Ritorna alla homepage

Archivi per: Luglio 2007

31.07.07

30.07.07

Permalink 13:50:01, Categorie: NoNews e dintorni  

A summer place

Gran messe di informazioni da parte del ministero sull'esame di stato 2007.

Tra le tante notizie, qualcuno si è dimenticato di dire che i compensi dei commissari d'esame non sono stati ancora pagati

E' proprio uno scandalo.... al sole

Hihaaahihaaaahihaaaa!!!!!

Permalink

26.07.07

Permalink 21:40:59, Categorie: Teacher's Help  

Alle nach Brixen (wenn du kannst)

Tutti a  Bressanone (Brixen) dal 29 al 31 agosto (se potete)

La Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Bolzano - sede di Bressanone e l'A.R.I.A.C. (Associzione Ricerca Italiana Apprendimento Cooperativo) organizzano il

V Seminario estivo

Le nuove frontiere dell'apprendimento cooperativo

Costruire competenze significative, comunità di apprendimento, ben-essere a scuola, tra l'attualità di don Milani e le scoperte delle neuroscienze Bressanone (Bz) 29 -31 agosto 2007

Sede del Seminario:
Facoltà di Scienze della Formazione - Sede di Bressanone Viale Stazione 16

Programma:

Mercoledì 29 agosto

MATTINO
Ore 9.30 - registrazione partecipanti
Ore 10.00 - saluti dell'Universitá - saluti di ARIAC
TAVOLA ROTONDA
…dopo don Milani... la qualità della scuola competente… Introduce e coordina Raffaele IOSA (Ispettore MIUR, Membro del Comitato per l'Organizzazione Nazionale della Marcia di Barbiana)
La scuola di Barbiana: una proposta pedagogica per il XXI secolo ancora da completare?
Discutono:
- Liliana Dozza, UniBZ, I contesti per una scuola di qualità e di ben-essere
- Dario Ianes, UniBZ, L'integrazione: i diversi ragazzi di don Milani
- Johann Drumbl, UniBZ, La poetica di don Milani e il valore della lingua
- Laura Cerrocchi, UniMORE, Il gruppo educativo come strumento di democrazia
Gruppi di discussione cooperativi
Presentazione lavori e discussione con i conduttori la tavola rotonda
Ore 13.00 - chiusura lavori mattinata
POMERIGGIO
Ore 14.30 - Plenaria: avvio workshop
Workshop: …non uno di meno…
…in lingua italiana;
a - D. Sartore, R. Viglino Scuola Primaria, Bambini competenti in scrittura e lettura attraverso l'apprendimento cooperativo (Gruppo regionale Veneto e Piemonte);
…in educazione scientifica;
c - C. e A. Turra, Scuola Primaria, Le competenze scientifiche e sperimentali in apprendimento cooperativo; (Gruppo regionale Piemonte)
…in lingua inglese;
d - D. Callegari e F. Panzica, Scuola Primaria, Gli organizzatori grafici e la lavagna interattiva in LS attraverso il cooperative learning; (Gruppo regionale Veneto)
...progettando competenze;
e - M.
Menichella
, F. Olivieri, T. Palombo, Scuola Primaria, Un curricolo significativo attraverso compiti complessi; (Gruppo regionale Puglia)
…integrando e includendo le difficoltà:
f - C. Riello – Scuola Primaria, Strategie di intervento per bambini con difficoltà di apprendimento; (Gruppo regionale Veneto)
Ore 17.30 - Plenaria: sintesi della giornata
SERA
Ore 21.00 - Assemblea annuale soci ARIAC

Giovedì 30 agosto

MATTINO
Ore 9.30 - introduzione alla giornata;
…nuove ricerche, antichi scenari? Le neuroscienze, la proposta culturale delle Nuove Indicazioni Nazionali della Scuola Italiana e l’apprendimento cooperativo
Introduce e coordina
> Liliana Dozza, Ordinario di Pedagogia Generale, Vice preside della Facoltà Scienze della Formazione UniBZ;
Intervengono:
> Luigina Mortari, Ordinario di Pedagogia Generale, UniVR, Membro della Commissione Nazionale per le Nuove Indicazioni: Apprendimento cooperativo e nuovi scenari culturali della scuola italiana;
> Giovanni Buccino, università di Parma, ricercatore del Team coordinato dal prof. Rizzolatti I neuroni specchio e la pedagogia: un nuovo orizzonte da esplorare…
- Gruppi di discussione cooperativi
- Presentazione lavori e discussione con i conduttori la tavola rotonda
Ore 13.00 - chiusura lavori mattinata
POMERIGGIO
Ore 14.30 - Plenaria: avvio workshop
Workshop:…non uno di meno….
…in storia:
a) G. Di Pietro, Scuola Superiore – Comprendere la storia, senza insegnare storia, in apprendimento cooperativo (Gruppo regionale Piemonte)
b) M. Gandini, Scuola media - UdA in storia secondo la progettazione significativa in apprendimento cooperativo (Gruppo regionale Emilia)
…in matematica:
c) L. Pini, P. Veronesi, Scuola Inferiore I grado, SISS UniMORE – Le competenze matematiche in apprendimento cooperativo (Gruppo regionale Emilia)
...nella valutazione:
d) E. Massetti - Scuola Primaria - …Progettare la valutazione per padronanza delle competenze alla scuola primaria – V Circolo di Gussago (Gruppo regionale Lombardia)
…nel sociale:
e) G. Pavan, G. Trevisan - Un percorso di mediazione interculturale in ambito educativo e sociale - Provincia di Venezia
Ore 17.30 - Plenaria: sintesi della giornata
SERA
Ore 21.00 - Cena sociale

Venerdì 31 agosto

…dopo don Milani...la differenziazione degli apprendimenti…nuove strategie per la scuola del non uno di meno…il cooperative learning per l'insegnamento-apprendimento differenziato
Ore 8.30 - 17.00
Workshop: Il workshop intensivo intende fornire ai partecipanti un'esperienza in apprendimento cooperativo per acquisire livelli iniziali di padronanza nell'organizzare la classe in apprendimento cooperativo e progettare gli apprendimenti tenendo conto delle differenze individuali.

ORGANIZZAZIONE
Verrá rilasciato attestato di partecipazione:
1. per le tre giornate complessive, ARIAC e Università di Bolzano

ISCRIZIONE
Per la partecipazione al seminario compilare e inviare il sottostante modulo

COSTI
La partecipazione al seminario estivo sarà così regolata:
STUDENTI E DOCENTI LUB - INSEGNANTI DELLA PROVINCIA DI BOLZANO: partecipazione gratuita
> SOCI ARIAC: 3 GIORNATE - 20 Euro; Una giornata - 10 Euro; Solo workshop - 20 Euro
Per chi intende aderire ad ARIAC, è possibile sottoscrivere l'adesione il primo giorno del seminario. Il costo della tessera è di 40 Euro.
(La tessera avrà validità fino al 31-12-2007 e permette di partecipare gratuitamente agli eventi regionali di supervisione e fruire di agevolazioni per i seminari regionali).
> NON-SOCI: 3 GIORNATE - 90 Euro; Una giornata - 40 Euro; Solo workshop - 70 Euro

>>
Modulo di iscrizione

_______________

Bibliografia Erickson

R. Iosa, L'educazione contro il declino
L. Dozza, Relazioni cooperative a scuola

L. Cerrocchi e L. Dozza (a cura di), Contesti educativi per il sociale
D. Ianes,
La Speciale normalità
D. Ianes,
Bisogni Educativi Speciali e inclusione
D. Ianes e A. Canevaro,
Buone prassi di integrazione scolastica
D. Ianes
, Didattica speciale per l'integrazione
V. Piazza,
Lettera a una professoressa 2
L. Mortari e C. Sità (a cura di),
Pratiche di civiltà
D.W. Johnson, R.T. Johnson, E.J. Holubec, Apprendimento cooperativo in classe
M. Polito, Attivare le risorse del gruppo classe
A. Pellai, V. Rinaldin e B. Tamborini, Educazione tra pari
D.W. Johnson e R.T. Johnson, Leadership e apprendimento cooperativo
E.G. Cohen, Organizzare i gruppi cooperativi
K. Topping, Tutoring
F. Frabboni, Società della conoscenza e scuola
E. Falaschi, Una scuola con equilibrio
M. Polito, Comunicazione positiva e apprendimento cooperativo

R. Schiralli e U. Mariani, Costruire il benessere personale in classe
_______________


Per informazioni

Università degli Studi di Bolzano
Facoltà di Scienze della Formazione - Sede di Bressanone
Viale Stazione 16, 39042 Bressanone (BZ)
Fino al 5 agosto: daniela.sartore@libero.it tel. 333-6880851
dal 6 agosto al 20 agosto al seguente indirizzo dapan@tin.it

With a little help of your friend.....

Chi partecipa alle giornate di Bressanone potrebbe mettere a disposizione della comunità di Edidablog eventuali materiali e risorse e farci avere le sue impressioni sul  seminario

Ein glückliches raglio vom unterrichten;-)
 
Permalink

24.07.07

Permalink 21:19:15, Categorie: Teacher's Help  

Riusciranno le nostre eroiche TIC a migliorare la qualità dell'insegnamento e a facilitare l'apprendimento degli studenti?

Se volete rispondere subito, potete lasciare un commento.

Se, prima di rispondere, avete bisogno di documentarvi, vi suggerirei di scaricarvi il contributo di Mario Rotta su TIC e cognitivismo e di lasciare un commento.

Se non sapete cosa rispondere,  allora fate come lui

col tempo riuscirete a trovare una risposta e a lasciare un commento

With a little help of your friend...

Un TICnologico raglio dal prof;-)

Permalink

20.07.07

Permalink 22:19:00, Categorie: NoNews e dintorni  

Chiare, fresche et dolci acque...

Di questa stagione un argomento rinfrescante fa sempre piacere

Eccovi alcuni dati:

  • 1,5 miliardi vivono senza accesso all’acqua potabile sana
  • per conseguenza, 30.000 persone al giorno muoiono per malattie dovute all’assenza d’acqua potabile e di servizi sanitari
  • 600.000 agricoltori bianchi dell’Africa del Sud consumano per scopi irrigui 60% delle risorse idriche del paese, mentre 15 milioni di cittadini di colore non hanno accesso all’acqua potabile
  • la metà dei villaggi palestinesi non ha acqua corrente, mentre tutte le colonie israeliane ne sono provviste
  • 85% del volume delle acque dei fiumi in Francia é inquinato
  • il consumo giornaliero medio della popolazione dei paesi “in via di sviluppo” si aggira sui 20 litri. In Italia é di 213 litri, negli USA di 6OO litri
  • il Brasile rappresenta l’11% delle risors e idriche dolci del pianeta ma 45 milioni di brasiliani non hanno ancora accesso all’acqua potabile
  • gli sprechi d’acqua sono enormi in tutto il mondo: 40% dell’acqua usata per l’irrigazione si perde per evaporazione; le perdite dell’acqua immessa negli acquedotti vanno dal 30 al 50%, anche nei paesi detti “sviluppati”;
  • una lavatrice standard consuma in medi a 140 litri a ciclo, lo sciacquone tra 10 e 20 litri alla volta, un lavastoviglie 6O litri. (Fonte: Dichiarazione conclusiva del Forum Alternativo Mondiale sull'acqua Firenze 2003)
  • Per conoscere i principi che stanno alla base della democrazia dell'acqua fate clik su "I sette principi dell'acqua"

    E per non sprecare acqua potete seguire gli utili consigli della II e III B della scuola media "G.I. Ascoli" di Gorizia

    Un caldissimo raglio dal prof;-)

    Permalink

    18.07.07

    Permalink 12:50:47, Categorie: Teacher's Help  

    Obiettivi didattici: chi più ne ha più ne metta!

    D'accordo, siamo tutti in vacanza e di scuola ne abbiamo fin sopra i capelli.

    Ma ho trovato un contributo interessante di Paola Raso su www.elearningtouch.it sulla definizione degli obiettivi didattici (da Bloom a Gagnè aMerril a Maer ecc.) che può venire bene a settembre, in sede di programmazione didattica.

    Magari facendo anche un "copia e incolla"

    Per il momento, chi vuole, può metterselo da parte facendo clik su "Obiettivi didattici".

    With a little help of your friend....

    Un vacanziero raglio dal prof;-)

    Permalink

    16.07.07

    Permalink 21:40:20, Categorie: NoNews e dintorni  

    Come aumentare le pensioni basse e far felici anche i ricchi....

    ...si può.

    E' successo in un paese chiamato Italia lo scorso 10 luglio.

    Se vi interessa conoscere nei dettagli come una decisione socialmente giusta (aumento delle pensioni basse) provoca  conseguenze socialmente ingiuste (a beneficiarne maggiormente non sono le famiglie più povere)  vi suggerirei la lettura di questo articolo.

    Neanche il buon Keynes avrebbe saputo fare di meglio

    Meglio affidarsi ai poeti

     

    Hihaaahihaaahihaaaa!!!

    Permalink

    13.07.07

    Permalink 23:55:40, Categorie: NoNews e dintorni  

    Frustrati....ma poveri

    "Gli insegnanti? Un manipolo di frustrati"

    Secondo l'indagine dell'Eurispes (ma ce ne eravamo già accorti da un pezzo),  aggiungerei anche poveri.

    Esercitazioni di ragioneria del secolo scorso (quando non eravamo frustrati e nemmeno poveri)

    Un frustrato e povero raglio dal prof;-)

    Permalink

    11.07.07

    Permalink 21:55:37, Categorie: NoNews e dintorni  

    Il massacro di Fort Apache

    (I superstiti della maturità 2007 della VC)

    Maturità, in calo i super bravi e raddoppia il numero dei bocciati (Fonte "La Repubblica" dell'11/07/2007).

    Evviva, finalmente la scuola ridiventa una cosa seria e....... libresca.

    Altro che Tic, blog, ipod, internet e didattica.

    Un bel libro di testo (con somma soddisfazione delle case editrici) e la pedissequa e burocratica  osservanza del programma ministeriale.

    Questo è quello che ci vuole per riportare la scuola  all'onore del mondo.

    Il nostro motto d'ora in avanti sarà: "Con libro e gessetto, studente perfetto".

    Hihaahihaaaahihaaaaaaa!!!!

    Permalink

    10.07.07

    Permalink 21:13:02, Categorie: NoNews e dintorni  

    Come ti spiego il Dpef

    Seconda puntata sul Dpef ovvero capirci qualcosa.

    Si può fare cliccando sull'immagine di Quintino Sella

    Un (in)felice raglio dal prof;-)

    Permalink
    Permalink 13:19:49, Categorie: NoNews e dintorni  

    Seveso 10 luglio 1976

    Quante altre ICMESA ci sono in Italia? Per l'esattezza 1092.

    Se volete sapere quante ce ne sono nella vostra regione fate clik su "ICMESA 25 anni dopo"

    I dati sono riferiti al 2001, ma sono gli unici che avevo a disposizione.

    Chissà come sarà la situazione oggi?

    Hihaaahihaaahihaaa!!!!

     

    Permalink

    08.07.07

    Permalink 14:42:03, Categorie: Teacher's Help  

    Etiam homo zappeins

    Se i vostri studenti sono così, allora più che mai avete bisogno di Wim Veen 

    e di un vocabolario di latino 

    With a little hlep of your friend.....

    Comunque la pensiate sull'homo zappiens e sul latino, potete lasciare un commento.

    In ogni caso un felice raglio dal prof;-)

    Permalink

    03.07.07

    Permalink 21:57:06, Categorie: Teacher's Help  

    Homo zappiens (repetita iuvant)

    Dell'homo zappens me ne sono già occupato, ma se durante l'anno avete avuto degli studenti così, allora vuol dire che anche da voi è arrivata la generazione dell' homo zappiens.

    Per cercare di riuscire a capirla (e a sopravvivere nelle classi), vi suggerirei di vedervi la presentazione  (in inglese) del professor  Wim Veen.

    With a little help of your friend.......

    Comunque la pensiate sulla generazione dell'homo zappiens e sulle teorie di Wim Veen potete lasciare un commento.

    In ogni caso un felice raglio dal prof;-)

     

    Permalink

    01.07.07

    Permalink 21:47:28, Categorie: NoNews e dintorni  

    Effetto notte

    Se state pensando al film di François Truffaut siete completamente fuoristrada.

    "Effetto notte" è invece quello provocato dalla lettura del Dpef per gli anni 2008-2011:

    Se non volete finire così, potete leggervi una sintesi (che va bene lo stesso).

    Hihaaahihaaaahihaaaa!!!

    Permalink

    Luglio 2007
    Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    <<  <   >  >>
                1
    2 3 4 5 6 7 8
    9 10 11 12 13 14 15
    16 17 18 19 20 21 22
    23 24 25 26 27 28 29
    30 31          

    Il raglio del prof

    Piccole storie da dentro e fuori la scuola, fattispecie di lezioni e poi ragli, sempre ragli, fortissimamente ragli!

    Cerca

    Altro

    Syndicate questo blog

    XML Che cos'è?

    powered by
    b2evolution