Ritorna alla homepage

Archivi per: Maggio 2012

29.05.12

Permalink 16:44:50, Categorie: Passa Libri, Piccole recensioni crescono  

La casa della civetta e altri racconti, da Mavi

 

TITOLO: La casa della civetta e altri racconti

AUTORE: Tonino Oppes

CASA EDITRICE: Condaghes

 

Il libro che ho letto è composto da molte storie; la storia che mi è piaciuta di più è stata: - La casa della civetta - ; un racconto che parla di una civetta di Banari molto temuta dagli uomini perchè si pensava che la civetta portasse la morte.

La civetta abitava nella casa di Sa Tonca (nome sardo dell'uccello), ma si sentiva sola, finchè vide altre civette che erano in una dimora che aveva costruito un uomo per loro.

La civetta fece amicizia con queste civette e non si sentì più sola e fu amata e rispettata perchè nessuno aveva più paura di lei.

Questo racconto mi è piaciuto perchè è molto bello.

 

Mavi insieme a m.stra Daniela,

quinta di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink
Permalink 16:36:20, Categorie: Passa Libri, Piccole recensioni crescono  

Matilde vuole cantare, da Alessandra

 

 

TITOLO: Matilde vuole cantare

AUTORE: Maria Vago

CASA EDITRICE: Piemme Junior

 

Questo libro parla di Matilde, una pecora che sogna di diventare una cantante famosa. Ma nel conservatorio, davanti ai professori, fa una vera figuraccia.

Lei non si arrende e decide di esibirsi in piazza.

In questo modo Matilde ha dimostrato che non bisogna mai arrendersi al primo tentativo.

 

Alessandra insieme a m.stra Daniela,

quinta di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink
Permalink 16:26:40, Categorie: Passa Libri, Piccole recensioni crescono  

Gli occhi del barbagianni, da Marco G.

 

 

TITOLO: Gli occhi del barbagianni

AUTORE: Alberto Melis

CASA EDITRICE: Condaghes

 

Un ragazzino zingaro di 12 anni, di nome Arif, non voleva nè leggere nè scrivere fino a quando un giorno, di notte, con una sola stella in cielo apparve una porta nel fumo di fuoco.

Avvolti dal fumo, irrompono una principessa ribelle di nome Bianca, un prete grande e grosso di nome Isidoro e un re chiamato Asdrubaldo il Grigio, che era un tiranno, con i suoi cento soldati.

Ma lì su un bellissimo albero di fico c'era un barbagianni dagli occhi vecchi vecchissimi di diverso colore (uno nero e uno azzurro) che era in allerta su tutto ciò che succedeva e che stava succedendo.

Il libro mi è piaciuto perchè era emozionante.

 

Marco G. insieme a m.stra Daniela,

quinta di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink

28.05.12

Permalink 15:11:28, Categorie: Passa Libri, Piccole recensioni crescono  

Una notte sui tetti, da Antonella

 

TITOLO: Una notte sui tetti

AUTORE: Joan Armangué

CASA EDITRICE: Condaghes

 

 

Il libro si intitola La notte sui tetti e parla di nonna Mercede, una signora molto vecchia che sta per morire; viene allora chiamato il medico per visitarla.

 Mercede ha un nipote che vuole farla divertire perchè sa che la nonna deve partire per un lungo viaggio.

Il libro è molto bello e facile da leggere.

 

Antonella insieme a m.stra Daniela,

quinta di Caniga

>PROGETTO BIBLIOTECA

 

Permalink
Permalink 15:01:27, Categorie: Passa Libri, Piccole recensioni crescono  

Gli occhi del barbagianni, da Alessandro B.

 

 

TITOLO: Gli occhi del barbagianni

AUTORE: Alberto Melis

CASA EDITRICE: Condaghes

 

Un ragazzo zingaro di 12 anni, di nome Arif, non vuole leggere nè scrivere sino a quando, in una notte con una sola stella in cielo, non appare una porta e tra le fiamme, avvolti dal fumo, irrompono una principessa ribelle, un frate grande e grasso, un re e cento soldati.

Meno male che il vecchio barbagianni è all'erta sull'albero di fico.

Vi consiglio di leggere questa storia emozionante.

 

Alessandro B. insieme a m.stra Daniela,

quinta di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink
Permalink 15:00:16, Categorie: Passa Libri, Piccole recensioni crescono  

Maya, Aztechi, Inca, da Luca

 

 

Il libro che ho letto parla di tre civiltà: Maya, Aztechi e Inca.

Gli Aztechi furono una popolazione che si stanziò nell' America Centrale intorno al 1235 d.C.; fondarono un grande impero con capitale Tenochtitlàn.

I Maya furono la più grande civiltà di tutta l'America e costruirono templi in tutte le loro città. Ognuna di queste città aveva una piazza centrale nella quale ci si poteva incontrare e dove vi erano dei mercati.

La civiltà incaica nacque in territori accidentati e non adatti alla nascita di una civiltà. Nonostante le asperità del terreno, gli Inca riuscirono a fondare un grande impero.

Gli Incaici veneravano gli spiriti e gli dei.

Questo libro mi è piaciuto perchè spiega molti aspetti della vita dei popoli centro Americani.

 

Luca T. insieme a m.stra Daniela,

classe quinta - Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink
Permalink 13:10:36, Categorie: Passa Libri, Invito alla lettura  

Piedilestu e Mustaccina, da Maira

 

 

Un giorno due gatti di nome Piedilestu e Mustaccina trovarono due sacchi in una soffitta. La gattina, per sbaglio, mangiò una mandorla con il guscio e Piedilestu, preoccupato, chiese aiuto al contadino, al fabbro, poi alle mucche, al prato, al fiume e alla fine, stanco e in pensiero per Mustaccina, chiese aiuto a Dio. Ma per la gattina era troppo tardi. Nel frattempo che Piedilestu cercava il modo per salvarla, lei morì soffocata.

Da quel giorno nel paese iniziarono brutti avvenimenti.

Il paese scomparve: Il paese degli ingrati.

 

Maira insieme a m.stra Daniela

quinta di caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

 

Permalink

27.05.12

Permalink 18:40:53, Categorie: di posti e di vacanze  

In quel di...

 

E' sorprendente questo paesino in provincia di Oristano.

Percorrere le sue vie è come ritrovare una eco di un passato a cui non siamo più abituati, e tutto per le pitture murali che ne impreziosiscono  le strade.

 

 

Un altro dipinto è dedicato a due Donne Sarde

 

 

 

Bella Sardegna

 

 

Permalink
Permalink 18:30:56, Categorie: di posti e di vacanze  

Una tazzina di caffè

 

In Putifigari il caffè è di benvenuto

 

 

 

 Vi piace la scultura di pietra?

 

 

Permalink

26.05.12

Permalink 09:19:04, Categorie: Uscite didattiche  

"Ad signa milites" , dalla classe quinta

 

 

I bambini e le bambine insieme a m.stra Silvana

Permalink
Permalink 08:29:12, Categorie: Fiabe  

La scimmietta curiosa, da Martina C.

 

La scimmietta curiosa

 

     Tanto tempo fa in un paesino viveva una scimmietta di nome Lola, proprio curiosa, tanto simpatica e coraggiosa .
 Tutti nel paese la conoscevano: il panettiere, le cassiere dei negozi, tutti i cani dei suoi amici, i gatti, i baristi, il proprietario dell’edicola, il falegname, il meccanico, l’allenatore…

 
Un giorno Lola andò molto presto dal panettiere per fargli una sorpresa, ma la sorpresa la ebbe lei, quando sentì dire al panettiere:

 
<< Oggi ci sarà una festa per i cuccioli del paese, così potrò rapirli, per poi venderli altrove e guadagnare tanto denaro. E poi so che c’è una scimmietta rarissima che vale oro. Lei sarà la prima che catturerò e, quando tutti i suoi amici animali verranno a salvarla, cadranno nella trappola che ho già posizionato davanti alla porta d’ingresso!>>
 
La scimmietta rimase scioccata e andò ad avvertire gli amici, ma nessuno la ascoltò: erano tutti impegnati a prepararsi per la <<terribile>> festa.
 
Lola disse tra sé e sé:

<<Oh, povera me o poveri i miei amici! Quando il gallo canterà per le sei, tutti i miei amici saranno già nella trappola, oh, che disastro, mamma mia!>>

 Poi si disse di nuovo:
<<Ehi, il gallo Abelardo, però, non va alla festa, deve cantare, quindi posso dire a lui ciò che accadrà, sìììììììì! >>
Di corsa Lola andò da Abelardo che decise di mandare un messaggio a tutti dicendo:
<<Animali di Cucciolandia, non muovetevi di casa e non andate a nessuna festa e, invece, venite qui da me! >>
Tutti andarono lì dal gallo  e Lola disse:
<<Cari amici animali, vi abbiamo riunito per dirvi … >>
E Lola spiegò tutto.
Gli animali decisero di attaccare il panettiere, lo trovarono fuori dal panificio, lo spinsero nella trappola, lo acciuffarono e lo fecero arrestare.
 

Così gli animali e Lola vissero per sempre felici e contenti.

 
Martina C. insieme a m.stra Renata,
classe quarta,
plesso Fabrizio De Andrè

Permalink
Permalink 08:11:56, Categorie: Fiabe  

Il leoncino Drik, da Martina C.

 
Il leoncino Drik

 

Un tempo, nella foresta, viveva un leoncino di nome Drik, molto gentile ed educato .

 

 

Al confine sorgeva un castello, dove abitava un principe, che voleva il leoncino, perché una principessa gli aveva messo al collo un collare di cristalli e smeraldi preziosissimi, che lui voleva a tutti i costi.

 
Una domenica il principe decise, una volta per tutte, di catturare Drik.

Fece scavare una fossa, che doveva essere una trappola, davanti alla sua tana e la ricoprì di foglie.

 

Una gazzella, però, lo vide e andò ad avvertire il leoncino, dicendogli:

 

 - Drik ,Drik , non puoi entrare più nella tua tana! Il principe ha posizionato una trappola davanti e, se cadrai, ruberà il tuo collare!

 

- Oh, no! Adesso se ne pentirà, perché io sono un leone e lui un uomo! 

 

Così Drik, quando se lo trovò davanti, ruggì così forte che il principe indietreggiò e cadde nella trappola.

La gazzella gli buttò le foglie addosso e lo portarono via e vissero tutti per sempre felici e contenti.

 

Martina C. insieme a m.stra Renata,

classe quarta A,

plesso Fabrizio De Andrè

Permalink

25.05.12

Permalink 10:51:34, Categorie: Oggetti matematici  

Un problema sui triangoli

 

Il testo di questo problema mi è stato suggerito dal professor Tore Sini e lo ringrazio per questo.

L'ho proposto in classe e di seguito potete visionare il filmatino

 

 

I bambini e le bambine,

quarta di Caniga

Permalink

23.05.12

Permalink 19:15:11, Categorie: Passa Libri, Piccole recensioni crescono  

Il maiale di Sant' Antonio, da Lisa C.

 

AUTORE: Antonangelo Liori

CASA EDITRICE: Condaghes

 

Il libro che ho preso è composto da tante storie.

Io ho scelto questa perchè mi sembrava la più interessante.

Il maiale di sant' Antonio

In tempi antichi era usanza regalare il maiale migliore al prete per la festa di Sant'Antonio.

Il porcaro Giuseppe decise di non donare il suo maiale migliore perchè per una pestilenza erano morti molti maiali e pensava che tenendoselo sarebbe riuscito a venderlo a buon prezzo.

Quando arrivò il prete per prendere il maiale, Giuseppe gli diede un maiale qualsiasi e si tenne quello bello e grasso.

Il giorno della festa, il porcaro andò in paese a festeggiare con la sua famiglia, ma la rientro a casa trovò il maiale grasso ucciso dalla peste, che invece aveva risparmiato gli altri maiali; si fece il segno della croce e capì che Santo Antonio era venuto a prendersi il maiale.

Da quel giorno Giuseppe non imbrogliò più nè uomini, nè santi e visse sempre felice e contento.

 

 

Lisa C. insieme a m.stra Daniela,

quinta di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink
Permalink 19:07:40, Categorie: Passa Libri, Piccole recensioni crescono  

Lo scheletro francese, da Marco D.

 

TITOLO: Lo scheletro francese

AUTORE/I: Classe 3A- Scuola media N°3 di Alghero, Antoni Arca

CASA EDITRICE: Condaghes, 2 000

 

Un emozionante giallo che parla di alcune ragazze andate per un po' di tempo in Francia dove trovano un cadavere con dei gioielli, forse rubati, e da lì iniziano a indagare.

Il libro mi è piaciuto perchè adoro i misteri.

 

 

Marco D. insieme a m.stra Daniela,

quinta di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink

22.05.12

Permalink 15:25:58, Categorie: blog  

Calendario degli avvenimenti del mese di maggio 2012, dalla D.S., dott. Patrizia Mercuri

 
 
 Cari bambini del primo circolo di San Donato,
vi scrivo perché in questi giorni sono accaduti fatti importanti, alcuni gradevoli ed altri addirittura spaventosi.

 

Iniziamo dagli avvenimenti piacevoli.
 
Il giorno 12 maggio si è tenuta la manifestazione di intitolazione del plesso di Santa Maria al grande cantautore genovese Fabrizio de Andrè, uomo dal pensiero libero e privo di ipocrisie che ha scritto meravigliose canzoni e ballate che hanno accompagnato la crescita culturale dei vostri genitori, dei vostri insegnanti e persino del sindaco Gianfranco Ganau, che tanto ha apprezzato la serata.

 

Gli insegnamenti dell’uomo De Andrè sono ancora validi per la profondità delle sue visioni e l’attualità di ciò che egli ha cantato.
Vi invio la lettera che sua moglie, Dori Ghezzi, ha donato alla nostra scuola affinchè venisse pubblicamente letta il giorno della manifestazione.
 

 
 
Il giorno 18 maggio i bambini della classe 5^ A di Caniga hanno vinto il primo premio nel rally di matematica. Ero presente alla manifestazione e ho gioito per loro e con loro. Anche le mamme erano visibilmente commosse e qualcuna ha persino pianto!!! Che onore per la nostra scuola e che brava la maestra Teresa Nughedu! COMPLIMENTI RAGAZZI, spero che la passione per lo studio della matematica non vi abbandoni mai e che questa magnifica esperienza riemerga nella vostra memoria ogniqualvolta una prova di matematica vi metterà a dura prova.

 

 

 
Il giorno 19 maggio è invece successo un fatto di inaudita brutalità e crudeltà. La giovane vita di Melissa, una sedicenne di Brindisi, è stata brutalmente spezzata da un essere privo di scrupoli e di umanità che, per ragioni ancora non note, ha preso la terribile decisione di far saltare in aria una bomba, consegnando alla morte Melissa e al dolore i suoi familiari e le sue compagne di scuola.

 

Che tristezza! Immagino che anche a casa vostra vi siano stati commenti e che anche a casa vostra qualche lacrimuccia sia comparsa negli occhi dei vostri familiari, perché tutti abbiamo vissuto la tragedia di Melissa come se questa giovane ragazza piena di vita fosse un po’ nostra figlia o nostra sorella.

 

Vi allego la lettera che il ministro della Pubblica Istruzione Profumo ha scritto agli studenti d’Italia, incoraggiandoli a non lasciarsi sopraffare dal dolore ma a reagire con orgoglio e a testa alta contro atti simili.

 

 
E sempre nella stessa giornata, ma nel pieno della notte, un violento terremoto ha sconquassato l’Emilia Romagna, distruggendo abitazioni, luoghi di grande interesse architettonico e vite umane.
 
Come vedete, nella vita di tutti i giorni fatti belli si susseguono a fatti tragici e dolorosi: quando capitano quest’ultimi l’importanza della solidarietà e del rispetto della legalità per la tutela dei diritti di tutti appare come una conseguenza inevitabile quanto necessaria.

 
Un abbraccio dalla vostra dirigente Patrizia Mercuri

 
 
 
 
 
 
 
 

Permalink

20.05.12

Permalink 08:46:52, Categorie: 150esimo Unità d'Italia  

Maggio sassarese: la Cavalcata della bellezza 2012

 

La Cavalcata compie quest'anno 63 anni.

Tanto tempo è passato dalla prima sfilata organizzata nel 1899 in onore della visita a Sassari del re Umbero I e della regina Margherita.

Insieme alla festa dei Candelieri, la Cavalcata rappresenta un appuntamento irrinunciabile per tutti/e i/le sassaresi/e in ciabi (e non solo, ovviamente).

La città si risveglia ai colori e ai suoni.

Bentrovata, Tradizione!

 

 

Se cliccate sull'immagine, troverete il collegamento a un sito sulla Cavalcata, curato da un webmaster   a noi noto.

 

Permalink

19.05.12

Permalink 19:11:20, Categorie: blog  

In ricordo di Melissa

Ciao, giovane angelo!

Una preghiera per te

e un pensiero di speranza per Veronica e per tutti i ragazzi coinvolti.

Non siete SOLI, siamo VICINI A VOI, alla scuola di Brindisi e a tutta la comunità.

Permalink

Ombre su Venere, un fumetto di Andrea S.

 

 

Questo meraviglioso fumetto è stato disegnato da un piccolo grande bambino-artista in erba, Andrea.

Sia il filmatino che il file PDF - che potete visualizzare cliccando sull'immagine che segue - non sono molto chiari nelle scritte, e mi dispiace; potete però apprezzare e ammirare i disegni del fumetto.

 

 

Andrea Serra, classe quarta - Caniga

Permalink
Permalink 09:58:28, Categorie: Passa Libri, Invito alla lettura  

Le glaciazioni, la vita sulla terra, da Andrea

 

 

Andrea insieme a m.stro Mario,

classe 1 A di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink

18.05.12

Permalink 14:41:49, Categorie: Attività  

Dal plastico alla pianta

 

Oggi in classe abbiamo portato delle scatole di medicinali per realizzare il plastico della nostra aula.

Queste scatole sono di diverse forme, perchè devono rappresentare i vari arredi contenuti nella classe.

Si procede chiamando alla cattedra i bambini per far posizionare gli arredi (le scatole) nel posto giusto dove sono in realtà.

Infine abbiamo disegnato il plastico dell'aula sul quaderno.

 

clicca sull'immagine per visionare un breve filmatino sul plastico realizzato

I bambini e le bambine insieme a m.stra Anna Maria,

classe seconda A di Caniga

Permalink
Permalink 09:53:33, Categorie: Passa Libri, Invito alla lettura  

Le avventure di un tamburino, da Rebecca

 

 

Rebecca insieme a m.stro Mario,

classe 1 A di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink
Permalink 09:50:14, Categorie: Passa Libri, Invito alla lettura  

La Bibbia per i ragazzi, da Gabriele

 

 

Gabriele insieme a m.stro Mario,

classe 1 A di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink
Permalink 09:38:10, Categorie: Passa Libri, Invito alla lettura  

Atlante storico, da Giorgio

 

 

Giorgio insieme a m.stro Mario,

classe 1 A di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink
Permalink 09:35:13, Categorie: Passa Libri, Invito alla lettura  

Gli uccelli della Sardegna, da Francesco

 

 

Francesco insieme a m.stro Mario,

classe 1 A di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink

17.05.12

Permalink 09:47:11, Categorie: Passa Libri, Invito alla lettura  

Pandi dottore e altre storie, da Syria

 

 

Syria insieme a m.stro Mario,

classe 1 A di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink
Permalink 09:44:12, Categorie: Passa Libri, Invito alla lettura  

SOS operazione coniglio, da Davide

 

 

Davide insieme a m.stro Mario,

classe 1 A di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink
Permalink 09:41:12, Categorie: Passa Libri, Invito alla lettura  

La vita di Gesù, da Daniele

 

 

Daniele insieme a m.stro Mario,

classe 1 A di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink

16.05.12

Permalink 09:32:06, Categorie: Passa Libri, Invito alla lettura  

Lo schiaccianoci, da Giulia

 

 

 

Giulia insieme a m.stro Mario,

classe 1 A di caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink
Permalink 09:29:07, Categorie: Passa Libri, Piccole recensioni crescono  

Gli animali della Sardegna, da Simone

 

 

 

Simone insieme a m.stro Mario,

classe 1 A di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink
Permalink 09:23:38, Categorie: Passa Libri, Piccole recensioni crescono  

Giulio coniglio in viaggio, da Marta

 

 

TITOLO: Giulio coniglio in viaggio con Ignazio

AUTORE: Nicoletta Costa

COLLANA: Le due lune a colori

 

Marta insieme a m.stro Mario,

classe prima A di Caniga

PROGETTO BIBLIOTECA

Permalink

13.05.12

Permalink 19:44:40, Categorie: Quadrilateri  

Mappa concettuale sui quadrilateri

 

 

I bambini e le bambine insieme a m.stra Maria Giovanna,

classe quarta - Caniga

Permalink
Permalink 19:44:15, Categorie: Quadrilateri  

Costruzione di quadrilateri

 

 

 

Le bambine e i bambini insieme a m.stra Maria Giovanna,

classe quarta - Caniga

Permalink
Permalink 19:43:50, Categorie: Quadrilateri  

Quadrilateri: osservazioni sul quadrato e sul rettangolo

 

 

I bambini e le bambine insieme a m.stra Maria Giovanna,

classe quarta - Caniga

Permalink
Permalink 19:43:18, Categorie: Quadrilateri  

Quadrilateri: parallelismo

 

 

Le bambine e i bambini insieme a m.stra Maria Giovanna,

classe quarta - Caniga

Permalink
Permalink 19:42:39, Categorie: Quadrilateri  

Quadrilateri: somma angoli interni

 

 

I bambini e le bambine insieme a m.stra Maria Giovanna,

classe quarta - Caniga

Permalink

12.05.12

Permalink 11:48:20, Categorie: C'è posta per te...  

Buona festa, Mamma!

 

 

Permalink
Permalink 11:48:01, Categorie: C'è posta per te...  

Due sillabe: Mamma

 

 

A tutte le Mamme,

da m.stra Tiziana P.

Plesso Fabrizio De Andrè

Permalink

11.05.12

Permalink 18:39:44, Categorie: COllaborareCOndividereCOmunicare  

Su pastoreddu cantende

 

Lo so, bambini e bambine! siete tanti/e a non conoscere la nostra lingua; la voce degli antichi Sardi sta forse per sparire.

 Ogni giorno la lingua sarda diventa più povera, si consuma e rischia di morire insieme agli ultimi anziani che ancora la parlano.

Un antropologo - Mark Turin - ha scritto:

"Quando una lingua è minacciata, lo è un'intera visione del mondo".

 

Ci sono però iniziative - e questa è la notizia della speranza - di singoli e/o di gruppi che con grande passione si impegnano affinchè le antiche voci continuino a riecheggiare nelle case, nelle strade, nelle piazze e nella nostra memoria.

E con il canto, espressione artistica tra le più potenti e coinvolgenti, si può conservare e far conoscere anche a voi, nuove generazioni, un tassello importante della nostra tradizione.

Il professor Salvatore Bulla e Gli Amici del canto Sardo ci offrono questa delicatissima canzone, Su pastoreddu cantende , scritta da Giuseppe Raga , uno dei maggiori poeti in lingua sarda.

 

clicca sull'immagine e ascolta questa melodia, e non pensare che non capisci le parole.

Ascolta le voci.

I disegni che accompagnano il cd realizzato dal gruppo sono di Liliana Cano, un'altra GDS (grande donna sarda)

 

Un grazie grande quanto una Voce (Sarda, quella del vostro coro) 

Permalink

10.05.12

Permalink 08:10:05, Categorie: Sulla strada e nei giardini  

Ciclamini

 

 

Plinio il Vecchio racconta che i ciclamini crescevano in luoghi sani e liberi da oscure presenze. Per questo si usava piantare questo fiore intorno alle case, proprio perchè si credeva che proteggesse dai malefici.

I Greci attribuivano anche a questo fiore la miracolosa proprietà di guarire dal velenoso morso del serpente.

Ancora, per la forma tondeggiante del tubero , gli antichi Greci associavano questo fiore spontaneo al cerchio, figura magica e mistica, che rappresenta l'universo.

E per finire...

...leggete in silenzio...

queste brevi strofe di Alda Merini, una grande Donna Poetessa, la stessa che ha dedicato ai piccoli questa POESIA:

...

E' fatta di ombra e di ciclamini,

ti chiede il tuo mistero

e tu non lo sai dare.

...

Sotto, credi,

c'è presenza vera di foglie;

un incredibile cammino

che diventa una meta di coraggio.

 

profumi e verde da maestra Tiziana

Permalink

07.05.12

Permalink 12:41:36, Categorie: Scuola Infanzia  

Andiam andiam:)), scuola Infanzia

 

 

Permalink
Permalink 11:22:49, Categorie: Fiabe  

Il cervo impaurito, da Sara

 

Il cervo impaurito

 
In una mattina di primavera, un piccolo cervo stava giocando nell'erba umida per la rugiada.

 

All'improvviso sentì degli spari e capì che c’era un cacciatore lì vicino.

 

Il cucciolo, non sapendo dove andare, corse dritto, senza meta, pur di scappare via dal cacciatore.

 

A un certo punto si accorse che non era più nel bosco e si trovò di fronte un albero molto saggio, ci fece amicizia e gli spiegò che cosa era successo e perché stava correndo.

 

Allora l'albero staccò da un suo ramo una foglia e la allargò per magia.

 

Poi ci fece salire il cervo e da lassù il piccolo vide la mamma e tutta la sua famiglia e gridò:”Mamma,mamma!”.
La mamma lo sentì, si mise a correre verso di lui e ringraziò il saggio albero.

 

Il cacciatore tornò a casa a bocca asciutta!

 

Sara,

classe IV A, Plesso Fabrizio De Andrè

Permalink
Permalink 11:18:17, Categorie: Fiabe  

Il pupazzo di sabbia e l'onda anomala, da Sara

 

Il pupazzo di sabbia e l'onda anomala

 
A fine estate, quasi autunno, quando sulla spiaggia non c'era più nessuno, era rimasto soltanto un pupazzo di sabbia bagnata: era stato lasciato da un bambino prima di tornare a casa dalle vacanze.

 

All' improvviso si alzò un'onda anomala che voleva distruggerlo e il pupazzo si mise ad urlare.

 

Per fortuna un gabbiano lo sentì e volò in suo soccorso con una bacchetta magica che in cima aveva una piuma d'oro.

 

Con un colpo costruì un muro che separò il pupazzo dall'onda, che si infranse sul muro e si frantumò in tanti pezzettini.
Così l’onda ritornò da dove era venuta.

 

 Il pupazzo riprese a sorridere e, felice di restare lì, ringraziò il gabbiano per averlo salvato.
 

Sara,

classe IV A, Plesso Fabrizio De Andrè

Permalink

01.05.12

Permalink 15:20:01, Categorie: Numeri  

Aritmetica modulare: le stagioni

 

 

Chi ha ragione? Il bambino con il cappello o la bambina a destra?

Entrambe le risposte sono corrette...

Il bambino ha ragione nell'aritmetica 'ordinaria', quella che conosciamo di più;

la bambina ha ragione nell'aritmetica delle stagioni

 

 

Permalink
Permalink 15:15:44, Categorie: Numeri  

Bambini in cerchio

 

Questa attività 'giocosa' è stata appena abbozzata quando i bambini e le bambine frequentavano le classi prima e seconda. Non avevo approfondito con loro questo argomento.

Con Ivana Niccolai, al contrario, ci eravamo divertite.

Adesso che sono più grandetti - frequentano le classi terza e quarta - si può rivedere per rifletterci tutti insieme.

Parlare almeno un po' di aritmetica modulare consente di evidenziare alcuni legami - sottili, non sempre così evidenti - con la vita di tutti i giorni.

 

 

In diverse diapositive dovete cliccare con il mouse per visionare tutto.

Permalink

Maggio 2012
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
<<  <   >  >>
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Cerca

Altro

Syndicate questo blog

XML Che cos'?

powered by
b2evolution