Ritorna alla homepage

Archivi per: Marzo 2011

26.03.11

Permalink 11:45:37, Categorie: Genitori  

LAGO DI OSIGLIA

Che ne dite se festeggiassimo la primavera ;-) ???

http://www.lagodiosiglia.it/

Un abbraccio
maestra Ale

Permalink

19.03.11

Permalink 22:26:51, Categorie: AUGURI  

Auguri papà

Mio padre non mi diceva come dovevo vivere:
viveva e lasciava che io lo guardassi vivere.

(F. Freeley)

Permalink

17.03.11

Permalink 23:40:36, Categorie: Riflessioni, I nostri lavori, Esperienze dirette  

IL PARCO DELLA NOSTRA FANTASIA

Carissimi bambini, trovo il tempo per pubblicare, come promesso, le vostre riflessioni riguardo l'attività che vi ha visto molto impegnati e motivati in questo periodo, così i vostri genitori potranno iniziare a condividere il vostro entusiasmo e la voglia di venire con gioia a scuola... non tutti penso abbiano compreso il grande e importante lavoro che c'è dietro ma che non si nota in un semplice quadernone (attività di riflessione, di costruzione linguistica ortografica-sintattica, di convivenza civile, di sviluppo e potenziamento dell'attenzione, della memoria...), avete scoperto anche le preposizioni articolate giocando alla lim ;-)  Abbiamo potuto anche ripassare gli articoli, il nome, l'aggettivo, il verbo, le preposizioni semplici e non è male essendo solo in classe seconda!).

A questa pubblicazione mancano le riflessioni di alcuni compagni  assenti... le inseriremo in seguito!

Sono molto molto soddisfatta di quanto avete saputo creare e donarmi!!!
Siete stati tutti molto bravi, ognuno di voi ha dato ai compagni... i miei campioni e campionesse
Ho dimenticato, però la storia a scuola per cui la pubblicheremo insieme....anche la maestra ogni tanto fa cilecca
Un abbraccio a tutti voi
maestra Ale

Questa storia è piaciuta molto a tutti.
Tutto è iniziato da un semplice sfondo che la maestra Ale ci ha presentato alla LIM.
Poi ognuno di noi ha aggiunto un elemento e ha inventato una frase.
In seguito ci siamo messi in 5 gruppi e abbiamo unito tutte le frasi per comporre l’inizio,lo sviluppo e la fine di una storia.
Infine abbiamo messo tutto insieme e abbiamo formato un’unica storia insieme alla maestra.
Questo lavoro è servito a conoscerci meglio, aiutarci a vicenda,lavorare in gruppo e sentire le opinioni degli altri.
La parte che mi è piaciuta di più è stata lo sviluppo. Arianna
 
QUESTA STORIA E’  MOLTO BELLA PERCHE’  ABBIAMO USATO LA NOSTRA FANTASIA. 
LEGGENDO LA  FRASE DI  GIACOMO MI SEMBRAVA PROPRIO DI VEDERE IL TEMPORALE. Andrea
 
L'attività della continuazione della storia fantastica mi è piaciuta tantissimo anzi di più questo lavoro è stato il lavoro più bello che ho mai fatto.
Anche se è stato lunghissimo quasi un mese.
La parte che mi è piaciuta maggiormente   è stata quando abbiamo unito tutti gli inizi,gli sviluppi e le conclusioni di ogni gruppo per fare un'unica storia della classe,il titolo che abbiamo scelto è:
IL PARCO DELLA NOSTRA FANTASIA!!! Angela
 
Abbiamo incominciato da un disegno dove ognuno di noi ha aggiunto un particolare. Adesso vi racconto la parte che più mi è piaciuta. Ci siamo divisi in cinque gruppi per inventare l’inizio, lo sviluppo e la fine per poi unire le varie storie in una sola di classe. Miki
 
Questa storia mi è piaciuta perché l’ abbiamo fatta noi. Daniele
 
QUESTA   STORIA  CHE   ABBIAMO   FATTO  NOI   E’  STATA  FANTASTICA  PERCHE’  ABBIAMO  LAVORATO  AL    COMPUTER   E  ALLA   LIM   E  A  ME  PIACE  TANTO. FRANCI
 
Siamo partiti da un’ immagine come sfondo. Abbiamo fatto dei piccoli disegni e scritto cosa rappresentavano. Poi abbiamo formato dei piccoli gruppi che hanno preso le frasi e hanno fatto una storia   e poi insieme alla maestra Ale li abbiamo uniti tutti per fare una storia sola. Questa attività mi è piaciuta molto, perchè la maestra era molto brava. Il titolo che abbiamo scelto è “ Il parco della fantasia”,  un titolo perfetto per una storia cosi bella come questa. Giulia
 
 Questa storia mi è piaciuta molto perché abbiamo usato anche la lim. Klevin
 
Questa attività è stata , come potrei definirla…entusiasmante , divertente e istruttiva.
Ma, soprattutto , mi è piaciuta perché era un lavoro di gruppo.
Ho ancora un po’ da raccontare quindi ascoltate .
Mi è piaciuto quando abbiamo disegnato sulla sfondo di partenza e abbiamo scritto le frasi inventate da noi, quando abbiamo fatto i nostri piccoli gruppi per fare i nostri INIZI e SVILUPPI e formare la grande STORIA del GRUPPO – CLASSE.
Ma tantissimissimissimo scriverla a computer è stata la parte che mi è piaciuta di più. [fin ad ora ;-]  Martina
 
QUESTA STORIA MI E’ PIACIUTA MOLTO. NEL PICCOLO GRUPPO, LA MIA COMPAGNA ARIANNA E’ STATA BRAVA E POI CARINA PERCHÈ CI HA AIUTATO AD ARRICCHIRLA.
FRANCESCO
 
Questa storia mi è piaciuta moltissimo perchè l'abbiamo inventata noi alla lim. Samuel
 
Questa attività di italiano mi è piaciuta molto. Anche a voi ? Per me è stata fantastica! La frase più bella per me è “l’arcobaleno si    riflette nello stagno” scritta da Martina. Elena S.
 
Abbiamo iniziato con un’ immagine come sfondo, ognuno di noi doveva aggiungere un personaggio o un oggetto. Dopo ognuno di noi doveva scrivere una frase. Mi è piaciuta maggiormente la frase di Martina “ l’arcobaleno si riflette nello stagno” perché l’ ho proprio immaginato. Questa attività mi è piaciuta tantissimo :-) perché il lavoro l’ abbiamo fatto usando molto la lavagna  interattiva multimediale ( lim) .Valentina
 
Abbiamo scritto molti titoli che ci venivano in mente, poi abbiamo votato con alzata di mano e abbiamo scelto “ Il parco della nostra fantasia”. Luca
 
L’attività è stata molto allegra perché abbiamo viaggiato molto con la fantasia, arricchendo sempre di più le nostre frasi. E’ stato il lavoro più bello che ho fatto sino ad ora. Giacomo
 
Mi è piaciuta tanto questa attività perché abbiamo lavorato in gruppo, abbiamo usato molto la LIM e la nostra fantasia. A volte, qualche compagno faceva ridere tutti con le sue idee. Alessandra
 
Siamo partiti da una immagine e la maestra Ale ci ha detto:” Osservate bene bene, poi chiudete gli occhi e iniziate a viaggiare con la vostra fantasia”. In seguito siamo andati uno alla volta a disegnare alla lim, abbiamo scritto le frasi e dopo a gruppi abbiamo inventato degli inizi ( usando le frasi) e inventato quindi le storie. Infine abbiamo unito le varie storie (inizi-sviluppi-fine) per fare un’unica storia del gruppo-classe. A noi questa attività è piaciuta molto, è stata davvero fantastica. Elena R.
 
L’attività della costruzione della storia è iniziata da un disegno alla lim che la maestra Ale ha proposto. Adesso scrivo il pezzo che mi è piaciuto di più di tutto il lavoro. Ci siamo divisi in cinque piccoli gruppi e insieme abbiamo scritto la nostra piccola storia. Poi con la maestra abbiamo riunito le nostre piccole storie e abbiamo fatto una bella storia del gruppo-classe. Abbiamo poi scelto il titolo da un elenco che avevamo pensato. Ha avuto più voti il titolo di Valentina e il mio (dei due pensati ne avevamo fatto uno solo!). Emma
 
 

Permalink
Permalink 21:42:24, Categorie: Imparare a studiare, recupero assenza, Dislessia  

Ancora ORTOGRAFIA

Un altro programmino e diventerete i miei campioni e campionesse :-)

Un abbraccio
maestra Ale

Permalink
Permalink 21:28:04, Categorie: Imparare a studiare, recupero assenza, Dislessia  

ORTOGRAFIA CON UN CLIC

Vi consiglio di allenarvi con questi programmini sulle vostre difficoltà ortografiche :-)

Buona vacanza :-)
maestra Ale

Permalink

14.03.11

Permalink 22:57:06, Categorie: Riflessioni, Genitori  

La scuola pubblica

Condivido con tutti voi questo articolo. Riflettiamo!
Maestra Ale

Come L'acqua
 
di Lorenzo Cherubini - in arte Jovanotti

Quando nostra figlia è arrivata all’età della scuola io e mia moglie ne abbiamo parlato e abbiamo deciso: scuola pubblica. Potevamo permetterci di scegliere e abbiamo scelto. Abbiamo pensato che fosse giusto così, per lei. E’ nostra figlia ed è la persona a cui teniamo di più al mondo ma è anche una bimba italiana e l’Italia ha una Scuola Pubblica. Sapevamo di inserirla in una realtà problematica ma era proprio quello il motivo della scelta.

Un luogo pubblico, che fosse di sua proprietà in quanto giovane cittadina, che non fosse gestito come un’azienda e che non basasse i suoi principi su una dottrina religiosa per quanto ogni religione venisse accolta. Un luogo pubblico, di tutti e per tutti, scenario di conquiste e di errori, di piccole miserie e di grandi orizzonti, teatro di diversi saperi e di diverse ignoranze. C’è da imparare anche dalle ignoranze, non solo dai saperi selezionati. La scuola è per tutti, deve essere per tutti, è bello che sia così, è una grande conquista avere una scuola pubblica, specialmente quella dell’obbligo.

Io li ho visti i paesi dove la scuola pubblica è solo una parola, si sta peggio anche se una minoranza esigua sta col sedere al calduccio e impara tre lingue. A che serve sapere tre lingue se non sai come parlare con uno diverso da te ? Il nostro presidente del consiglio dicendo quello che ha detto offende milioni di famiglie e migliaia di persone che all’insegnamento dedicano il loro tempo migliore, con cura, con affetto vero per quei ragazzi.

Tra le persone che conosco e tra i miei parenti ci sono stati e ci sono professori di scuola, maestre, ho una cugina che è insegnante di sostegno in una scuola di provincia. Li sento parlare e non sono dei cinici, fanno il loro lavoro con passione civile tra mille difficoltà e per la maggior parte degli insegnanti della scuola pubblica è così. Perchè offenderli? Perchè demotivarli?  Perché usare un termine come “inculcare”? E’ una parola brutta che parla di un mondo che non deve esistere più.

La scuola pubblica non è in competizione con le scuole private, non è la lotta tra Rai e Mediaset o tra due supermercati per conquistarsi uno spettatore o un cliente in più, non mettiamola su questo piano...

La scuola di Stato è quella che si finanzia con le tasse dei cittadini, anche di quelli che non hanno figli e anche di quelli che mandano i figli alla scuola privata, è questo il punto. E’ una conquista, è come l’acqua che ti arriva al rubinetto: poi ognuno può comprarsi l’acqua minerale che preferisce ma guai a chi avvelena l’acqua del rubinetto per vendere più acque minerali.

E’ una conquista della civiltà che diventa un diritto nel momento in cui viene sancito. Ma era un diritto di tutti i bambini già prima, solo che andava conquistato, andava affermato. La scuola pubblica va difesa, curata, migliorata.

In quanto idea, e poi proprio in quanto scuola: coi banchi, gli insegnanti, i ragazzi, le lavagne.
Bisogna amarla, ed esserne fieri.

L'Unità - 1 marzo 2011 - pag. 2 - L'editoriale

Permalink

07.03.11

Permalink 14:27:10, Categorie: Riflessioni, Genitori  

17 MARZO 2011: celebrazione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia

FESTA   NAZIONALE

Per il compleanno dell'Italia il  Gioco dell'Oca del Parlamento

Divertitevi con i Vs. genitori o nonni con la nostra bella Italia ;-)

Un abbraccio,
maestra Ale

Permalink

01.03.11

Permalink 19:56:03, Categorie: Novità, AVVISI  

CARNEVALE IN PIAZZA A PIETRA LIGURE

Quest’anno le postazioni dei tavoli saranno 2 grandi, una in piazza S.Nicolò da dove partirà il trenino e una in piazza Castellino dove verrà collocato il gonfiabile; i giochi si articoleranno nei carruggi.
 
Il Carnevale avrà inizio alle ore 14.00

Le maestre vi attendono... chissà se le riconoscerete???????

Permalink

Marzo 2011
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
<<  <   >  >>
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Diario di bordo della classe e ... non solo!

Questo blog... per informare, educare, diffondere cultura e comunicare. "L'apprendimento e' un processo che dipende dal contesto, dalle interazioni sociali e dalla collaborazione". Maestra Chiaretta

Cerca

Altro

Syndicate questo blog

XML Che cos'?

powered by
b2evolution