Ritorna alla homepage

Archivi per: Gennaio 2007

29.01.07

Permalink 20:39:37, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Analisi per flussi

Modulo per la 5^C

Vi potete scaricare il modulo sul rendiconto finanziario dei flussi totali 488KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink
Permalink 20:34:42, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

La costituzione di un'azienda individuale

Modulo per la 3^D

Vi potete scaricare il modulo sulla costituzione di un'azienda individuale 240KB

Buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

26.01.07

Permalink 17:29:53, Categorie: NoNews e dintorni  

27 gennaio: Il "Giorno della Memoria"

REGIO DECRETO-LEGGE 5 settembre 1938 - XVI, n. 1390

Provvedimenti per la difesa della razza nella scuola fascista

VITTORIO EMANUELE III PER GRAZIA DI DIO E PER LA VOLONTÀ DELLA NAZIONE RE D'ITALIA IMPERATORE D'ETIOPIA

Visto l'art. 3, n.2, della legge 31 gennaio 1926-IV, n.100;
Ritenuta la necessità assoluta ed urgente di dettare disposizioni per la difesa della razza nella scuola italiana;
Udito il Consiglio dei Ministri;
Sulla proposta del Nostro Ministro Segretario di Stato per l'educazione nazionale, di concerto con quello per le finanze;
Abbiamo decretato e decretiamo;

  • Art. 1. All'ufficio di insegnante nelle scuole statali o parastatali di qualsiasi ordine e grado e nelle scuole non governative, ai cui studi sia riconosciuto effetto legale, non potranno essere ammesse persone di razza ebraica, anche se siano state comprese in graduatorie di concorso anteriormente al presente decreto; nè potranno essere ammesse all'assistentato universitario, nè al conseguimento dell'abilitazione alla libera docenza.
  • Art. 2. Alle scuole di qualsiasi ordine e grado, ai cui studi sia riconosciuto effetto legale, non potranno essere iscritti alunni di razza ebraica.
  • Art. 3. A datare dal 16 ottobre 1938-XVI tutti gli insegnanti di razza ebraica che appartengano ai ruoli per le scuole di cui al precedente art. 1, saranno sospesi dal servizio; sono a tal fine equiparati al personale insegnante i presidi e direttori delle scuole anzidette, gli aiuti e assistenti universitari, il personale di vigilanza delle scuole elementari. Analogamente i liberi docenti di razza ebraica saranno sospesi dall'esercizio della libera docenza.
  • Art. 4. I membri di razza ebraica delle Accademie, degli Istituti e delle Associazioni di scienze, lettere ed arti, cesseranno di far parte delle dette istituzioni a datare dal 16 ottobre 1938-XVI.
  • Art. 5. In deroga al precedente art. 2 potranno in via transitoria essere ammessi a proseguire gli studi universitari studenti di razza ebraica, già iscritti a istituti di istruzione superiore nei passati anni accademici.
  • Art. 6. Agli effetti del presente decreto-legge è considerato di razza ebraica colui che è nato da genitori entrambi di razza ebraica, anche se egli professi religione diversa da quella ebraica.
  • Art. 7. Il presente decreto-legge, che entrerà in vigore alla data della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del Regno, sarà presentato al Parlamento per la sua conversione in legge. Il Ministro per l'educazione nazionale è autorizzato a presentare il relativo disegno di legge.

 

Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sia inserto nella raccolta delle leggi e dei decreti del Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a San Rossore, addì 5 settembre 1938 - Anno XVI Vittorio Emanuele Mussolini, Bottai, Di Revel

 

Per non dimenticare

Permalink

24.01.07

Permalink 20:49:56, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Ecco come si doveva fare..

...la verifica della 3^D sulla classificazione dei conti, l'analisi delle variazioni e la ricostruzione delle operazioni di gestione partendo dai conti di mastro.

Ecco il problema 271KB

 e questa è la soluzione 236KB

Un felice raglio dal prof;-)

Permalink

19.01.07

Permalink 21:05:09, Categorie: Teacher's Help  

Insegnare con le mappe concettuali

La crisi della settima puntata del corso, forse, e sottolineo forse, sta per essere lentamente superata.

La prova è la tabella che vi propongo che evidenzia:

Modelli TRADIZIONALI per la formazione degli insegnanti in relazione ai cinque elementi*

(Mutatis mutandis la tabella potrebbe essere applicata anche alla situazione italiana).

style="BORDER-RIGHT: windowtext 1pt solid; PADDING-RIGHT: 5.4pt; BORDER-TOP: #ece9d8; PADDING-LEFT: 5.4pt; PADDING-BOTTOM: 0cm; BORDER-LEFT: #ece9d8; WIDTH: 54pt; PADDING-TOP: 0cm; BORDER-BOTTOM: windowtext 1pt solid; BACKGROUND-COLOR: transparent; mso-border-alt: solid windowtext .5pt; mso-border-left-alt: solid windowtext .5pt; mso-border-top-alt: solid windowtext .5pt" valign="top" width="72">

Importanza dell’uso di tecniche che permettano l’apprendimento di grandi quantità di materiale

Studente

Insegnante

Curricolo

Contesto

Valutazione

Il compito è di acquisire informazioni (generalmente attraverso l’apprendimento meccanico)

Enfatizzazione della gestione e del controllo della classe

Fisso, centrato sul manuale

L’istruzione scolastica funziona bene.

 Devono essere fatti solo dei piccoli miglioramenti

La valutazione avviene mediante test “oggettivi”

Pianificazione della lezione centrata sulla disciplina, e non sulle conoscenze precedenti dello studente

Punto di vista secondo cui sono gli insegnanti a determinare l’apprendimento

Gli studenti devono fare ciò che viene detto loro

Un numero frequente di verifiche facilita gli studenti nel raggiungimento degli obiettivi del corso

Fallimenti considerati come mancanza di doti o di motivazione

Strategie motivazionali che enfatizzano l’utilizzo di premi e punizioni

Visione della conoscenza come verità che deve essere appresa (memorizzazione)

Il curricolo scolastico è generalmente OK, ma vanno valorizzati di più gli “elementi di base”

I punteggi ottenuti nei test standardizzati sono un buon metodo di valutazione dei risultati

L’uso di test “oggettivi” sostiene il punto di vista secondo cui lo studente sarebbe un “recipiente vuoto” da riempire di informazioni

L’insegnante dovrebbe essere una figura carismatica

Scarsa pianificazione e scarsa attenzione ai bisogni dello studente

Gli insegnanti dovrebbero ottengono essere gratificati dai punteggi che i loro studenti ottengono nei test standardizzati

Non vale la pena utilizzare metodi valutativi che richiedono troppo tempo (es. relazioni di lavori di gruppo)

L’insegnamento di gruppo conferma l’idea che il fallimento sia dovuto a mancanza di doti personali

I sussidi audiovisivi o i computer sono distributori di informazioni piuttosto che strumenti di sostegno per la creazione di significato

La materia insegnata e la valutazione devono essere in stretta correlazione fra loro

Gli anni di lavoro e i crediti/titoli accademici ottenuti all’università sono alla base dei calcoli dei livelli salariali

I test “strutturati” (serie di domande che “coprono” vari argomenti) sono strumento di valutazione primario per gli insegnanti, assieme ai test già pronti forniti dalle case editrici

Premi e punizioni sono le principali fonti di motivazione dell’apprendimento

Importanza delle lezioni e della valutazione delle abilità di scrittura

La scuola, lo stato o gli esami universitari stabiliscono i criteri di ciò che deve essere studiato

La teoria educativa e la ricerca hanno poco valore per gli insegnanti o per chi pianifica i programmi

Per arrivare alla comprensione dei fatti, per prima cosa è necessario memorizzarli; i test sono finalizzati alla verifica di tale memorizzazione

 

Interesse minimo, da parte degli insegnanti, per lo sviluppo del curricolo

 

 

 

* Questi cinque elementi sono la rielaborazione di Novak dei “luoghi comuni” di Schwab (1973): 1. studente; 2. insegnante; 3. materia di studio; 4. contesto. Novak ha aggiunto come quinto elemento la valutazione, poiché gioca un ruolo fondamentale di controllo in ambito scolastico (J. Novak "L'apprendimento significativo)

With a little help of your friend....

Comunque la pensiate sui modelli tradizionali per la formazione degli insegnanti, potete lasciare un commento.

In ogni caso un felice raglio dal prof;-)

Permalink

18.01.07

Permalink 22:04:00, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

La vita è tutta un quiz...

... e allora, miei prodi della 3^D,  provate a fare questo quiz sulla classificazione dei conti.

Fate clic su ClassQuiz

Inserite Cognome e Nome e partite.

Sicuramente sarà un successo

Un felice raglio dal prof;-)

Permalink

17.01.07

Permalink 20:25:53, Categorie: Lezioni di Economia Aziendale  

Simulazione per la 3^D

Potete scaricarvi la simulazione della verifica della prossima settimana 140KB

Buon esercizio e buon studio dalla Albez Edutainment Production

Permalink

16.01.07

Permalink 21:26:24, Categorie: Teacher's Help  

Insegnare con le mappe concettuali

La crisi delle settima puntata del corso "Insegnare con le mappe concettuali" sta continuando alla grande.

E tuttavia, la parola d'ordine è resistere e andare avanti a tutti i costi, utilizzando qualunque mezzo di fortuna, sull'esempio del sottomarino del film "Operazione sottoveste" di Blake Edwards.

In questo momento il mezzo di fortuna è una mappa concettuale sui requisiti necessari per il pensiero creativo (by J. Novak), e ve la vendo così com'è:

With a little help of your friend....

Comunque la pensiate sulla creatività e sul film "Operazione sottoveste", potete lasciare un commento.

In ogni caso un felice raglio dal prof;-)

 

Permalink

13.01.07

Permalink 12:49:09, Categorie: NoNews e dintorni  

....di doman non v'è certezza...

Avendo previsto con la Legge di bilancio l'autonomia finanziaria delle scuole, alle quali sono destinati circa 3 miliardi di euro, c'è necessità di applicare alle istituzioni scolastiche lo stesso regime delle Fondazioni dal punto di vista fiscale e delle donazioni, per consentire le stesse agevolazioni di incentivi delle Fondazioni e per destinare nuove risorse all'innovazione didattica e al miglioramento del patrimonio edilizio.

Il Consiglio d'Istituto avrà la facoltà di nominare al proprio interno un comitato esecutivo che affiancherà il dirigente scolastico nella gestione dei fondi, con la possibilità di prevedere da parte della scuola la presenza di rappresentanti delle autonomie locali, del mondo dell'impresa e del terzo settore.

La proposta prevede anche l'istituzione dell'area tecnico-professionale nelle scuole superiori di secondo grado e il riordino degli istituti tecnici e degli istituti professionali; un albo nazionale per le qualifiche professionali triennali; l'istituzione di un polo tecnico-professionale (almeno uno per provincia) che comprenda istituto tecnico, istituto professionale, percorsi triennali e alta qualificazione tecnico-professionale di tipo non universitario.

.....chi vuol esser lieto sia!

Hihaaahihaaaahihaaaaa!

Permalink

10.01.07

Permalink 11:31:18, Categorie: NoNews e dintorni  

Social interactions in high school ovvero l'importanza di avere dei buoni compagni di classe

Avere dei buoni compagni di classe agevola l'apprendimento e stimola la prosecuzione degli studi degli studenti della secondaria superiore?

Sembra di sì, secondo lo studio di Piero Cipollone e Alfonso Rosolia (Banca d'Italia) che ha come obiettivo di valutare se esistono e in che misura incidono gli effetti di interazione sociale nelle scelte relative al grado di istruzione.

Se volete leggervi la sintesi 19KB

oppure l'intero documento (in inglese) 1,69MB

E per quelle classi in cui non ci sono "buoni compagni di classe"? 

Comunque la pensiate sull'effetto dei "buoni compagni di classe" e sull'equità sociale nella scuola secondaria superiore potete lasciare un commento.

In ogni caso un felice raglio dal prof;-)

Permalink

07.01.07

Permalink 20:37:18, Categorie: Teacher's Help  

Insegnare con le mappe concettuali

Puntuale come un orologio svizzero è arrivata la crisi della settima puntata.

Non so proprio come andrà a finire, ma intanto beccatevi questa mappa sulle due forme di acquisizione dei concetti e le loro relazioni con l'esperienza e la struttura cognitiva [J. Novak "L'apprendimento significativo]

With a little help of your friend......

Comunque la pensiate sulle forme di acquisizione di concetti e sulle mappe concettuali potete lasciare un commento.

In ogni caso un felice raglio dal prof;-)

Permalink

01.01.07

Gennaio 2007
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
<<  <   >  >>
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Il raglio del prof

Piccole storie da dentro e fuori la scuola, fattispecie di lezioni e poi ragli, sempre ragli, fortissimamente ragli!

Cerca

Altro

Syndicate questo blog

XML Che cos'è?

powered by
b2evolution