Ritorna alla homepage

Archivi per: Ottobre 2011

30.10.11

Permalink 10:49:27, Categorie: Religione: i miti  

" A su mortu mortu"

 
In varie località della Sardegna, la notte di Ognissanti si svolgono delle celebrazioni che assomigliano alla festa di Halloween che tutti/e voi bambini e bambine aspettate con gioia e allegria.
 
In diversi paesi si preparano le Concas e sos mortos (le teste dei morti), ovvero zucche intagliate a forma di teschio, illuminate da una candela;  in altre località si svolge il rito de Is Animeddas (Le animelle).
 In altri paesi del nuorese e del Logudoro c’è la bella tradizione de:

filmato del TG3 scaricato dalla rete

 
 
 
Ho parlato in classe di queste tradizioni anche per riportare l'attenzione degli alunni/e su queste situazioni che diventano strumento di conoscenza di sè, delle proprie origini, del territorio di appartenenza.
 
I bambini e le bambine della quarta insieme a maestro Antonello
 

Permalink
Permalink 09:19:31, Categorie: blog  

Arriva Halloween 2011, classe quarta

 

 

     

 

 

 

I bambini e le bambine insieme a m.stra Tiziana

Permalink
Permalink 09:05:46, Categorie: blog  

Arriva Halloween 2011, classe terza

 

"Venite con me

E' la festa di Ognissanti

Faremo tremare tutti quanti

Gli scherzi, stavolta, son giustificati

Le risa e i lazzi perfino aumentati"

Ray Bradbury

tratto da wikipedia

 

 

I bambini e le bambine insieme a m.stra Tiziana

Permalink

25.10.11

Permalink 18:23:58, Categorie: Oggetti matematici  

Albero triangolare, di Francesca

 

 

da Francesca insieme al babbo Franco

classe terza di Caniga

Permalink

24.10.11

Permalink 16:25:28, Categorie: Oggetti matematici  

Il paese dei quadrati, di Enrico

 

 

Enrico R.

classe terza di Caniga

Permalink

20.10.11

Permalink 15:28:52, Categorie: Oggetti matematici  

Uovo cinese

 

 

da Fabrizio A.,

classe terza di Caniga

Permalink

15.10.11

Permalink 13:31:18, Categorie: Oggetti matematici  

Oggetti matematici

 

 

I lavori presenti in questa categoria saranno realizzati dai bambini e dalle bambine dopo la lettura - individuale o a piccoli gruppi - di libri matematici adatti alla loro età.

Il collaboratore ideale sarà sempre Albert, il cervellone, la bella marionetta che mi ha regalato l'artista che l'ha creata, Elda Broccardo.

E proprio Albert Einstein suggeriva: 

 "L'immaginazione è più importante della conoscenza.

La conoscenza è limitata,

l'immaginazione abbraccia il mondo,

stimolando il progresso,

facendo nascere l'evoluzione".

 

Buona immaginazione a tutti/e noi 

Permalink
Permalink 13:31:04, Categorie: Oggetti matematici  

Piegando un cerchio, di Andrea&Alessandro

 

 

Alessandro e Andrea,

classe quarta di Caniga

Permalink
Permalink 09:25:27, Categorie: Invito alla lettura  

Il congresso dei topi

 

Il congresso dei topi

 

C'era una volta...un grosso gatto soriano che appena arrivato in una fattoria cominciò a spargere il terrore fra i topi che abitavano in cantina. Nessuno si azzardava ad uscire per paura di finire fra gli artigli del terribile gatto, finché il popolo dei topi che continuava a diminuire, decise di riunirsi a congresso per trovare una soluzione che evitasse il loro totale sterminio. Approfittando di un'assenza momentanea del felino, topi di tutte le età arrivarono al luogo di riunione. Ognuno, pensando di risolvere il problema, suggeriva proposte che però si rivelavano impossibili da attuare.

- Costruiamo una trappola enorme apposta per lui - , suggerì uno.

Scartata questa ipotesi un altro disse: - E se lo avvelenassimo? - Ma nessuno conosceva un veleno per gatti.

Una giovane vedova, che aveva perso il marito per colpa del feroce gatto, propose con rabbia: - Tagliamogli le unghie e i denti, così sarà inoffensivo! - .

Ma il suggerimento della topina non raccolse l'approvazione dell'assemblea.

Finalmente un topo che aveva fama di essere più saggio degli altri, si arrampicò fin sopra la grossa lanterna che illuminava la riunione e, agitando un campanellino, chiese il silenzio.

Tutti tacquero per ascoltare: - Attaccheremo questo campanellino alla coda del gatto, in modo che, ovunque si trovi, ci riveli la sua presenza. Non solo potremo scappare in tempo, ma essendo avvisati in anticipo anche i più deboli e i più lenti potranno nascondersi - .

Un applauso scrosciante accolse le parole del topo saggio e tutti si complimentarono per l'idea originale: - Glielo legheremo stretto stretto alla coda in modo che non lo perda mai - ; - ...non potrà più arrivare in silenzio, all'improvviso come fa adesso! L'altro giorno me lo son trovato davanti tutt'a un tratto. Pensate che...

Ma il topo saggio scampanellò ancora a lungo per calmare il vocìo:

- Dobbiamo decidere chi andrà ad attaccare il campanello alla coda del gatto! - .

...

...

 
 

da: La storia della lepre e la tartaruga e tante altre; Dami editore, Milano 2001

 

Dopo aver ben letto la favola, rispondi alle domande nei commenti.

 

Lessico

Indica il significato esatto:

 

a- Soriano è una razza di

  1. uccello
  2. gatto
  3. cavallo

b- Sterminio significa

  1. affollamento
  2. confusione
  3. distruzione totale

c- Applauso scrosciante vuol dire

  1. applauso poco convinto
  2. applauso caloroso
  3. applauso debole

 

Comprensione del testo

a- Quali sono i personaggi della fiaba?

 

b- Quale problema hanno i topi?

 

c- Quali soluzioni al problema non vengono accettate?

 

d- Perchè viene accolta la proposta del topo saggio?

 

e- Come pensi che finisca la favola?

 

maestra Tiziana per i bambini e per le bambine delle classi terza e quarta

Permalink

07.10.11

Permalink 18:19:52, Categorie: Compleanni  

Buon compleanno, Fabrizio!

 

 

Per Fabrizio che compie 8 anni tantissimi auguri

dalla classe terza e dalle maestre

  

Permalink

06.10.11

Permalink 14:54:10, Categorie: Invito alla lettura  

Il servo sciocco

 

Leggi la storia e rispondi nei commenti alle domande che trovi sotto il testo.

 

Il servo sciocco

Un mandarino (*) consegnò una lettera a un suo servo.

- Bisogna che tu la porti al Governatore. E' necessario che giunga prestissimo a destinazione. Scegli, tra i miei cavalli, quello più veloce, e parti senza indugio. -

Il servo scelse un puledro focoso, lo lanciò al galoppo e cercò di tenergli dietro correndo come una lepre.

Un amico del mandarino lo fermò, stupito:

- Perché non ti fai portare dal cavallo? -

- Ho molta fretta. E, si sa, sei gambe corrono più di quattro. -

da Marina Spano [a cura di], Fiabe e leggende balcaniche, Principato, Milano

(*) Le parole:

Il mandarino è un albero sempreverde  che dà frutti profumati e gustosi.

Nell'antica Cina, durante la dinastia Ming,  erano chiamati "mandarini i funzionari dell' imperatore che avevano il compito di controllare e amministrare le province dell'impero cinese.

 

Lessico

Scegli il giusto significato:

a- Senza indugio significa:

  1. senza fretta
  2. senza far domande
  3. senza perdere tempo 

b- Puledro è:

  1. vitellino
  2. cavallino
  3. bambino

 

Comprensione del testo

1- Per quale motivo il servo deve andare dal Governatore?

 

2- Quale mezzo di trasporto utilizza per farlo?

 

3-Perché l'amico del mandarino si stupisce del modo di comportarsi del servo?

 

da maestra Tiziana per i bambini e per le bambine delle classi terza e quarta di Caniga

Permalink

Ottobre 2011
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
<<  <   >  >>
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31  

Cerca

Altro

Syndicate questo blog

XML Che cos'?

powered by
b2evolution