà. Quest'anno zero".

Armando Marzolla (presidente Consiglio di istituto): "Il nostro istituto è scuola capofila ed è tenuto ad alloggiare, nutrire e rimborsare i costi di viaggio dei revisori dei conti nominati dal ministero che vengono a controllare il nostro bilancio e quello di altri istituti vicini. Si fermano due giorni. Uno arriva da Como e l'altro da Roma. In passato il ministero ci mandava fondi appositi. L'anno scorso non li ha più mandati, quest'anno nemmeno".

Maria Grazia De Luca (direttrice amministrativa): "Soldi per far funzionare la scuola non ce ne sono più. Acquistati i materiali obbligatori per l'esame di terza media stampati dal ministero, i fogli protocollo, la carta millimetrata, siamo rimasti con 100 euro in cassa. I nostri ragazzi, tra elementari e medie sono 900: se i genitori daranno il "contributo" (2 euro) dovremmo avere fiato per chiudere l'anno e arrivare a settembre".

Hihaaaahihaaaahihaaaaaa!!!!

Permalink

07.05.09

Permalink 13:04:20, Categorie: NoNews e dintorni  

Ricorsi storici.....??


Copertina della rivista "La difesa della razza"

(Da
"La difesa della razza", direttore Telesio Interlandi, anno I, numero 1, 5 agosto 1938, p. 2).

Il ministro segretario del partito ha ricevuto, il 26 luglio XVI, un gruppo di studiosi fascisti, docenti nelle università italiane, che hanno, sotto l'egida del Ministero della Cultura Popolare, redatto o aderito, alle proposizioni che fissano le basi del razzismo fascista.

1. Le razze umane esistono. La esistenza delle razze umane non è già una astrazione del nostro spirito, ma corrisponde a una realtà fenomenica, materiale, percepibile con i nostri sensi. Questa realtà è rappresentata da masse, quasi sempre imponenti di milioni di uomini simili per caratteri fisici e psicologici che furono ereditati e che continuano ad ereditarsi.

Dire che esistono le razze umane non vuol dire a priori che esistono razze umane superiori o inferiori, ma soltanto che esistono razze umane differenti.

2. Esistono grandi razze e piccole razze. Non bisogna soltanto ammettere che esistano i gruppi sistematici maggiori, che comunemente sono chiamati razze e che sono individualizzati solo da alcuni caratteri, ma bisogna anche ammettere che esistano gruppi sistematici minori (come per es. i nordici, i mediterranei, i dinarici, ecc.) individualizzati da un maggior numero di caratteri comuni. Questi gruppi costituiscono dal punto di vista biologico le vere razze, la esistenza delle quali è una verità evidente.

3. Il concetto di razza è concetto puramente biologico. Esso quindi è basato su altre considerazioni che non i concetti di popolo e di nazione, fondati essenzialmente su considerazioni storiche, linguistiche, religiose. Però alla base delle differenze di popolo e di nazione stanno delle differenze di razza. Se gli Italiani sono differenti dai Francesi, dai Tedeschi, dai Turchi, dai Greci, ecc., non è solo perché essi hanno una lingua diversa e una storia diversa, ma perché la costituzione razziale di questi popoli è diversa. Sono state proporzioni diverse di razze differenti, che da tempo molto antico costituiscono i diversi popoli, sia che una razza abbia il dominio assoluto sulle altre, sia che tutte risultino fuse armonicamente, sia, infine, che persistano ancora inassimilate una alle altre le diverse razze.

4. La popolazione dell'Italia attuale è nella maggioranza di origine ariana e la sua civiltà ariana. Questa popolazione a civiltà ariana abita da diversi millenni la nostra penisola; ben poco è rimasto della civiltà delle genti preariane. L'origine degli Italiani attuali parte essenzialmente da elementi di quelle stesse razze che costituiscono e costituirono il tessuto perennemente vivo dell'Europa.

5. È una leggenda l'apporto di masse ingenti di uomini in tempi storici. Dopo l'invasione dei Longobardi non ci sono stati in Italia altri notevoli movimenti di popoli capaci di influenzare la fisionomia razziale della nazione. Da ciò deriva che, mentre per altre nazioni europee la composizione razziale è variata notevolmente in tempi anche moderni, per l'Italia, nelle sue grandi linee, la composizione razziale di oggi è la stessa di quella che era mille anni fa: i quarantaquattro milioni d'Italiani di oggi rimontano quindi nella assoluta maggioranza a famiglie che abitano l'Italia da almeno un millennio.

6. Esiste ormai una pura "razza italiana". Questo enunciato non è basato sulla confusione del concetto biologico di razza con il concetto storico-linguistico di popolo e di nazione ma sulla purissima parentela di sangue che unisce gli Italiani di oggi alle generazioni che da millenni popolano l'Italia. Questa antica purezza di sangue è il più grande titolo di nobiltà della Nazione italiana.

7. È tempo che gli Italiani si proclamino francamente razzisti. Tutta l'opera che finora ha fatto il Regime in Italia è in fondo del razzismo. Frequentissimo è stato sempre nei discorsi del Capo il richiamo ai concetti di razza. La questione del razzismo in Italia deve essere trattata da un punto di vista puramente biologico, senza intenzioni filosofiche o religiose. La concezione del razzismo in Italia deve essere essenzialmente italiana e l'indirizzo ariano-nordico. Questo non vuole dire però introdurre in Italia le teorie del razzismo tedesco come sono o affermare che gli Italiani e gli Scandinavi sono la stessa cosa. Ma vuole soltanto additare agli Italiani un modello fisico e soprattutto psicologico di razza umana che per i suoi caratteri puramente europei si stacca completamente da tutte le razze extra-europee, questo vuol dire elevare l'Italiano ad un ideale di superiore coscienza di se stesso e di maggiore responsabilità.

8. È necessario fare una netta distinzione fra i Mediterranei d'Europa (Occidentali) da una parte gli Orientali e gli Africani dall'altra. Sono perciò da considerarsi pericolose le teorie che sostengono l'origine africana di alcuni popoli europei e comprendono in una comune razza mediterranea anche le popolazioni semitiche e camitiche stabilendo relazioni e simpatie ideologiche assolutamente inammissibili.

9. Gli ebrei non appartengono alla razza italiana. Dei semiti che nel corso dei secoli sono approdati sul sacro suolo della nostra Patria nulla in generale è rimasto. Anche l'occupazione araba della Sicilia nulla ha lasciato all'infuori del ricordo di qualche nome; e del resto il processo di assimilazione fu sempre rapidissimo in Italia. Gli ebrei rappresentano l'unica popolazione che non si è mai assimilata in Italia perché essa è costituita da elementi razziali non europei, diversi in modo assoluto dagli elementi che hanno dato origine agli Italiani.

10. I caratteri fisici e psicologici puramente europei degli Italiani non devono essere alterati in nessun modo. L'unione è ammissibile solo nell'ambito delle razze europee, nel quale caso non si deve parlare di vero e proprio ibridismo, dato che queste razze appartengono ad un ceppo comune e differiscono solo per alcuni caratteri, mentre sono uguali per moltissimi altri. Il carattere puramente europeo degli Italiani viene alterato dall'incrocio con qualsiasi razza extra-europea e portatrice di una civiltà diversa dalla millenaria civiltà degli ariani.

Hihaaahihaaahihaaaaaa!!!!!!

Permalink

06.05.09

Permalink 20:41:23, Categorie: NoNews e dintorni  

Ricorsi storici.....?


Bari 1930/40. Regio Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri "G.Cesare". Giovani italiane durante l'esercitazione di ginnastica (Archivio Fotografico Indire)

Provvedimenti per la difesa della razza nella scuola fascista

VITTORIO EMANUELE III PER GRAZIA DI DIO E PER LA VOLONTÀ DELLA NAZIONE RE D'ITALIA IMPERATORE D'ETIOPIA

Visto l'art. 3, n.2, della legge 31 gennaio 1926-IV, n.100;
Ritenuta la necessità assoluta ed urgente di dettare disposizioni per la difesa della razza nella scuola italiana;
Udito il Consiglio dei Ministri;
Sulla proposta del Nostro Ministro Segretario di Stato per l'educazione nazionale, di concerto con quello per le finanze;
Abbiamo decretato e decretiamo;

  • Art. 1. All'ufficio di insegnante nelle scuole statali o parastatali di qualsiasi ordine e grado e nelle scuole non governative, ai cui studi sia riconosciuto effetto legale, non potranno essere ammesse persone di razza ebraica, anche se siano state comprese in graduatorie di concorso anteriormente al presente decreto; nè potranno essere ammesse all'assistentato universitario, nè al conseguimento dell'abilitazione alla libera docenza.
  • Art. 2. Alle scuole di qualsiasi ordine e grado, ai cui studi sia riconosciuto effetto legale, non potranno essere iscritti alunni di razza ebraica.
  • Art. 3. A datare dal 16 ottobre 1938-XVI tutti gli insegnanti di razza ebraica che appartengano ai ruoli per le scuole di cui al precedente art. 1, saranno sospesi dal servizio; sono a tal fine equiparati al personale insegnante i presidi e direttori delle scuole anzidette, gli aiuti e assistenti universitari, il personale di vigilanza delle scuole elementari. Analogamente i liberi docenti di razza ebraica saranno sospesi dall'esercizio della libera docenza.
  • Art. 4. I membri di razza ebraica delle Accademie, degli Istituti e delle Associazioni di scienze, lettere ed arti, cesseranno di far parte delle dette istituzioni a datare dal 16 ottobre 1938-XVI.
  • Art. 5. In deroga al precedente art. 2 potranno in via transitoria essere ammessi a proseguire gli studi universitari studenti di razza ebraica, già iscritti a istituti di istruzione superiore nei passati anni accademici.
  • Art. 6. Agli effetti del presente decreto-legge è considerato di razza ebraica colui che è nato da genitori entrambi di razza ebraica, anche se egli professi religione diversa da quella ebraica.
  • Art. 7. Il presente decreto-legge, che entrerà in vigore alla data della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del Regno, sarà presentato al Parlamento per la sua conversione in legge. Il Ministro per l'educazione nazionale è autorizzato a presentare il relativo disegno di legge.

 

Ordiniamoche il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sia inserto nella raccolta delle leggi e dei decreti del Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a San Rossore, addì 5 settembre 1938 - Anno XVI Vittorio Emanuele Mussolini, Bottai, Di Revel

Hihaaaahihaaaaahihaaaaaa!!!!!!

Permalink

04.05.09

Permalink 21:19:19, Categorie: NoNews e dintorni  

Valore italico


Bagnacavallo 1930. Durante un festa scolastica un gruppo di allievi posa con uniformi militari (Archivio Fotografico Indire)

Articolo 34 della Costituzione Italiana:

"La scuola è aperta a tutti.

L'istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.

I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.

La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso."

Hihaaahihaaaahihaaaaaaa!!!

Permalink

29.04.09

Permalink 20:48:11, Categorie: NoNews e dintorni  

Accesso all'acqua: diritto o bisogno?

Immagine tratta da http://www.mariovarini.it/drupal/dar_da_bere_agli_assetati_ma_quando_mai

Al Forum di Istabul l'accesso all'acqua è stato riconosciuto come bisogno fondamentale, ma non come diritto umano. Una scelta che ha sollevato polemiche e sospetti.

Ma il problema va affrontato con realismo. Partendo dal fatto che miliardi di persone non hanno accesso all'acqua potabile e ai servizi igienici perché scarseggiano i mezzi economici disponibili per investire nelle reti e negli impianti.

Servono soldi, ma anche regole e garanzie. E un modo per ripartire i costi che sia sostenibile dalle popolazioni.

Questi i temi affrontati nell'articolo di Antonio Massarutto che potete leggervi su Lavoce.info 

Comunque la pensiate sull'accesso all'acqua, diritto o bisogno, la gestione delle infrastrutture e la ripartizione dei costi, potete lasciare un commento.

In ogni caso un realistico raglio dal prof;-)

Permalink

24.04.09

Permalink 20:36:13, Categorie: NoNews e dintorni  

W il 25 aprile!

Immagine tratta da http://cultcornernews.blogspot.com/2008_04_20_archive.html

Giordano Cavestro (Mirko)

Di anni 18 - studente di scuola media - nato a Parma il 30 novembre 1925 -. Nel 1940 dà vita, di sua iniziativa, ad un bollettino antifascista attorno al quale si mobilitano numerosi militanti - dopo l'8 settembre 1943 lo stesso nucleo diventa centro organizzativo e propulsore delle prime attività partigiane nella zona di Parma -. Catturato il 7 aprile 1944 a Montagnana (Parma), nel corso di un rastrellamento operato da tedeschi e fascisti - tradotto nelle carceri di Parma -. Processato il 14 aprile 1944 dal Tribunale Militare di Parma - condannato a morte, quindi graziato condizionalmente e trattenuto come ostaggio -. Fucilato il 4 maggio 1944 nei pressi di Bardi (Parma), in rappresaglia all'uccisione di quattro militi, con Raimondo Pelinghelli, Vito Salmi, Nello Venturini ed Erasmo Venusti.

Parma, 4-5-1944

Cari compagni, ora tocca a noi.                                                                

Andiamo a raggiungere gli altri tre gloriosi compagni caduti per la salvezza e la gloria d'Italia.                                                                                      

Voi sapete il compito che vi tocca. Io muoio, ma l'idea vivrà nel futuro, luminosa, grande e bella.                                                                      

Siamo alla fine di tutti i mali. Questi giorni sono come gli ultimi giorni di vita di un grosso mostro che vuol fare più vittime possibile.                              

Se vivrete, tocca a voi rifare questa povera Italia che è così bella, che ha un sole così caldo, le mamme così buone e le ragazze così care.                    

La mia giovinezza è spezzata ma sono sicuro che servirà da esempio.        

Sui nostri corpi si farà il grande faro della Libertà.

[Da "Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana"]

Permalink

23.04.09

Permalink 13:17:32, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Le imposte dirette e il reddito d'impresa

Anni 1930/40 RegioIstituto Tecnico P.F.Calvi "Esercitazioni di ragioneria a pratica contabile" (Archivio Fotografico indire)

Ecco del materiale per i miei prodi della VC:

- Modulo su "Imposte dirette e reddito d'impresa" 249KB

- Esercitazione svolta sul reddito fiscale 280KB

E per fare "buon peso" ci aggiungo anche:

- Simulazione seconda prova 329KB

- Seconda prova esame di stato 2005: il testo 30,5KB e la soluzione 336KB

Atenzione a non fare indigestione

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

07.04.09

Permalink 21:24:24, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

UDO e la scadenza comune prestabilita e adeguata

Locandina del film "Metropolis" (1927) di Fritz Lang (Immagine tratta da www.dougredway.net)

A Metropolis i ricchi, gli industriali e i managers vivono negli sfavillanti grattacieli della città mentre gli operai vivono confinati nel sottosuolo, in un ghetto di cui neanche i primii sembrano ricordarsi.

E' stato così anche per i L.O. (i ricchi Learning Object della didattica) e gli U.D.O. [i poveri Unidentified Didactic Object della didattica di serie B].

Ma c'è stata una rivoluzione che ha cambiato radicalmente le cose: mentre i L.O. non si sono assuefatti ai cambiamenti tecnologici, alle nuove leve di studenti e alle nuove didattiche e si sono sempre più rarefatti, gli U.D.O. hanno trovato un terreno fertile e si sono riprodotti sempre di più, prendendo il posto dei L.O.

Guardate un po' questo UDO su "Scadenza comune prestabilita e scadenza adeguata" e dite se non è vero.

Fate clik su "Scadenza comune", salvate il file . zip, estraete tutti i files in una cartella di destinazione, aprite la relativa cartella e poi clik su "index".

Buona visione e ricordate: d'ora in poi la didattica non sarà più la stessa

Comunque la pensiate su "Metropolis", Fritz Lang, i L.O., gli U.D.O. e la didattica potete lasciare un commento.

In ogni caso un muto raglio dal prof;-)


Permalink

06.04.09

Permalink 20:40:30, Categorie: NoNews e dintorni  

La tragedia d'Abruzzo

Fila di bare a Onna, un paese distrutto (immagine tratta da www.lastampa.it)

È un paese interamente distrutto quello che si è presentato ai primi soccorritori che sono arrivati ad Onna, un paese a circa una decina di chilometri da L'Aquila.«Non c'è più un edificio in piedi, è crollato tutto e ci sono molte persone sotto le macerie», raccontano alcuni testimoni che sono sopravvissuti. Una lunga fila di bare è tutto ciò che resta.
Aiutiamoli come possiamo.
Permalink

20.03.09

Permalink 11:49:06, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Analisi per indici e per flussi...

Esercitazione di ragioneria (Archivio Fotografico Indire)

Chi vuole si può scaricare i moduli su l'analisi di bilancio per indici

- Indici patrimoniali e finanziari 122KB

- Indici reddituali 120KB

- Indici da mettere nello zaino per l'esame 124KB

e i moduli sull'analisi per flussi:

- Il rendiconto finanziario dei flussi totali 429KB

- Il rendiconto delle variazioni di patrimonio netto 389KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

 

Permalink

15.03.09

Permalink 11:50:00, Categorie: NoNews e dintorni  

Holiday News....

Sanatorio del dottor Johan Scheiber (Bagni di S. Candido 1856) (Immagine tratta da http://www.hochpustertal.info/it/suedtirol/innichen/kultur/wildbad.html)

.... e siamo arivati alla fine della seconda settimana di villeggiatura

Al mio arrivo, ad accogliermi non c'era il dottor Scheiber, ma il suo sostituto, il dottor Mabuse dallo sguardo torvo ma pronto alla battuta: specialista in freddure

La sera è stato offerto a tutti gli ospiti un buffet freddo e poi ballo con i ritmi della musica anni '80: è successo il finimondo. Sangue sudore e polvere da sparo

Statistiche dall'infermeria: 4 caviglie slogate, 6 colpi della strega, 3 lombalgie e poi traumi diffusi alla colonna vertebrale 

A parte il ballo, tanto tranquilla è passata la prima settimana quanto piena di colpi di scena la seconda. Sembrava di stare sulle montagne russe: un momento ti senti il padrone del mondo e il momento dopo una nullità: adrenalina a go go

Comunque la pensiate sulla villeggiatura, la musica anni '80, le montagne russe, il dottor Mabuse e l'adrenalina potete lasciare un commento.

In ogni caso un postadrenalinico raglio dal prof;-)

Permalink

06.03.09

Permalink 11:35:31, Categorie: Lezioni di Enigmistica  

And the winner is......

... Giuseppeeee!!! Finalmente, dopo parecchi tentativi andati a vuoto, Giuseppe è riuscito a trovare la soluzione.

E la soluzione era "Il telefono"! Bravo Giuseppe!

Un bell'applauso al vincitore! Clap, clap,clap, clap, clap, clap, clap!!!

Come premio ti meriti una locandina del film "Vincitori e vinti" di Stanley Kramer (1961).

Eccotela:

Immagine tratta da http://www.asianworld.it/forum/lofiversion/index.php?t6463-1000.html

E ancora per Giuseppe e per tutta la classe un capolavoro della filmografia internazionale:

"The Great Trainrobbery" (1903) in edizione restaurata, di Edwin S. Porter.

Mettetevi comodi e fate clik su "La grande rapina al treno"

Comunque la pensiate sugli indovinelli, su "Vincitori e vinti" e su "The Great Trainrobbery" potete lasciare un commento.

In ogni caso un agliato raglio dal prof;-)

 

Permalink

01.03.09

Permalink 19:29:56, Categorie: NoNews e dintorni  

La villeggiatura atto secondo....

Sanatorio del dottor Johan Scheiber (Bagni di S. Candido 1856) (Immagine tratta da http://www.hochpustertal.info/it/suedtirol/innichen/kultur/wildbad.html)

Nonostante il tempaccio, domani si parte per la seconda volta in villeggiatura.

Quindi è molto probabile che il blog non venga aggiornato per un po' di giorni.

Ma non festeggiate troppo, anche se la chiavetta internet mi si è scaricata troverò il modo di farmela ricaricare e di ritornare più bello e più in forma che pria (Petrolini Docet)

Comunque la pensiate sul tempo, la villeggiatura, Petrolini e le chiavette internet  potete lasciare un commento.

In ogni caso un uggioso raglio dal prof;-)

 

Permalink

27.02.09

Permalink 12:26:16, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

UDO e il valore attuale commerciale...


Dal film "Matrix" (Immagine tratta da www.matrixuniverse.altervista.org/Immagini/Sy...)

Oramai gli U.D.O (Unidentify Didactic Object) stanno dilagando su tutti i continenti della didattica e i poveri L.O. (Learning Object) stanno diventando una specie in estinzione
Quest'UDO sul valore attuale commerciale sembra proprio uguale i identico ad un LO, ma non lo è
Provare per credere: fate clik su "Valore attuale", salvate il file . zip, estraete tutti i files in una cartella di destinazione, aprite la relativa cartella e poi clik su "index".
E ricordate: d'ora in poi la didattica non sarà più la stessa
Comunque la pensiate sugli UDO, i LO, la didattica e le specie in estinzione potete lasciare un commento.
In ogni caso un felice raglio dal prof;-)

Permalink

19.02.09

Permalink 21:18:11, Categorie: NoNews e dintorni  

Professori fantasma...


Bagnacavallo (Ravenna) 1937 "Esercitazioni didattiche per le future mamme" (Archivio Fotografico indire)

In Italia un professore su sette non è in cattedra ma altrove. E ha un motivo valido per farlo. Anzi, ne ha almeno venti: tante sono le forme di assenze previste, concordate, perfettamente regolari. E, quindi, su un totale di 716.297 docenti nelle scuole statali 142.558 non erano in classe. E’ un esercito di professori, il doppio dei supplenti che sono 74.500. Ed infatti i dirigenti scolastici ogni mattina si trovano a dover sostituire 68 mila assenti per una media di 6 ogni scuola.

Il ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini avverte: «E’ una situazione che stiamo esaminando. Alcune tipologie non trovano alcuna giustificazione. I professori devono tornare in cattedra e presto interverremo in questo senso».

L’elenco prevede innanzitutto un tasso di assenteismo per malattia dell’8%, pari a 57.304 professori. E’ una cifra pre-Brunetta, quindi per quest’anno il numero dovrebbe ridursi almeno un po’.  Proposta: perchè i professori malati non li facciamo insegnare negli ospedali, intanto che sono già lì per curarsi li utilizziamo anche per l'insegnamento frontale (ovvero come prendere due piccioni con una fava)

Degli assenti, quasi uno su dieci non va in classe per partecipare a un’assemblea sindacale convocata durante l’ora di lezione (12.059). Altra cosa sono i sindacalisti esonerati: 1085 professori. Altra cosa ancora sono i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza: ognuno di loro ha 40 ore di permesso sindacale, e quindi - calcola l’Asasi - alla fine «il costo per la loro sostituzione equivale a 840 cattedre di docenti assenti e l’Aran nel concedere in sede di contratto questi esoneri non ha pensato né a come operare la sostituzione né a come pagarla». Infine ci sono le Rappresentanze Sindacali Unitarie, e sono altri 1891 docenti che ne usufruiscono. Proposta: basterebbe abolire i sindacati e si risolverebbe il problema

I professori possono essere assenti anche perché eletti in un consiglio municipale, o alla Provincia, alla circoscrizione o in altri mandati. In questi casi lo stipendio scolastico si assomma a quello del nuovo incarico. Anche se si resta in carica per cinque anni ogni mese l’eletto deve comunicare se intende tornare in classe oppure no per il mese seguente. E quindi diventa impossibile dare un incarico ad un supplente per un intero anno ma ogni mese la scuola chiama un supplente e ripetere da capo la procedura necessaria. A usufruirne sono 890 docenti.  Proposta: basta fare una legge che vieti agli insegnanti di presentarsi candidati alle elezioni comunali, provinciali, regionali e aggiungiamoci anche le politiche per fare buon peso e voilà avremo 890 insegnanti in più a lavorare

In 1.760 professori sono distaccati in enti come gli Irre, gli Istituti di ricerca regionali che il ministero voleva già da tempo sopprimere e che ora non è del tutto chiaro che cosa facciano. Oppure sono distaccati all’Invalsi, l’ente che si occupa della valutazione delle scuole, o all’Indire, oggi chiamato Agenzia nazionale per lo sviluppo dell’autonomia scolastica. Ma ci sono anche 700 professori ‘comandati’, sempre come supporto all’autonomia presso i Provveditorati. Proposta: basterebbe mandare in tutti questi enti degli idraulici, degli elettricisti, dei commercianti, insomma tutti meno che gli insegnanti e avremmo risolto il problema. Tanto all'INVALSI, all'INDIRE, nei provveditorati saremmo mica matti a mandarci degli insegnanti?

Ci sono 160 professori distaccati al Ministero dell’Istruzione come funzionari e altri 200 che invece non salgono in cattedra perché fanno parte di varie associazioni che si occupano di scuola.  Proposta: al Ministero dell'Istruzione che ci vanno a fare gli inseganti, meglio mandarci idraulici, elettricisti, meccanici, carrozzieri e quant'altro no?

I professori devono aggiornarsi, hanno 150 ore l’anno, un quinto delle ore totali di insegnamento, da poter utilizzare per prendere una seconda laurea o frequentare un master. Ad aver usufruito di esoneri per diritto allo studio sono stati 5.358. Ma chi vuole frequentare un dottorato di ricerca ha diritto ad un esonero a parte, due anni lontano dalla cattedra, stipendio garantito: ne hanno usufruito in 950. Oppure possono scegliere di frequentare una Siss, la scuola di specializzazione universitaria: lo hanno fatto in 1040.  Proposta: a che serve il diritto allo studio per gli insegnanti? Sanno già tutto. Basterebbe aboolire le 150 ore ed ecco un altro problema risolto

Sono 2.610 quelli che vengono distaccati per malattie gravi, o comunque non sono più in grado di reggere lo stress o l’impegno delle lezioni in classe e quindi vengono ricollocati in segreteria o in biblioteca. Proposta: facciamo una legge che vieti agli insegnanti di ammalarsi di malattie gravi e di soffrire di stress o di burn-out e avremo risolto il problema

Ad aver elaborato queste cifre è stato l’Asasi, associazione delle scuole autonome siciliane, sulla base degli ultimi dati resi disponibili dal Miur, riferiti all’anno scolastico 2006/2007. Di fronte a queste cifre l’Asasi denuncia: «E’ necessario tornare alla centralità dell’insegnamento frontale: Da un discorso sulla quantità è giunto il momento di passare ad uno sulla qualità», spiega Roberto Tripodi, presidente dell’associazione. Proposta: un bell'applauso per l'Asasi e per il suo presidente! clap clap clap clap clap (Fonte: La Stampa del 19/02/2009).

Hihaaahihaaahihaaaaaaaaaa!!!!

Permalink

13.02.09

Permalink 21:07:15, Categorie: Lezioni di Enigmistica  

Indovinello di San Valentino


Immagine tratta da http://ondamultimediale.blogosfere.it/2008/02/3.html

Questa volta l'indovinello non è di nonna Gigetta ma del nipote, il nostro ragioniere precario Rocco Mastrino che, ormai disoccupato a causa della crisi, si diletta a scrivere enigmi e indovinelli.
Ecco cosa ha preparato per San Valentino.

Quella civetta si giustifica
Eh, non c'è da gridare! Sì, lo ammetto,
ma si tratta soltanto di un cornetto!
E' vero, sì, il filo uno mi ha fatto
e molti mi han sfiorato con le dita
parlandomi vicino con la bocca
sussurrante. Lo sai, se mi si tocca
mi gira tutto dentro, è la mia vita.
Anche se l'altro sta a distanza, è fatto:
tubo, balbetto, stabilisco un contatto.
Ma quando vuoi, lo sai, non lo fo più:
tu mi fai fremer, solo tu, tu, tu.

Comunque la pensiate sugli indovinelli, il precariato, la disoccupazione, la crisi e i ragionieri, potete lasciare un commento.
In ogni caso un enigmistico raglio dal prof;-)

Permalink

10.02.09

Permalink 20:47:41, Categorie: Lezioni di Analisi Logica  

Analisi del periodo

Immagine tratta da http://www.see.it/museoetnologico/giocattoli/scuola.html

La sesta puntata del corso di "Analisi del periodo" è appena uscita dal forno.

Riguarda le funzioni delle proposizioni subordinate e la correlazione dei tempi.

Se volete scaricarvela fate clik su "Lezione 6" 104KB

Solita avvertenza: poichè la visione causa immediatamente sonnolenza, non mettetevi alla guida dopo aver visto la puntata

Naturalmente potete portare con voi anche gli esercizi, ancora esercizi, nunc esercizi et semper esercizi secondo il vecchio adagio "quater is better che trì"

Comunque la pensiate sulle funzioni delle proposizioni subordinate, sulla "consecutio temporum", sul latino e sui vecchi adagi, potete lasciare un commento.

In ogni caso un correlato raglio dal prof;-)

Permalink

06.02.09

Permalink 17:32:49, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

UDO e lo sconto commerciale


Immagine tratta da "A. I.: Artificial intelligence"( www.wikipedia.org)

Nonostante la resistenza accanita dei L. O. (Learning Object), l'espansione degli U.D.O (Unidentified Didactic Object) è diventata ormai inarrestabile. Tenaci, pazienti, abituati a sopravvivere con poco e in qualsiasi condizione, hanno finito col sopravanzare i canonici L.O. e con l'adattarsi a qualunque tipo di didattica.

Ne è un esempio l'UDO sullo sconto commerciale.
Se volete potete scaricarlo  facendo clik su "Sconto Commerciale", salvate il file .zip, estraete tutti i files in una cartella di destinazione, aprite la relativa cartella e poi clik su "index".

E ricordate, d'ora in avanti la didattica non sarà più la stessa.

Comunque la pensiate su A. I., sui L.O., sugli U.D.O. e sulla didattica potete lasciare un commento.
In ogni caso un piovoso raglio dal prof;-)

Permalink

28.01.09

Permalink 20:31:05, Categorie: NoNews e dintorni  

La villeggiatura è finita....

Sanatorio del dottor Johan Scheiber (Bagni di S. Candido 1856) (Immagine tratta da http://www.hochpustertal.info/it/suedtirol/innichen/kultur/wildbad.html)

...eh sì, che ci volete fare, la villeggiatura è finita in anticipo (per fortuna).

Il dottor Johan Scheiber, il maitre dell'hotel, mi ha cacciato per cattivo comportamento

In pratica mi sono comportato come i nostri studenti in gita scolastica: la mia camera era diventata una via di mezzo tra una bisca clandestina, un roxi bar e una sala fumatori.

Per salvaguardare la salute degli altri clienti e il buon nome dell'albergo mi hanno spedito a casa

Spero di comportarmi meglio nella prossima villeggiatura di primavera (si spera l'ultima), ma cosa volete che vi dica, "il lupo perde il pelo ma non il vizio"

Comunque la pensiate sulla villeggiatura, sulle gite scolastiche e sul lupo che perde il pelo, potete lasciare un commento.

In ogni caso, con grandissimo piacere,

un felice raglio dal prof;-)

Permalink

26.01.09

Permalink 16:58:49, Categorie: NoNews e dintorni  

27 gennaio, il giorno della Memoria

Le condizioni fisiche di un gruppo di gemelli alla liberazione del campo di Auschwitz (Immmagine tratta da www.olokaustos.org)

La sorte dei gemelli
di Auschwitz

I bambini gemelli che arrivavano ad Auschwitz da tutta Europa venivano selezionati da Mengele in persona appena scesi dai treni. Mengele si aggirava lungo le fila dei prigionieri gridando "Zwillinge heraus!" "Fuori i gemelli".
Una volta isolati dai propri genitori i bambini venivano marchiati come gli altri prigionieri ma con un numero speciale al quale spesso veniva aggiunta la sigla "ZW" (per Zwillinge).

Una volta arrivati alle baracche che avrebbero dovuto ospitarli per prima cosa venivano esaminati e misurati dalla testa alla punta dei piedi. Se anche fosse mancato il minimo particolare il medico addetto alla misurazione (solitamente un prigioniero) sarebbe stato punito.
Venivano richieste loro informazioni sulla famiglia secondo un formulario preparato dal professor Verschuer cui poi venivano spediti i fascicoli.

A differenza di tutti gli altri prigionieri ai gemelli era consentito di mantenere i capelli lunghi per diversi giorni dopo l'esame. Dopo essere stati selezionati sulla banchina dei treni erano sottoposti ad una doccia per poi essere condotti nell'ambulatorio medico.

Gli esami iniziavano dalla testa che veniva misurata accuratamente anche per più giorni. Successivamente erano sottoposti ad un esame completo ai raggi X in tutto il corpo. Solitamente poi era applicato loro una specie di tubo al naso che insufflava nei polmoni un gas provocando una tosse violenta. L'espettorato era raccolto ed esaminato. Seguiva poi una fase nella quale i bambini erano fotografati con particolare attenzione ai capelli e ai peli delle ascelle. Per questo motivo erano costretti a rimanere immobili per molte ore con le braccia alzate.

Il giorno successivo erano svegliati di mattina presto e condotti in una stanza nella quale vi era un tino con acqua calda e una serie di tavole. Dapprima erano costretti ad immergersi nel tino e poi, venivano legati ad una tavola in modo che i capelli ricadessero all'esterno. Una parte dei capelli veniva strappata in modo da estrarne anche la radice. Dopo questa operazione erano reimmersi nel tino parecchie volte e l'operazione veniva ripetuta diverse volte. Infine, quando il numero di capelli raccolti era stata ritenuta sufficiente, i bambini erano completamente rasati, depilati e nuovamente fotografati.

La fase successiva consisteva nel praticare clisteri di due litri dolorosissimi. In diversi giorni venivano sottoposti ad esami rettali e gastrointestinali senza alcuna anestesia. Solitamente, a causa delle urla di dolore, venivano imbavagliati.
Il giorno successivo era la volta di un doloroso esame urologico con prelevamento di tessuti dai reni, dalla prostata e - nei maschi - dai testicoli.

Dopo tre settimane di esami i due gemelli venivano uccisi simultaneamente con un'iniezione al cuore; i cadaveri venivano dissezionati e gli organi interni inviati al professor Verschuer all'Istituto di ricerca biologico-razziale di Berlino. (http://www.olokaustos.org/argomenti/esperimenti/medexp12.htm)

Ricordare! Ricordare! Ricordare!

Permalink

23.01.09

Permalink 11:49:52, Categorie: NoNews e dintorni  

Notizie dalla villeggiatura....

Ormai sta finendo anche la seconda settimana di villeggiatura. Che vi devo dire, il rancio è ottimo e abbondante, l'aria è fina e pulita e gli ospiti sono tutti simpatici.

L'unico neo è che la sera non si può uscire per andare un po' a divertirsi, ma che ci volete fare nessuna villeggiatura è perfetta. Ci sono state anche parecchie burrasche ma adesso si è messa bonaccia.

Comunque la pensiate sulla villeggiatura potete lasciare un commento.

In ogni caso un aplasico raglio dal prof;-)

Permalink

16.01.09

Permalink 21:51:42, Categorie: NoNews e dintorni  

Notizie da.....

..... Guantanamo (Immagine tratta da http://www.channel4.com/film/newsfeatures/microsites/G/guantanamo/)

Beh, devo dire che dopo il primo impatto piuttosto traumatico, qui nella mia Guantanamo non si sta proprio male male. Se non altro non si vedono prof in giro (battutaccia eh?).

Basta avere a disposizione una chiave di accesso a Internet e un portatile per scaricare la posta e aggiornare il blog e il gioco è fatto. Questi 21 giorni sembreranno meno lunghi.

Perciò, qualunque cosa ne pensiate di Guantanamo, dei 21 giorni e di quant'altro potete lasciare un commmento.

In ogni caso un cubano raglio dal prof;-)

 

Permalink

10.01.09

Permalink 12:32:29, Categorie: NoNews e dintorni  

21 giorni....

Sanatorio del dottor Johan Scheiber (Bagni di S. Candido 1856) (Immagine tratta da http://www.hochpustertal.info/it/suedtirol/innichen/kultur/wildbad.html)

.... di villeggiatura per il raglio del prof.

Ma non esultate troppo, riprenderà le trasmissioni ai primi di febbraio più bello e più in forma che pria (Petrolini docet).

E poi potete sempre lasciare un commento.

Comunque la pensiate sulla villeggiatura e sui villeggianti potete lasciare un commento.

In ogni caso uno speranzoso raglio dal prof;-)

 

Permalink

07.01.09

Permalink 14:37:00, Categorie: Teacher's Help  

Facilitare l'apprendimento...

... o non facilitare?

Secondo M. Dave Merrill:

- Learning is facilitated when learners are engaged in solving real-world problems.

- Learning is facilitated when existing knowledge is activated as a foundation for new knowledge.

- Learning is facilitated when new knowledge is demonstrated to the learner.

- Learning is facilitated when new knowledge is applied by the learner.

- Learning is facilitated when new knowledge is integrated into the learner's world.

[Da "First Principles of instruction"].

Comunque la pensiate sul facilitare o non facilitare l'apprendimento, potete lasciare un commento.

In ogni caso un polare raglio dal prof;-)

Permalink

03.01.09

Permalink 14:08:13, Categorie: NoNews e dintorni  

Nel paese della legge di Gresham...

L'aula del Senato della Repubblica (immagine tratta da http://questurahabbo.forumfree.net/?t=26119359)

.... il buon esempio non fa più parte del bagaglio degli onorevoli (e non solo di quelli)

Leggetevi cosa scrivono al Presidente della Repubblica gli studenti della V A del Liceo Scientifico XXV Aprile di Pontedera, dopo aver assistito il 2 dicembre alla seduta pubblica del Senato.

Fate clik su "Liceali indignati"

Hihaaaahihaaaaahihaaaaaa!!!!

Permalink

2009
<<     >>
Gen Feb Mar Apr
Mag Giu Lug Ago
Set Ott Nov Dic

Il raglio del prof

Piccole storie da dentro e fuori la scuola, fattispecie di lezioni e poi ragli, sempre ragli, fortissimamente ragli!

Cerca

Altro

Syndicate questo blog

XML Che cos'è?

powered by
b2evolution