Ritorna alla homepage

Archivi per: Aprile 2008

29.04.08

Permalink 16:34:19, Categorie: Corpo Umano  

Il sangue

Oggi vi presento un Powerpoint, creato da me, sul sangue e i suoi gruppi sanguigni.

sangue

Per scaricarlo o per vederelo clicca sulla immagine qui sopra!

Permalink

28.04.08

Permalink 21:38:24, Categorie: Laboratori e altro  

Primo Maggio

primo maggio

La Festa dei Lavoratori: la storia, il significato, le iniziative, i problemi da risolvere.

1° Maggio: Festa del Lavoro.
Nel calendario cattolico: Festa di San Giuseppe Artigiano (falegname, lavoratore).

In ogni caso la Festa di chi lavora: una Festa molto significativa, visto che il lavoro è, per la maggioranza delle persone, ciò che riempie la vita, ciò che le dà significato, ciò che permette il sostentamento (cioè di guadagnare - almeno - il necessario per vivere).

Per cercare e trovare un lavoro si fa di tutto, molte volte: ci si sposta, si emigra, si cambia città, nazione e vita.
Chi non riesce a trovarlo (o lo trova provvisorio e incerto) vive con gravi difficoltà, non riesce a costruire un futuro per sè, per la propria famiglia, per i propri figli: ed è spesso costretto a vivere miseramente.

Ma anche chi ha un lavoro non sempre ne è soddisfatto: perché molti lavori, anche se duri e impegnativi, non sono riconosciuti nè a livello sociale, nè a livello di retribuzione adeguata (cioè di paga).
C’è chi guadagna milioni di euro per fare una partita di calcio alla domenica; c’è chi lavora una vita intera nelle fonderie, negli ospedali, nelle miniere, nelle fabbriche, arrivando a guadagnare solo il minimo o il necessario per vivere.

Non tutti i lavoratori sono ancora uguali, perché non tutti i lavori vengono valutati e riconosciuti allo stesso modo (anche in termini di stipendio):
le ingiustizie sociali e retributive esistono tuttora, anche nella nostra società così moderna ed evoluta.

Per questo il Primo Maggio ha ancora un grande significato per la maggioranza dei lavoratori che, nonostante i miglioramenti sociali, vivono quotidianamente sulla loro pelle (bianca, nera, o gialla che sia) molte ingiustizie e disparità.

da lagirandola.it

Naviga e scopri
••••••••••••••••••••••••

Siti di approfondimento
Primo Maggio
Programmi e iniziative per La Festa del Lavoro
Vaticano
San Giuseppe Artigiano (Omelia di Paolo VI, del 1° maggio 1968)
Wikipedia
La Festa dei Lavoratori
CGIL
Lo Statuto dei Lavoratori
Recsando
Storia e significato di questa Festa
Struggle
Le origini anarchiche del Primo Maggio
Ossimoro
Un articolo di Enzo Biagi: Farfalla d’amore
CGIL
Storia del Primo Maggio
Rassegna
La nostra Festa
Linea Rossa
Primo Maggio, proletari e lotta di classe
Alla ricerca del lavoro
Bollettino Lavoro
CercaLavoro
CercaLavoroInfo
Oasi Lavoro
SpazioDonna
Intrage
ItaliaGov
Monster
InformaGiovani

/div>
Permalink

25.04.08

Permalink 10:29:06, Categorie: Europa senza confini  

Il regno unito

Clicca sul Buckingham Palace per scaricare il pdf sul Regno Unito
Permalink
Permalink 10:22:00, Categorie: Laboratori e altro  

CARTONIADI 2008

La nostra Scuola parteciperà dal 1 al 31 maggio a "Cartoniadi 2008". Una gara che coinvolgerà 250000 cittadini e che consiste nel raccogliere in maniera differenziata più carta, cartone e cartoncino.
PARTECIPA ANCHE TU!!!!!!!!

Per saperne di più...
File: locandina_cartoniadi_100x70.pdf (523,07 Kb)

Permalink

24.04.08

Permalink 17:46:13, Categorie: Bomarzo - Viterbo  

Foto gita Viterbo-Bomarzo-Villa Lante

Ecco le foto della nostra gita!!!!!!

Per chi volesse scaricare il video basta cliccare sul pulsante qui sotto:

Permalink

23.04.08

Permalink 19:55:50, Categorie: Europa senza confini  

Benelux

CLICCA SULLA IMMAGINE PER IL POWERPOINT SUL BENELUX

BENELUX

Permalink

19.04.08

Permalink 11:45:22, Categorie: Gita, Bomarzo - Viterbo  

Il parco dei mostri di Bomarzo

Originale esempio di giardino barocco, il parco fu ideato e fatto costruire da Vicino Orsini dopo la metà del Cinquecento e fu concepito come luogo di passeggio e di meditazione. È costituito da una serie di terrazze digradanti verso il fondovalle dove, entro una vegetazione assai rigogliosa, sono scolpiti nella roccia gigantesche figure di animali reali e immaginari, di colossi favolosi e grotteschi. Eccone una descrizione particolareggiata tratta dalla Guida Rossa Lazio del Touring Club Italiano.


Il Parco dei Mostri o Bosco Sacro, complesso monumentale di notevole suggestione, unico nel suo genere, situato sulle pendici di un anfiteatro naturale, si compone di una serie di terrazze digradanti verso il fondovalle dove, entro una vegetazione rigogliosa, sono scolpiti, direttamente nei massi di peperino di cui è cosparso il terreno, gigantesche figure di animali mostruosi e fantastici, di colossi favolosi e grotteschi; poco chiari sono la destinazione e il significato delle raffigurazioni. È bizzarra testimonianza di un gusto del fantastico e dell’orrido che dovette avere una certa diffusione con il declino del Rinascimento e che qualcuno ha voluto accostare alle singolari raffigurazioni, peraltro di epoca assai più tarda, della Villa Palagonia di Baghería (Palermo). Scarse notizie certe si possiedono su di esso: fu ideato e fatto costruire da Vicino Orsini, singolare personalità di uomo d’armi e letterato, presumibilmente dal 1552 fin oltre il 1580. Numerose iscrizioni che accompagnano il visitatore e i sedili disposti lungo l’itinerario ne fanno un luogo di passeggio e di meditazione. Praticamente dimenticato per secoli e sommerso dalla vegetazione, è stato rivalorizzato solo in questo dopoguerra. La recente sistemazione che ha comportato lo sfoltimento della vegetazione originaria, il trapianto di specie arboree del tutto estranee, la recinzione di alcune sculture e altri arbitrari interventi hanno tolto al singolare complesso molto del suo fascino.

Dal fondovalle risalendo il pendio si incontrano dapprima due “Sfingi” emblematiche, sul basamento di una delle quali un’iscrizione introduce a questo regno incantato: “Tu ch’entri qua pon mente / parte a parte / e dimmi poi se tante / maraviglie / sien fatte per inganno / o pur per arte”. Segue l’impressionante gruppo del Gigante che lacera le membra di un avversario, quindi, presso una cascatella, un’enorme Tartaruga sul cui dorso poggia una figurina femminile ammantata, accanto alla quale sorge dal terreno una testa di Mostro infernale. Accanto, una sorprendente fontana, fortemente obliqua, sormontata da un Pegaso alato e, ancora appresso, un Ninfeo con sedili e una Fontana con pistrici.

A monte, il grande Ninfeo a emiciclo preceduto da una gradinata e, poco più avanti, la singolarissima casetta pendente, penetrando nel cui interno si provano sensazioni di capogiro e di smarrimento del senso dell’equilibrio.

Segue uno spiazzo o Platea dei vasi dove sono sparsi alcuni degli episodi plastici più singolari del parco: il cosiddetto Nettuno o personificazione di fiume, di fronte al quale, sul lato opposto, una grandiosa Figura femminile col capo coronato da un elegante vaso, forse Anfitrite o Cerere. Presso il Nettuno sbuca dalla roccia l’orrida testa di un Mostro marino con le fauci spalancate. Poco verso la valle, una gigantesca figura di Ninfa dormiente; a monte, un pauroso Drago, che fa pensare a prototipi orientali, assalito da un leone e da un cane, e, più avanti, l’Elefante da battaglia, con la torretta, che afferra con la proboscide un guerriero. Più sopra, al sommo di una breve gradinata, l’Orco, enorme mascherone dalla bocca spalancata nel cui interno è scavato un vano con bancali e tavolo di pietra.

Risalendo il declivio, un gigantesco vaso (alto 6,50 metri) finemente decorato e un sedile di pietra a nicchia, nel cui fondo un’iscrizione espone in versi quanto offre al visitatore il sacro Bosco: “Voi che pel mondo gite errando, vaghi / di vedere maraviglie alte e stupende / venite qua, dove son faccie horrende, / elefanti, leoni, orsi, orchi et draghi”. A livello intermedio tra la platea dei vasi e il ripiano superiore dove sorge il tempietto è uno spazio pianeggiante detto lo Xisto delimitato sui lati lunghi da file di pigne e ghiande decorative e, nel fondo, da Orsi araldici, oltre i quali è una piazzuola che si affaccia verso il fondovalle dove sono due colossali Sirene, una alata e una bicaudata, i cui terminali fungono da sedile, e, tra di esse, due Leoni.

Nella parte più alta, al vertice del percorso, sorge il Tempietto, elegantissimo edificio “in antis”, tetrastilo, innestato su un corpo ottagonale con cupoletta, che fonti contemporanee dicono dedicato da Vicino Orsini a sua moglie Giulia Farnese, premortagli. Verso il fondovalle, in fondo ad un viale fiancheggiato da canefore, appare una spaventosa maschera demoniaca, con la bocca spalancata sormontata da un globo con un castello araldico.

Permalink

17.04.08

Permalink 14:47:18, Categorie: Laboratori e altro  


Domani andremo in gita a Viterbo e a Bomarzo (al più presto verranno publicate infomazioni su Viterbo Bomarzo ecc..) ecco qui di seguito il programma della nostra uscita:


PROGRAMMA

Ore 6.15 - Partenza da Lanciano Piazzale San Pietro

Ore 9.00 - Sosta in autogrill

Ore 10.15 - Arrivo a Bomarzo e Visita al Parco

Ore 12.00 - Sosta per colazione al sacco

Ore 13.15 - Partenza per Bagnaia

Ore 14.00 _ 14.45 - Visita ai Giardini di Villa Lante

Ore 14.45 - Partenza per Viterbo

Ore 15.30 _ 17.00 - Incontro con la guida e visita della città (centro storico: quartiere San pellegrino - Palazzo dei Papi)

Ore 17.30 - Partenza per Lanciano

Ore 21.30 - Arrivo a Lanciano Piazzale San Pietro

Permalink
Permalink 14:26:51, Categorie: Laboratori e altro  

Petite histoire du Canada

La français est la deuxième langue la plus répandue au Canada après l'anglais. Jacques Cartier arrive au Canada en 1534. En 1608, Champlain fonde Québec, ville et province canadienne. En 1763, par le traité de Paris, l'ensemble du Canada devient Anglais.

Le symbole du Canada est la feuille d'érable, qui sert à la production de bois, de papier et d'un délicieux sirop.

Testo tradotto da babelfish.altavista.com
Il francese è la seconda lingua più diffusa in Canada dopo l'inglese. Jacques Cartier arriva al Canada in 1534. in 1608, Champlain fonda Québec, città e provincia canadese. In 1763, con il trattato di Parigi, tutto il Canada diventa inglese. Il simbolo del Canada è lo strato d'acero, che serve alla produzione di legno, di carta e di uno sciroppo delizioso.

Permalink

15.04.08

Permalink 23:14:53, Categorie: Blog  

Animali

PER CHI E’ INTERESSATO AGLI INTINERARI DI SCIENZE E AGLI ANIMALI VERTEBRATI E INVERTEVRATI SCARICHI QUESTO POWERPOINT:

(estrarre i file dalla cartella compressa)

Permalink
Permalink 23:13:34, Categorie: Europa senza confini  

Paesi Bassi

CLICCA SULLA IMMAGINE PER SCARICARE IL PDF SUI PAESI BASSI

tulipani

Permalink
Permalink 23:12:24, Categorie: Europa senza confini  

Lussemburgo

Clicca sulla cartina qui sotto per vedere il pdf sul Lussemburgo

Lussemburgo

Permalink

11.04.08

Permalink 18:31:35, Categorie: Corpo Umano  

Apparato circolatorio

apparato circolatorio

CLICCA SULLA IMMAGINE PER VEDERE IL POWERPOINT SULL’APPARATO CIRCOLATORIO

Permalink

10.04.08

Permalink 16:20:19, Categorie: Corpo Umano  

Apparato Respiratorio

apparato respiratorio

CLICCA SULLA IMMAGINE PER SCARICARE IL POWERPOINT SULL’APPARATO RESPIRATORIO

Permalink

Aprile 2008
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
<<  <   >  >>
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        

Cerca

Altro

Syndicate questo blog

XML Che cos'?

powered by
b2evolution